EUROPA, Lituania

Cosa vedere a Vilnius in tre giorni

La capitale della Lituania è una città di piccole dimensioni ma non per questo risulta meno interessente di altri centri più grandi e rinomanti. Cosa vedere a Vilnius in tre giorni? Dopo avervi raccontato delle prelibatezze da gustare in questa città, vorrei aggiungere anche un piccolo elenco dei punti di maggior interesse storico e culturale da visitare nella capitale lituana. A Vilnius si può tranquillamente girare a piedi, l’aspetto più bello di questa città è proprio quello di perdersi nelle graziose vie della parte vecchia. Ecco cosa consiglio di vedere assolutamente. 

COSA VEDERE A VILNIUS IN TRE GIORNI. 

La Piazza della Cattedrale. Cosa vedere a Vilnius in tre giorni ? Una visita nella capitale lituana non può prescindere da una sosta nella piazza principale della città, dove spiccano il Palazzo dei Granduchi di Lituania, la statua equestre di Gediminas e la cattedrale con l’annesso campanile, unica testimonianza rimasta delle antiche mura difensive. Nel periodo natalizio questa piazza ospita i tradizionali mercatini che la rendono ancor più luminosa e vivace. Tra tutte le cose da vedere a Vilnius, la Piazza della Cattedrale mertita sicuramente il primo posto.

vilnius cosa vedere in tre giorni
Cosa vedere a Vilnius: la piazza della Cattedrale. Da sinista: il Campanile, la Cattedrale, la statua equestre ed il Palazzo dei Granduchi di Lituania.

Castello di Gediminas. Situato sull’omonima collina, questa roccaforte costruita con mattoni rossicci domina l’intera città vecchia e costituisce un punto panoramico unico. Un’altra attrazione da vedere assolutamente. Si può raggiungere il castello a piedi o con la funicolare, la salita non è comunque particolarmente impegnativa. Il castello risale al XV secolo ma fu interamente restaurato nel 1930, quando fu inaugurato il museo annesso.

vilnius cosa vedere in tre giorni
La torre fortificata del Castello di Gediminas

Cattedrale di Vilnius. Gli amanti dell’arte sacra non dovranno perdere una visita alla più importante Chiesa di Vilnius, la cattedrale dei santi Stanislao e Vladislao. Al suo interno è custodita la spettacolare Cappella di San Casimiro, superbo esempio di arte barocca. La cattedrale è stata riconsacrata solo nel 1989, dopo quasi 40 anni in cui fu destinata a concerti e mostre d’arte. L’ingresso è gratuito ma per visitare le cripte il biglietto costa 4,50€. Un’altra delle tante cose da vedere a Vilnius anche con soli tre giorni di tempo.

Palazzo dei Granduchi di Lituania. Situato anch’esso nella Piazza della Cattedrale e recentemente restaurato, questo palazzo è senz’altro uno dei luoghi di maggior interesse da vedere a Vilnius. Esso racchiude al suo interno numerose testimonianze della vita quotidiana dei nobili lituani e della sua evoluzione nel corso dei secoli. Io non l’ho visitato all’interno ma per gli appassionati di storia credo che sia un’attrazione da non perdere. L’ingresso costa circa 3€.

Castello di Trakai. Se ancora vi state ancora chiedendo cosa vedere a Vilnius in tre giorni, il Castello di Trakai è senz’altro il luogo di interesse che mi ha colpita di più. Questa piccola cittadina si trova a circa 28 km da Vilnius e trovo che sia una delle cose da vedere assolutamente. Il Castello sull’isola, antica sede dei Granduchi di Lituania, è una costruzione in mattoni rossi davvero suggestiva, sia per il particolare contesto naturale in cui è inserita, sia per le belle sale interne in cui è possibile ammirare svariate testimonianze della vita quotidiana dei nobili dal 1400 in poi. Si può raggiungere comodamente in autobus o in treno.

vilnius cosa vedere in tre giorni
Cosa vedere a Vilnius: il Castello sull’Isola di Trakai

Università di Vilnius. Tra le cose che consiglio di vedere a Vilnius c’è anche questo bellissimo complesso situato nella città vecchia, fondato nel 1579 ed al cui interno potrete visitare la biblioteca più grande di tutta la Lituania, con oltre cinque milioni di libri custoditi. L’ingresso per gli adulti costa 1,50€.

Museo delle vittime del genocidio. Spostiamo infine dalla città nuova per raggiungere quello che viene considerato come il museo più importante di Vilnius e che quindi occupa un posto d’onore nella lista di cose da vedere a Vilnius. L’edificio ospitava la sede della Gestapo prima e del KGB dopo, per poi trasformarsi in un’esposizione permanente sulle condizioni di vita dei prigionieri catturati durante il regime sovietico. Le testimonianze sono molto toccanti e, per molti aspetti, particolarmente inquietanti. Sicuramente un museo da vedere.

Il mio elenco di cosa vedere a Vilnius in tre giorni è terminato, ciò non significa che non vi siano molte altre attrazioni da visitare (Chiese in particolare ce ne sono davvero molte). Quello che però vi consiglio è di passeggiare nella città vecchia senza fretta e di prendervi del tempo per un buon pranzo in un ristorante tradizionale.

COSA VEDERE A VILNIUS IN TRE GIORNI.

INFORMAZIONI PRATICHE.

COME ARRIVARE. Vilnius è collegata dall’Italia anche con compagnie low cost e con voli diretti, ma da pochi aeroporti. Skyscanner mi suggerisce a dire il vero solo da Milano, Roma e Bari. Noi infatti siamo partiti da Milano-Bergamo. L’aeroporto di Vilnius dista solo 6 km dalla città ed è raggiungibile comodamente in autobus partendo e arrivando dalla stazione centrale (autobus nr. 1-2 oppure con navette frequenti al costo di 1€ a persona). Noi all’arrivo abbiamo preso un taxi dato che alle 23 il nostro bimbo era particolarmente stanco. Costo 15€ (di giorno forse qualcosa meno). Vilnius può essere raggiunta anche in bus, partendo da Riga o da Tallinn.

DOVE ALLOGGIARE. Vilnius è una cittadina non molto grande e vale la pena cercare alloggio in zona centrale per potersi muovere a piedi. I prezzi non sono proibitivi, se non andate alla ricerca di hotel di lusso. Noi con un bambino piccolo preferiamo, se possibile, alloggiare in appartamento, non tanto per preparare i pasti (a Vilnius conviene quasi di più mangiare fuori!) quanto per avere un po’ più di spazio a disposizione. Abbiamo scelto un appartamentino molto vicino al centro (Studio Apartments in Oldtown), prenotato su booking. Il prezzo era conveniente (40€ a notte) e non sembrava male, ma l’esperienza non è stata delle migliori (il divano letto era solo divano, locali molto vicini con musica fortissima fino al 5 del mattino, servizi un pochino scarsi) e non mi sento di consigliarlo. In città si trovano comunque tante soluzioni a poco prezzo. 

QUANDO ANDARE. Io sono stata a Vilnius in dicembre e non avrei potuto fare scelta migliore (ho raccontato in questo articolo perché mi piace tanto viaggiare in questo mese). La piazza della cattedrale era stupenda, piena di mercatini e decorazioni, con un albero di Natale davvero enorme. Certo in inverno fa freddo. Le temperature raggiungono anche i -15 ed occorre vestirsi adeguatamente. Per contro, durante la bella stagione, la città è ricca di eventi all’aperto e i locali si animano soprattutto all’esterno

20 thoughts on “Cosa vedere a Vilnius in tre giorni

    1. Il tempo non era dei migliori, ha piovuto parecchio e il cielo è sempre stato coperto, ma il colore in effetti sembra surreale. Vilnius è una città davvero affascinante, le capitali baltiche, secondo me, vanno viste!

    1. Sicuramente la “colpa” è del meteo. Purtroppo abbiamo trovato sempre cielo coperto, pioggia e neve che certamente non hanno contribuito ad esaltare i colori della città. Sicuramente in primavera andrà meglio 😉

  1. Vilnius è proprio nella mia wish list di viaggi 🙂
    Bello bello bello questo post.. me lo tengo tra i preferiti per quando visiterò la città 🙂

  2. Sai che volevo andare a Vilnius in Erasmus? Poi ho scelto altra destinazione. Ma una delle prime città era stata proprio Vilnius. Faccio tesoro delle tue indicazioni per un futuro viaggio

  3. Fino a poco tempo fa non avrei preso in considerazione le capitali Baltiche per un eventuale giro, invece leggo sempre più post in merito ed ora è venuta voglia anche a me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*Accetto il trattamento dei dati (obbligatorio)