Viaggio negli Stati Uniti: quanto costa e come risparmiare.

Ultimo aggiornamento

Un viaggio on the road negli Stati Uniti penso sia il sogno di molti. Guidare in mezzo a spazi sconfinati, lungo strade di cui non si riesce mai a scorgere la fine immagino faccia gola a tanti viaggiatori. Il sogno americano resta ancora il sogno americano. Già, ma quanto costa un viaggio negli Stati Uniti? Sebbene sia difficile fare i conti in modo molto preciso, perché molto dipende da dove, come e quando si intende viaggiare in questo paese, proverò a stilare un elenco il più possibile esaustivo di tutte le spese da sostenere per un viaggio negli USA on the road. Organizzato, come da mia abitudine, totalmente in autonomia.

Quanto costa un viaggio negli USA

Biglietto aereo

Partiamo dalla variabile che più incide sul prezzo totale del viaggio ma che al tempo stesso è anche la più difficile da stimare: quanto costa un biglietto aereo per gli Stati Uniti? Da 250 a 1.250€. Tutto e niente, in altre parole. Dipende dalla destinazione e, soprattutto, dal periodo in cui intendete partire.

Tendenzialmente le destinazioni lungo la costa orientale del paese (New York, Boston e Miami, per citare le più turistiche) costano meno rispetto a quelle situate dalla parte opposta (ad esempio Los Angeles, San Francisco, Seattle), se non altro per una questione di distanza da percorrere. Ma non è sempre così, un’amica è volata a San Francisco con 250€, partendo, se non ricordo male, in febbraio. Una bella botta di fortuna comunque, non si tratta di una cifra propriamente standard.

Vi sono destinazioni più turistiche (tipo quelle che ho citato sinora) per cui, muovendosi con il dovuto anticipo, si possono trovare ottime offerte, anche intorno ai 500€, persino in alta stagione (agosto). Per scovare questo tipo di tariffe occorre armarsi di pazienza e controllare ogni giorno.

Altre mete americane, invece, restano più costose, perché magari di minor interesse turistico (specie per chi parte dall’Italia), o perché non sono servite da voli diretti e richiedono quindi itinerari più complessi. Ad esempio, sarà molto difficile volare in Alaska a meno di 7-800€ a persona. L’unico modo per scoprirlo è quello di consultare con frequenza un qualsiasi motore di ricerca per voli (Skyscanner o Google Flight, ad esempio) e controllare le tariffe, anche in diversi periodi dell’anno, per avere un’idea più precisa.

Se cercate un volo per il mese di agosto vi consiglio di prenotare al massimo a marzo. Potete dare un’occhiata anche a questo post: quando prenotare un volo intercontinentale per agosto.

Quali sono le città americane collegate con voli diretti dall’Italia? Questo l’elenco completo, aggiornato a gennaio 2020, con riferimento al periodo estivo:

Da Milano: New York, Miami, San Francisco, Atlanta, Los Angeles

Da Roma: Chicago, New York, Denver, Boston, San Francisco, Los Angeles, Washington, Filadelfia, Charlotte, Atlanta, Dallas, Detroit, Miami, Oakland

Da Venezia: New York, Filadelfia, Chicago, Atlanta

Da Napoli: New York

Da Palermo: New York

aereo stati uniti

Il prezzo di un volo per gli USA dipende da quando e verso dove si parte

Noleggio auto

Che viaggio on the road sarebbe senza auto? Quanto costa noleggiare una macchina negli Stati Uniti? Anche in questo caso dipende sia dal tipo di macchina che dal periodo, ma anche dal luogo di ritiro. Ragioniamo sempre nella peggiore delle ipotesi, quindi il mese di agosto. Il prezzo di partenza è di circa 30€ al giorno per un’auto di piccole dimensioni. A salire a seconda poi del modello. Il prezzo cambia anche a seconda della località (in Alaska, ad esempio, ci è costata 50€ al giorno!), potete controllare velocemente su Rentalcars per avere una stima.

Attenzione ai costi aggiunti, come ad esempio la tassa di drop off qualora decidiate di riconsegnare l’auto in una località diversa rispetto a quella del ritiro. Questo genere di sovrapprezzo spesso non viene messo a preventivo, dovrete contattare direttamente la compagnia di noleggio per conoscere l’ammontare preciso. Il drop off non si paga tra California e Nevada.

Se viaggiate con bambini a seguito dovrete procurarvi anche il seggiolino auto perché quelli europei non sono omologati per gli Stati Uniti. Noleggiarne uno insieme all’auto costerà circa 7-8€ al giorno. Per risparmiare compratene uno da Wal-Mart, che però non potrete riutilizzare in Italia.

Se non avete mai affittato una macchina prima d’ora, potete leggere la mia guida su come noleggiare un’auto.

Autorizzazione di viaggio ESTA

Sono certa di non svelarvi un segreto, ma per un viaggio negli Stati Uniti vi servirà l’autorizzazione di viaggio ESTA. L’Italia rientra infatti tra i paesi i cui cittadini possono viaggiare negli USA senza visto, a patto che sussistano le seguenti condizioni: rimanere sul suolo americano per non più di 90 giorni, per soli scopi turistici.

L’ESTA è obbligatoria per chiunque arrivi negli USA per via aerea (anche in caso di solo scalo) e va richiesta online. Costa 14$ dollari a persona. Per maggiori informazioni, questa è la guida su come richiedere l’ESTA.

Alloggio

Se volo e noleggio auto vi sono sembrati dei salassi, ora potete pure tirare un sospiro di sollievo. I costi più elevati di un viaggio on the road negli USA finiscono qui. Quanto costa alloggiare in albergo negli Stati Uniti? Così come in ogni parte del mondo anche qui potrete spendere tantissimo oppure pochissimo.

Il mio consiglio spassionato è quello di optare il più possibile per i motel, specie se si tratta di soste di una sola notte. Mettete da parte per un momento ciò che siete abituati a vedere nei film: i motel sono, nella maggior parte dei casi, puliti, comodi, confortevoli e, soprattutto, molto economici. In un motel si può dormire tranquillamente con 50€ a notte usufruendo anche della colazione. Se viaggiate con i vostri figli sappiate che le camere sono sempre dotate di doppio letto matrimoniale, cosa che vi permetterà di prenotare una sola camera anche per quattro persone.

Le camere hanno sempre il set per la preparazione di tè e caffè, un frigorifero e spesso anche il microonde. Questa soluzione vi permetterà di risparmiare parecchio sul costo totale del vostro viaggio negli USA. Nelle grandi città la situazione cambia un pochino, i prezzi si alzano, specie nei pressi del downtown, ma la scelta sarà ovviamente molto più vasta.

Se invece desiderate dormire all’interno dei parchi anche in questo caso le tariffe non saranno proprio economiche, a meno che non optiate per il campeggio, laddove permesso. Un altro piccolo consiglio: io ho sempre preferito prenotare tutti gli alloggi prima della partenza. Questo mi ha permesso di valutare con calma le varie offerte, risparmiando senza perdere tempo una volta arrivata a destinazione per la ricerca dell’albergo. Inoltre, spesso le tariffe proposte sul momento sono più alte che non prenotando sui vari portali dedicati.

motel stati uniti

I motel non sono poi così male (qui a Sedona, Arizona)

Mangiare negli USA

Quanto costa mangiare al ristorante negli USA? Anche in questo caso: tantissimo ma anche pochissimo, dipende molto dal tipo di cucina che state cercando. Una buona soluzione, a mio avviso, sono le tavole calde, quei ristorantini informali spesso a conduzione familiare che si trovano lungo le strade statali e che offrono cucina semplice ma gustosa, a piccoli prezzi. Non aspettatevi piatti elaborati o particolarmente salubri, ma con 10$ vi portate a casa un pasto caldo.

Nei centri più grandi avrete ovviamente l’imbarazzo della scelta, molto comodi sono i self-service dove potete comporvi direttamente il piatto, ad esempio insalate farcite oppure specialità medio-orientali take-away. Le catene fast food ovviamente pullulano ovunque, costano pochissimo ma sappiamo cosa offrono.

La cucina messicana è molto diffusa, soprattutto negli stati più occidentali, è buona ed abbastanza economica. Io ne ho approfittato più volte. Infine, una buona bistecca in un ristorante di media categoria (mi dispiace per gli appassionati ma i locali di lusso non fanno per me e non avrò mai molto da dire al riguardo) vi costerà intorno ai 20$. In altre parole, se non si hanno troppe pretese il costo dei pasti non sarà necessariamente molto elevato.

usa on the road

Una classica tavola calda americana

Assicurazione sanitaria e di viaggio

Nel costo totale del vostro viaggio negli USA dovrete necessariamente inserire anche un’assicurazione medico-sanitaria. Questa cosa vorrei decisamente sottolinearla: l’assicurazione è indispensabile. Per i pochi che ancora non lo sapessero, l’assistenza medica negli Stati Uniti, anche quella di primo soccorso, è a pagamento e costosissima, nulla a che vedere con i nostri ticket. Partire senza una buona assicurazione medica sarebbe del tutto sconsiderato.

Quanto costa una polizza di questo tipo? Le compagnie di assicurazione prevedono solitamente varie polizze a prezzi diversi, con premi e coperture differenti. Una polizza per 20 giorni di viaggio completa che comprenda quindi 1) copertura illimitata di spese mediche, 2) responsabilità civile, 3) infortunio, 4) spese per rientro anticipato, 5)annullamento viaggio, 6)smarrimento bagagli costa intorno ai 100€ a persona. Potrete spendere un po’ di meno togliendo qualche copertura, se lo ritenete opportuno. Sconti speciali sono previsti per le famiglie. Vi sembrano tanti? Io vi consiglio di risparmiare su altro, ma non sull’assicurazione.

Spese in loco

Su questo aspetto ci si potrebbe scrivere una guida intera. Cosa intendo con spese in loco? Tutti i costi accessori quali benzina, ingresso a musei o parchi, trasporti pubblici, shopping. Per potervi dare un’idea completa avrei dovuto viaggiare per anni in tutti gli Stati Uniti, ma dato che non è andata così cercherò di descrivere al meglio il poco che ho visto.

La benzina costa poco, attualmente il prezzo è di circa 70 centesimi di Euro al litro (gennaio 2020), viaggiare in auto on the road non costa quindi poi così tanto. Non ci sono pedaggi autostradali. L’ingresso ai parchi nazionali costa in media tra i 10 e i 20$, se intendete visitarne diversi vi conviene acquistare il pass annuale, costa 80$ (i bambini sotto i 15 anni entrano gratis) e vi permette di entrare in oltre 2.000 siti facenti parte il circuito del parchi nazionali. Potrete acquistarlo direttamente all’ingresso del primo parco che andrete a visitare.

Mancia

Una menzione speciale la riservo per la mancia, una spesa che noi italiani non siamo abituati a prendere in considerazione ma che negli USA costituisce un costo di viaggio significativo. Le mance negli Stati Unito sono praticamente obbligatorie, nel senso che se non la lasciate vi chiederanno sicuramente una spiegazione e dovrete giustificare seriamente la vostra scelta. La mancia in verità non è altro che il costo del servizio, non va intesa come un surplus da lasciare solo se il cameriere è stato simpatico.

La mancia copre buona parte della retribuzione del personale ed è esclusa dai prezzi della consumazioni.

Quanto costa la mancia? Nei ristoranti si va normalmente dal 10 al 20% dell’ammontare totale del conto. Dovrete specificarlo sulla ricevuta, indicando o la percentuale o un importo preciso. Il 10% è considerato il minimo sindacale. Se invece state solo bevendo qualcosa, una buona norma è lasciare 1-2 dollari a consumazione, a seconda del drink che avete ordinato (un cocktail richiede ovviamente più lavoro rispetto ad una birra in bottiglia). So che sembra molto, si tratta di una questione culturale cui noi proprio non siamo abituati ma che negli USA costituisce una buona parte della retribuzione di barman e camerieri.

birra

Lasciare la mancia negli USA è quasi obbligatorio

Carta di credito

Organizzare un viaggio negli USA senza carta di credito può rivelarsi parecchio complicato. In primo luogo per il noleggio auto, la maggior parte delle compagnie non accetta carte prepagate. Inoltre, la carta di credito è largamente utilizzata ovunque, anche per spese irrisorie, diciamo inferiori ai 5$. Vi sarà quindi molto comoda e vi eviterà di prelevare troppo denaro contante.