Viaggi e vacanze: perché ho scelto il fai da te.

C’era un tempo (forse) felice in cui l’unico modo per andare in vacanza era quello di entrare in un’agenzia specializzata, consultare qualche catalogo ed acquistare quello che più faceva al caso tuo.  Ricordo di averlo fatto solo una volta, nel 1994, insieme ai miei genitori. Acquistammo un pacchetto per la Tunisia che si rivelò alla fine un viaggio pazzesco, probabilmente perché la nostra indole di viaggiatori indipendenti non riuscì a restare rinchiusa tra le mura di quel bel resort a 4 stelle. Prendemmo taxi e bus per andare dove più ci interessava, contrattammo nei mercati (dove ci offrirono svariate migliaia di cammelli in cambio di mia sorella maggiore), visitammo moschee mescolandoci con la gente del posto, scambiammo i nostri borsoni francorosso con alcuni bellissimi tappeti fatti a mano (l’artigiano locale aveva bisogno delle borse per mandare a scuola le sue bambine e fu entusiasta di quel baratto, noi abbiamo usato quei tappeti per 20 anni).

Da allora ho sempre preferito fare da sola. Ho comprato il primo biglietto online nel 2003 per andare a Parigi, con una delle prime compagnie low cost di cui ho ricordi, la Myair, che qualche anno dopo mi lasciò a piedi, causa fallimento, sulla via di Barcellona.

Non dico che le vacanze organizzate dalle agenzie siano meno belle, anzi, solo che per me sono meno emozionanti. Il viaggio, per quanto mi riguarda, comincia già con l’acquisto del biglietto aereo e continua con lo studio dell’itinerario, con la lettura delle recensioni di un hotel e con il calcolo del tragitto più conveniente per spostarmi dall’aeroporto a dove devo andare. Il viaggio, per me, è soprattutto mentale. Mi piace organizzarlo da sola, confrontando decine di possibilità e diven
tando scema per costruire il viaggio su misura per noi. Per questo mi arrangio, per non fare impazzire un incolpevole impiegato che non può mandarmi a quel paese solo per il ruolo che ricopre.

Per organizzare una vacanza in fai da te ci vuole tempo, dedizione e molta pazienza. Non è un caso che alcuni lo facciano di mestiere facendosi retribuire adeguatamente. Il mio unico compenso è la soddisfazione personale. Viaggiare in autonomia non è necessariamente più economico, dipende molto dal tipo di vacanza che vuoi fare. A dire il vero, quando vedo certi pacchetti all inclusive super convenienti mi chiedo chi me lo faccia fare di impegnarmi tanto!

Una mia cara amica ha un’agenzia di viaggi e so quanto viaggiatori e vacanzieri possano essere esasperanti. La morale della questione quindi è questa: se avete tempo e voglia fate da soli, se non ne siete capaci rivolgetevi a chi lo fa di mestiere ricordando di dar loro il giusto valore e riconoscimento.

2 pensieri riguardo “Viaggi e vacanze: perché ho scelto il fai da te.

  1. Wow… che emozione, il primo commento!!! che responsabilità! Volevo ringraziare per il suggerimento di “rivolgersi a chi lo fa di mestiere dandogli il giusto valore e riconoscimento”. Mi permetto di dare anche io un suggerimento: se vi rivolgete ad un’agenzia, cercate di spiegare bene la tipologia di viaggio che volete intraprendere. Perchè tutto si può organizzare, in agenzia non bisogna per forza prenotare un pacchetto all inclusive ma anche un semplice volo + hotel o noleggio auto e in loco vi arrangiate come volete, basta dirlo. E avrete anche un supporto costante e un’assistenza che vi garantirà di non essere lasciati a piedi da chi fallisce perchè verreste riprotetti all’istante con la migliore soluzione possibile.
    Chiaro, io parlo per me che ho un’agenzia quindi il mio commento è di parte.
    Comunque complimenti per il blog e…. buon proseguimento coi viaggi 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...