Cosa vedere a Kangaroo Island: mini guida di viaggio.

Piccola, incontaminata e tranquilla. Così potrei definire Kangaroo Island, uno dei luoghi che più ho amato tra tutti quelli visitati durante il mio viaggio in Australia. Kangaroo Island è una piccola perla situata al largo di Cape Jervis, facilmente inseribile in un itinerario di viaggio che da Melbourne conduce sino ad Adelaide, passando per l’imperdibile Great Ocean Road.  A Kangaroo Island ci sono moltissime cose da vedere, soprattutto parchi e siti naturalistici, tanti animali da osservare e conoscere e prodotti del territorio davvero eccellenti. Ecco quindi una mini guida di Kangaroo Island ricca di consigli pratici per organizzare al meglio un itinerario di viaggio di qualche giorno.

COME ARRIVARE. Per arrivare a Kangaroo Island dovrete prendere il traghetto a Cape Jervis, situata a circa 100 km a sud di Adelaide. Vi sono quattro traversate al giorno, due al mattino e due nel tardo pomeriggio, della durata di circa 45 minuti. I prezzi non sono propriamente popolari: due adulti con auto spenderanno circa 270€ a/r. È consigliabile prenotare i biglietti in anticipo, direttamente sul sito Sealink Kangaroo Island. I mezzi pubblici in loco sono praticamente inesistenti quindi il primo consiglio che vorrei dare è quello di prendere un’auto a noleggio per poter seguire il vostro itinerario in totale autonomia. Attenzione perché alcune compagnie di noleggio potrebbero richiedere un sovrapprezzo quindi se intendete arrivare a Kangaroo Island dovrete comunicarlo in anticipo. Un ulteriore consiglio al riguardo: cercate di evitare di guidare di notte, le strade non sono ovunque in buone condizioni e i canguri saltano fuori da tutte le parti. Gli incidenti, soprattutto ai danni dei turisti, non sono così infrequenti.

QUANDO ANDARE. Come sempre, quando si parla di Australia, dovrete invertire le stagioni. A Kangaroo Island gli inverni sono miti, con temperature che oscillano intorno ai 15° gradi di massima. Io ci sono stata in agosto ed era in effetti fresco e un pochino ventoso, ma ciò non ci ha impedito di godere appieno delle bellezze naturali dell’isola (in questo caso vi consiglio di attrezzarvi con felpe pesanti). In estate il clima è ovviamente molto più caldo, con temperature che superano i 30°. La stagione migliore per visitare Kangaroo Island è forse la primavera, quando i prati sono in fiore e gli animali molto più attivi e, quindi, più facili da vedere.

INFORMAZIONI PRATICHE. Prima di entrare nel dettaglio di cosa vedere a Kangaroo Island vorrei fornire alcune informazioni pratiche generali. Quanto rimanere a Kangaroo Island? Date le dimensioni ridotte, due giorni possono essere sufficienti per un itinerario completo dell’isola. Certo se siete amanti del trekking e delle attività all’aria aperta il mio consiglio è quello di restare un po’ di più. Quanto costa un soggiorno a Kangaroo Island? Questo è l’unico tasto dolente: l’isola è abbastanza cara, sia per quanto riguarda gli alloggi, che per i pasti e, come abbiamo visto, anche il traghetto non è per nulla economico. Ne vale la pena? Assolutamente si! Due consigli in questo senso: prenotate con largo anticipo perché la disponibilità si esaurisce presto (soprattutto per gli alberghi più convenienti) e cercate soluzioni alternative ai classici ristoranti. Se volete dare un’occhiata, questo è il sito ufficiale del turismo a Kangaroo Island.

COSA VEDERE A KANGAROO ISLAND. 

American River. Comincio il mio itinerario virtuale di Kangaroo Island da American River, un piccolo villaggio a 20 minuti dal molo dei traghetti dove ho avuto il piacere di alloggiare. American River, benché piccolissima, è una bellissima riserva acquatica dove è possibile vedere ogni giorno splendidi pellicani e dedicarsi al nuoto, alla pesca ed alla canoa. Qui c’è anche un bell’itinerario a piedi lungo 2 km, Scenic Dr, dove potrete passeggiare lungo la riva in mezzo a felci, arbusti ed eucalipti. Al tramonto è davvero suggestivo. Se siete fortunati incontrerete anche qualche wallabi. Ad American River ci sono alcuni alberghi, ma non esiste un vero e proprio centro, quindi per cenare dovrete prendere l’auto o restare nel vostro hotel. C’è solo un piccolo negozio di alimentari. Io ho alloggiato al Mercure Kangaroo Island Lodge, camere davvero belle e ristorante pazzesco.

American River Kangaroo Island
La riserva acquatica di American River

Flinders Chase National Park. Se vi state chiedendo cosa poter vedere a Kangaroo Island, il Flinders Chase National Park dovrebbe essere al primo posto della lista. Questo parco, uno dei più importanti dell’Australia meridionale è a dir poco spettacolare, prendetevi una giornata intera per esplorarlo tutto. Qui potrete osservare canguri, wallabi, varani ed oche selvatiche in totale libertà, ricordatevi quindi non non disturbarli nel loro habitat naturale. Nel parco trovano sede le celeberrime Remarkable Rocks, rocce di granito smussate dall’erosione davvero spettacolari. A poca distanza, andate a vedere anche l’Admirlal Arch, un ponte di roccia creato da secoli di erosione considerato uno dei luoghi di interesse naturalistico più importante dell’isola, residenza di una folta colonia di foche della Nuova Zelanda. Dal Cape Borda Lightstation (ingresso a pagamento) partono diversi sentieri escursionistici, il panorama è davvero bellissimo, vi consiglio di non perdervelo. C’è anche un centro visitatori, situato a Rocky River dove troverete un piccolo ristorante e personale qualificato per ogni tipo di informazione. Se amate molto il contatto con la natura vi consiglio di campeggiare all’interno del parco, vi sono diverse zone attrezzate ed anche qualche cottage.

Flinder Chase Park
All’interno del Flinder Chase National Park
Admiral Arch
Admiral Arch
Remarkable Rocks
Remarkable Rocks

Kingscote. Tra tutte le cose da vedere a Kangaroo Island inserisco anche Kingscote, dato che si tratta del centro abitato più grande dell’isola per cui, qualsiasi itinerario facciate, prima o poi dovrete passare di qua. Kingscote è una cittadina graziosa, abbarbicata su una splendida baia, dove poter fare un po’ di shopping e fermarsi a mangiare. Qui ho consumato uno dei migliori pasti di tutto il viaggio, al Kangaroo Island Fresh Seafood. Non è un vero e proprio ristorante, ma una specie di pescheria dove puoi scegliere il pesce che preferisci e fartelo cucinare al momento (prezzi veramente modici). Noi l’abbiamo mangiato in un parco in riva al mare, il meglio del meglio!

Emu Bay (costa settentrionale). Il nostro itinerario di viaggio a Kangaroo Island prosegue verso la costa settentrionale, in direzione Emu Bay, una piccola baia da vedere assolutamente. Si tratta di una spiaggia bianca e finissima, molto adatta oltretutto alla balneazione, con un’acqua limpida e cristallina che ricorda luoghi molto più esotici. Non a caso è un luogo di villeggiatura molto frequentato, in particolare in estate. Io ci sono stata in inverno ed, oltre ad essere praticamente deserta, i colori erano davvero spettacolari. A farci compagnia tantissimi pellicani dallo sguardo assonnato. Il resto della costa settentrionale prosegue placido con graziose spiagge balneabili e molti terreni agricoli. Incontrerete spesso canguri ed anche qualche pinguino.

Emu Bay Kangaroo Island
I colori di Emu Bay

Seal Bay (costa meridionale). La costa meridionale è senz’altro più aspra e meno adatta alla balneazione, ma un itinerario a Kangaroo Island non può dirsi completo senza una visita al Seal Bay Conservation Park. Qui potrete ammirare una colonia di leoni marini tra le più popolose dell’Australia meridionale. Sono previste anche speciali passeggiate sugli scogli per entrare in contatto diretto con questi splendidi mammiferi. Se vi trovate da queste parti andate a vedere anche Little Sahara, una piccola radura con alcune dune di sabbia bianca davvero particolari.

ITINERARI GASTRONOMICI. Kangaroo Island è una piccola perla anche per quanto riguarda la gastronomia. Il primo itinerario da fare è quello nella Dudley peninsula, ovvero la parte più a est dell’isola, ricca di aziende vinicole dove potrete partecipare a tour guidati e degustazioni. Qui trova sede anche la rinomata Oyster Farm Shop dove si mangiano freschissime ostriche appena pescate. Se amate il miele dovrete invece dirigervi verso la costa meridionale dove troverete diverse aziende produttrici tra cui, una delle più conosciute, la Clifford’s Honey Farm, le cui api arrivarono direttamente dalla Liguria nel lontano 1884. Il miele è uno dei prodotti locali più rinomati, ricordate di acquistarne almeno un vasetto prima di lasciare l’isola.

La mia mini guida di viaggio a Kangaroo Island finisce qui. Pur essendo un’isola geograficamente poco estesa, offre davvero un’infinità di cose da vedere, da fare e persino da assaggiare dunque il mio consiglio spassionato è quello di organizzare il vostro itinerario di viaggio in Australia in modo tale da riuscire a trascorrervi almeno un paio di giorni.

canguro

4 pensieri riguardo “Cosa vedere a Kangaroo Island: mini guida di viaggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...