Scegliere una meta con un viaggio virtuale alla scoperta del mondo intero!

Ho deciso che per questo mio primo gennaio da blogger non scriverò un articolo sui buoni propositi per l’anno nuovo. In primo luogo perché non ne ho di così precisi da poter stilare un elenco. Inoltre i buoni propositi non li mantengo mai, quindi con il passare degli anni ho smesso proprio di impormeli. Gennaio resta comunque un mese significativo che io di solito dedico alla programmazione dei viaggi da fare, o quantomeno al viaggio di agosto, che di solito è quello più importante (in termini di durata e distanze) di tutto l’anno. Gennaio è quindi il mese del mio grande viaggio virtuale che mi porta alla scoperta del mondo intero (o quasi) per decidere quale sarà la mia prossima destinazione. 

Non voglio spiegarvi come fare per organizzare un viaggio da soli online, voglio solo raccontarvi come mi muovo per scegliere dove voglio andare. Normalmente, arrivata a gennaio, ho già alcune destinazioni in testa (ho già espresso in effetti i miei traveldreams per il 2017) ma è necessario capire cosa effettivamente voglio e posso fare. Perché a gennaio? Semplicemente perché, di solito, entro marzo prenoto quantomeno il biglietto aereo. Inoltre mi piace dedicare parte del mio tempo libero alla scoperta, seppur teorica, di paesi che ancora non conosco.

destinazioni

Da dove comincio? Ovviamente dal budget. Una prima stima della spesa che posso sostenere mi permette automaticamente di scartare mete troppo lontane o troppo care (per il costo della vita, per il prezzo degli alloggi o dei servizi accessori). Stabilito il budget vado letteralmente alla scoperta dei paesi o delle città che mi interessano. Ciò che mi interessa per organizzare il mio viaggio sono i luoghi più affascinanti (e possibilmente non troppo turistici, ma questa è sempre un’impresa difficilissima), le distanze da percorrere, come utilizzare i mezzi pubblici, cosa si mangia (e si beve), quanto tempo è necessario per visitare bene il posto.

I canali che uso sono più o meno sempre gli stessi, forum di viaggi e, soprattutto, blog dove posso leggere itinerari già battuti da altri, adattandoli poi alle mie esigenze. Questa è una fase davvero impegnativa, forse la più difficile, perché si tratta sostanzialmente di incastrare i luoghi con gli spostamenti da fare ed il tempo a disposizione. E soprattutto, si tratta di selezionare. Non sono mai scelte facili, soprattutto quando i paesi sono immensi ed offrono tantissimo. Gli itinerari per cui ho faticato di più sono stati infatti quello americano, australiano e canadese. Ho ancora le tabelle excel, le conservo tutte come ricordo (e per dare consigli a chi me li chiede).

pianificare

Quando i pezzi del puzzle mi sembrano più o meno tutti al posto giusto prenoto il volo. Io ho sempre voluto acquistare il biglietto aereo solo a itinerario di viaggio quasi ultimato. Questo perché, ovviamente, è importantissimo scegliere dove arrivare e da dove poi ripartire. Dopo la prenotazione del volo segue tutto il resto (auto, alloggi, assicurazione, servizi accessori)  che mi concedo di ultimare con calma, nei mesi successivi.

Organizzare un viaggio da soli è impegnativo ma altrettanto gratificante. Anzi, per quanto mi riguarda il viaggio comincia già proprio con questa prima fase di progettazione, fatta di studio e di raccolta dati. In questi anni, così facendo, sono riuscita a viaggiare con la mente in praticamente mezzo mondo, anche se poi, a livello pratico, ho visitato forse 1/5 dei paesi che ho analizzato. Anche questo, comunque, fa parte del bagaglio culturale di un vero viaggiatore!

Anche questa volta ho partecipato ad un bellissimo viaggio virtuale tra blogger, che nel mese di gennaio ci portano alla scoperta di luoghi, sapori e persone. Parti anche tu insieme a noi e scopri tutte le amiche che hanno partecipato!

  1. Un viaggio alla scoperta dei luoghi più strani e curiosi che ho incontrato durante i miei viaggi fino ad oggi. http://viaggiandoatestaalta.it/un-viaggio-alla-scoperta-dei-luoghi-piu-strani
  2. Il racconto del mio viaggio di capodanno nel meraviglioso Oman. http://www.girovagandoconstefania.it/2017/01/alla-scoperta-delloman.html 
  3. Scoprire cose nuove di me stessa grazie alla maternità. http://piccolemammecrescono.it/2017/01/10/alla-scoperta-di-me-versione-mamma
  4. Il mio viaggio alla scoperta dell’umanità che si cela dietro ad una tastiera: http://www.vocedelverbopartire.com/come-esportare-un-blog-da-blogspot-a-wordpress/ 
  5. Alla scoperta della natura e dei sapori della Val Pusteria. http://www.sanobioglutenfree.it/una-blogger-in-viaggio/alla-scoperta-della-natura-e-dei.sapori-della-val-pusteria.html 
  6. Un viaggio alla scoperta dei sapori di Provenza e Costa Azzurra http://www.ladiesarebaking.com/2017/01/15/alla-scoperta-dei-sapori-di-provenza-e-costa-azzurra/ 
  7. li occhi sono lo specchio dell’anima: un viaggio alla scoperta della connessione tra uomini e animali. http://www.inviaggiocondorothy.com/2017/01/15/alla-scoperta-dellanima/ 
  8. Ti porto alla scoperta della disciplina, utile per mantenere le proprie promesse di inizio anno. http://combinando.it/come-mantenere-le-proprie-promesse/ 
  9. Questo è l’anno in cui lo dedicherò a me stessa: l’anno in cui farò un viaggio alla scoperta di… Me stessa! http://www.scrivereacolori.it/?p=258&preview=true 
  10. L’inverno incantato esiste e lo puoi trovare a Lubjana. Un viaggio tra sentimento e romanticismo nella capitale slovena. https://elisaedintorniblog.wordpress.com/2017/01/15/viaggio-alla-scoperta-lubjana 
  11. Un viaggio tra le regole del sonno sicuro dei nostri bimbi per evitare il rischio di SIDS. http://www.lalisciaelariccia.it/women-moms/item/148-alla-scoperta-della-sids-rischi-e-prevenzione.html 
  12. Un viaggio alla scoperta di posti nuovi (per me): le mie fonti di ispirazione. http://www.arcobalenoblue.it/un-viaggio-alla-scoperta/

alla-scoperta-di-posti-gusti-e-personefai-con-noi-il-viaggio-virtuale

26 thoughts on “Scegliere una meta con un viaggio virtuale alla scoperta del mondo intero!

  1. Ma sei organizzatissima!!! Mi sa che io di solito sbaglio tutto 😉
    A Natale di due anni fa, però, mi hanno regalato un bel organizer della moleskine che adoro, che mi sta aiutando molto sia ad organizzare i miei viaggi che a raccogliere ricordi dei viaggi fatti!!!
    Lucia Lesley

    Liked by 1 persona

  2. Io di solito faccio viaggi di un durata consistente perciò diventa difficile progettare ogni cosa…ma la partenza e l unica cosa che pianifico al dettaglio…tra biglietti visti e destinazioni…grazie al cielo ho un compagno che è molto piu preciso di me su certe cose…perche io a volte sceglierei la destinazione solo in base a quelli che mi piace di piu… lui invece si preoccupa ogni volta di svegliarmi dal mondo dei sogni ricordandomi che se,per esempio,in quel posto e in quel mese ci sono i monsoni,forse sarebbe meglio spostare la città di arrivo,o altri piccoli dettagli! 😉 la ricerca piace anche a me! Soprattutto quando riesco a trovare la super occasione! Davvero soddisfacente!

    Liked by 1 persona

    1. Anch’io sono sempre felicissima quando riesco a risparmiare sul budget iniziale. Vuoi per una promozione sull’hotel o anche un semplice sconto sull’assicurazione…è sempre una soddisfazione! Anche mio marito comunque guarda molto l’aspetto climatico 😉

      Mi piace

  3. Mi rivedo in ogni passaggio, in ogni incastro di quel puzzle, in ogni sogno ad occhi aperti che si infrange contro la realtà..ma che diventa ancora più significativo quando finalmente lo riesco ad organizzare!
    E’ bellissimo, complicato e spesso preoccupante organizzare in autonomia un viaggio -soprattutto perché non sei ma sicuro che tutto vada come DEVE andare- ma è anche una soddisfazione che si propaga fin nelle arterie.
    Io sono proprio attiva in questo momento per il viaggio di agosto: mi trovo con le tue stesse tempistiche e problematiche quanto a periodi, perciò ti capisco molto bene.
    Ma un viaggio lo amo fin dalla sua scelta, in ogni sua parte 🙂
    Claudia B,

    Liked by 1 persona

    1. Noi vacanzieri di agosto siamo destinati a muoverci sempre 6 mesi prima! Comunque è vero, spesso è anche preoccupante fare tutto da soli, ma un po’ di incertezza contribuisce a rendere la partenza ancora più emozionante, basta che non sia troppa! 😉

      Mi piace

  4. Seo organizzatissima e molto brava nell’organizzazione di un viaggio. Ma non volevo dirti questo. Volevo soffermarmi maggiormente sulla frase con la quale arrivi alla chiusura del post. Dove dici che forse hai visitato solo 1/5 dei paesi analizzati. Concordo in piedi che anche questo fa parte del bagaglio culturale di un viaggiatore. Un viaggiatore non smette mai di fate ricerche, anche su posti che sa non riuscirà a visitare. Ma siamo fatti così e dobbiamo continuare ad essere così 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...