Skincare coreana VS Realtà

Non c’è beauty blogger che negli ultimi mesi non abbia parlato almeno una volta della skincare coreana. Questa nuova tendenza beauty è partita, tanto per cambiare, dagli Stati Uniti già da un po’ di tempo, da quando cioè alcune esperte di bellezza americane si sono accorte che la pelle delle donne coreane non ha eguali in termini di luminosità, uniformità ed idratazione. È sembrata quindi una mossa vincente quella di cominciare a scopiazzare le loro abitudini di skincare.

Questa nuova attenzione verso la skincare coreana ha aumentato di conseguenza l’interesse delle donne di tutto il mondo verso prodotti cosmetici specifici ed ancora poco utilizzati nel resto del mondo. Attualmente sono diversi gli store online coreani che, grazie a spedizioni internazionali anche piuttosto veloci, hanno reso possibile una maggior diffusione di questi prodotti. L’incarnato delle donne coreane appare così perfetto grazie ad una cura quasi maniacale della pelle, basata su una beauty routine meticolosa e, soprattutto, rigorosa. In altre parole, miliardi di prodotti cosmetici specifici da usare con costanza mattino e sera.

Per le poche che ancora non lo sapessero la skincare coreana consta di ben 10 passaggi, benché alcuni non vadano eseguiti tutti i giorni. Giusto per darvi un’idea di cosa stiamo parlando:

  1. Detersione con un prodotto a base di olio
  2. Detersione a base di acqua
  3. Esfoliazione (da eseguire 2-3 volte la settimana)
  4. Tonico
  5. Essenza (un prodotto particolare ancora poco usato in Italia, una specie di pre-siero)
  6. Siero
  7. Maschera in tessuto (2 volte alla settimana)
  8. Idratazione del contorno occhi
  9. Idratazione del viso
  10. Applicazione del filtro solare

Praticamente un trattamento completo da Spa da fare a casa, due volte al giorno, usando una moltitudine di prodotti diversi, naturalmente coreani. Bellissimo. Talmente bello che io stessa ho dato un’occhiata a qualche store online dedicato e mi è venuta voglia di comprare tutto. Poi ho riflettuto un attimo su quelli che sono, invece, i miei 10 passaggi quotidiani, da fare ogni mattina.

  1. Alzarmi
  2. Colazione veloce
  3. Preparare il latte per mio figlio
  4. Skincare mattutina veloce (5-7 minuti al massimo, compreso il lavaggio denti!)
  5. Dare il latte al bambino
  6. Vestirmi
  7. Truccarmi piuttosto velocemente
  8. Cambiare e vestire il bambino
  9. Portare il bambino all’asilo
  10. Andare in ufficio

La mia domanda quindi è la seguente: ma chi ce l’ha il tempo per dedicarsi ad una cura del viso così maniacale? Per quanto io mi possa impegnare non saprei davvero dove incastrare questa meravigliosa skincare coreana, a meno che naturalmente non mi alzi mezz’ora prima, ma ne faccio volentieri a meno, a costo di avere l’aspetto di una “banale” donna italiana. Per chi si dedica alla cosmesi per professione è probabile che si tratti dell’abc, per una mamma con un impiego diverso, a tempo pieno, come la sottoscritta, la skincare coreana diventa un’impresa assai difficile. 

In ogni caso resta la curiosità di provare qualcosa di nuovo dunque la mia prossima spesa beauty sarà molto probabilmente in uno shop coreano, nel tentativo di adattare i loro prodotti altamente performanti alle abitudini di noi comuni mortali italiane.

9 pensieri riguardo “Skincare coreana VS Realtà

  1. Ciao Daniela, sono sempre stata maniacale nella cura della pelle con più prodotti al giorno, mattino e sera e ti assicuro che quando ti abitui e scegli prodotti leggeri di facile assorbimento, più di 10 minuti non perdi. Un trucco può essere utilizzare prodotti multitasking x velocizzare la routine, ad esempio scegliendo contorno occhi e crema viso con il fattore di protezione solare, l’acqua micellare, o ancora il detergente scrub 2 in 1. Ho provato la detersione con l’olio ma proprio non mi piace! Detto questo, i prodotti che trovi all’estero sono adatti alla loro tipologia di pelle. Ho parlato con una donna coreana di un famoso brand che si trova da Sephora e mi ha detto che le formulazioni dei loro prodotti sono appunto modificate per il mercato europeo. Io credo che oltre alla costante skincare, faccia tanto l’alimentazione, diversa dalla nostra, sulle rughe ed in genere sulla bellezza della pelle. Sono curiosa di sapere cosa hai comprato!

    Liked by 1 persona

  2. Ciao!
    Ho scoperto questo articolo solo oggi e parlo anch’io di skincare coreana sul mio blog.
    Tutto è iniziato circa due anni fa in cui ho scoperto il kpop, la musica coreana. Se vedi alcune foto degli idol – i cantanti coreani – anche loro hanno una pelle perfetta e credo che comunque i cantanti non abbiano molto tempo da dedicare alla cura della propria pelle tra coreografie da imparare e concerti. A parere mio quindi non tutto dipende dalla propria skincare bensì anche dai trucchi che usano poiché difficilmente utilizzano il fondotinta. Quest’ultimo infatti va a chiudere i pori e a far sorgere le normali imperfezioni.
    In aggiunta ovviamente c’è anche una giusta alimentazione poiché i coreani hanno una delle alimentazioni più equilibrate e sane mai esistite.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...