Weekend a Vilnius: informazioni pratiche e consigli.

Vilnius, capitale della Lituania, è una cittadina piccola ma molto graziosa che ho avuto il piacere di vedere durante lo scorso ponte dell’Immacolata. È una città a misura d’uomo e che può essere visitata tranquillamente spostandosi a piedi anche con pochi giorni a disposizione. Sotto Natale, come molte altre città europee, Vilnius viene addobbata a festa ed acquista un’atmosfera unica e magica. La mia esperienza è stata del tutto positiva, la consiglierei per un weekend oppure per un itinerario di viaggio più lungo che comprenda anche le splendide Riga e Tallinn (di cui vorrei parlare a breve). Per chi volesse visitare la capitale lituana, ecco qualche informazione pratica.

COME ARRIVARE. Vilnius è collegata dall’Italia anche con compagnie low cost e con voli diretti, ma da pochi aeroporti. Skyscanner mi suggerisce a dire il vero solo da Milano, Roma e Bari. Noi infatti siamo partiti da Milano-Bergamo. L’aeroporto di Vilnius dista solo 6 km dalla città ed è raggiungibile comodamente in autobus partendo e arrivando dalla stazione centrale (autobus nr. 1-2 oppure con navette frequenti al costo di 1€ a persona). Noi all’arrivo abbiamo preso un taxi dato che alle 23 il nostro bimbo era particolarmente stanco. Costo 15€ (di giorno forse qualcosa meno). Vilnius può essere raggiunta anche in bus, partendo da Riga o da Tallinn.

DOVE ALLOGGIARE. Vilnius è una cittadina non molto grande e vale la pena cercare alloggio in zona centrale per potersi muovere a piedi. I prezzi non sono proibitivi, se non andate alla ricerca di hotel di lusso. Noi con un bambino piccolo preferiamo, se possibile, alloggiare in appartamento, non tanto per preparare i pasti (a Vilnius conviene quasi di più mangiare fuori!) quanto per avere un po’ più di spazio a disposizione. Abbiamo scelto un appartamentino molto vicino al centro (Studio Apartments in Oldtown), prenotato su booking. Il prezzo era conveniente (40€ a notte) e non sembrava male, ma l’esperienza non è stata delle migliori (il divano letto era solo divano, locali molto vicini con musica fortissima fino al 5 del mattino, servizi un pochino scarsi) e non mi sento di consigliarlo. In città si trovano comunque tante soluzioni a poco prezzo.

COSA VEDERE. Seguirà a breve un post dedicato alle principali attrazioni di Vilnius, qui vorrei raccontare più che altro come ci siamo mossi nei 3 giorni che avevamo a disposizione. Il primo giorno è stato dedicato interamente alla città vecchia, con un itinerario a piedi che ha toccato i principali punti di interesse, quindi la piazza della cattedrale, il Castello sulla collina di Gediminas, il municipio, la porta dell’Aurora. Una giornata è più che sufficiente per visitare tutta la parte vecchia della città.

Vilnius
Piazza del Municipio

Il secondo giorno abbiamo lasciato Vilnius per raggiungere Trakai, una graziosa cittadina fatta di case di legno il cui Castello dell’Isola costituisce l’attrattiva principale. L’edificio, oggi totalmente restaurato, risale al 1400 e fu costruito su un’isola del Lago Galvé come residenza estiva dei granduchi di Lituania. L’unico collegamento con la terraferma è un ponte pedonale da cui si gode un bellissimo panorama. Trakai si trova a 28 km da Vilnius ed è raggiungibile in treno o in autobus, io ho preferito il bus perché le corse sono più frequenti. Il biglietto costa 3,60€ a persona, andata e ritorno. Siamo rientrati a Vilnius nel pomeriggio, giusto in tempo per un altro giro in centro (accompagnato da un delizioso vin brulé) ed un’ottima cena in un ristorante tradizionale.

trakai castle
Il Castello sull’Isola a Trakai

La mattinata del terzo giorno è stata dedicata ad un’ultima passeggiata per il centro, questa volta “perdendo” un po’ di tempo anche in qualche negozio, gustando ancora una volta un buon vin brulé nella piazza della cattedrale, questa volta sotto la neve! Il pomeriggio abbiamo raggiunto l’aeroporto (in autobus) per rientrare in Italia. Di cose da vedere a Vilnius ce ne sono parecchie ma tre giorni sono più che sufficienti per visitarla bene e concedersi anche una gita fuori porta (secondo me il Castello di Trakai è imperdibile). Noi non abbiamo visitato musei, ma ci sarebbe stato il tempo anche per quelli.

vilnius
Piazza della Cattedrale sotto la neve

QUANTO SI SPENDE. Vilnius è una città piuttosto economica, sia per quanto riguarda gli alloggi che per il costo della vita. Un appartamento in centro di piccole dimensioni va dai 30-40€ a notte e per la stessa cifra si trova anche qualche hotel modesto. Con 50€ potrete dormire in un albergo di media categoria con colazione. Mangiare fuori è altrettanto economico (dedicherò un articolo a parte sulle specialità culinarie di Vilnius, che sono davvero ottime), un pasto per due può costare anche solo 10-15€, una birra media alla spina (la mia personale unità di misura, valida ovunque vada!) intorno ai 2-3€. L’unica accortezza è quella, come sempre, di prenotare il volo in anticipo, in particolare se intendete viaggiare in occasione di feste di calendario.

QUANDO ANDARE. Io sono stata a Vilnius in dicembre e non avrei potuto fare scelta migliore (ho raccontato in questo articolo perché mi piace tanto viaggiare in questo mese). La piazza della cattedrale era stupenda, piena di mercatini e decorazioni, con un albero di Natale davvero enorme. Certo in inverno fa freddo. Le temperature raggiungono anche i -15 ed occorre vestirsi adeguatamente. Per contro, durante la bella stagione, la città è ricca di eventi all’aperto e i locali si animano soprattutto all’esterno.

vilnius
Lo spettacolare albero di Natale in piazza della Cattedrale

15 thoughts on “Weekend a Vilnius: informazioni pratiche e consigli.

  1. Che bello il castello di Trakai, uno dei posti più belli e fiabeschi che abbia mai visto. Anche a me Vilnius è piaciuta molto, a parte la nevicata a sorpresa di fine ottobre 😀 Purtroppo il tempo da quelle parti è poco clemente. Un abbraccio!

    Mi piace

  2. Io ho sofferto tantissimo il freddo di Praga e stavamo sui -3/-4 massimo! Figuriamoci i -15 di Vilnius.. Penso proprio che dovrei visitarla nella stagione primaverile o autunnale. Settembre/Ottobre o Aprile/Maggio forse sono i mesi migliori per me,mesi che in generale adoro per viaggiare! 🙂
    Mi ha incuriosito davvero tanto questa esperienza nella capitale Lituana ed aspetto l’articolo con tutte le attrazioni! 😀

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...