Prodotti skincare coreana: le maschere Innisfree.

Questa volta voglio spostarmi in Corea per parlarvi di uno dei prodotti più importanti della skincare coreana: le maschere viso in tessuto. Questo tipo di prodotto, ormai molto diffuso anche in Europa, è diventato davvero di gran moda e non è un caso che molte aziende cosmetiche europee si stiano impegnando per la produzione di questo tipo di maschere. Perché le maschere in tessuto piacciono tanto? Immagino per la piacevolezza dell’applicazione o forse, più semplicemente, perché sono di moda. Data la mia curiosità per i prodotti skincare di provenienza estera, non potevo non provarne almeno qualcuna. Questa volta vi parlerò quindi delle maschere per il viso in tessuto di Innisfree, direttamente dalla Corea.

Quando dico che queste maschere per il viso provengono direttamente dalla Corea, intendo dire proprio questo, letteralmente, dato che le ho ordinate online su un sito beauty coreano ed ho atteso un mese e mezzo prima di riceverle! Ho già parlato in passato di skincare coreana, del perché è diventata molto di moda e degli step da seguire per realizzarla al meglio (con un po’ di ironia, dato che non sempre si ha il tempo per stare dietro a queste cose), ma ancora non avevo fatto cenno a quali prodotti utilizzare. Le maschere in tessuto sono in effetti uno dei prodotti più importanti all’interno di questa beauty routine, andrebbero infatti utilizzate almeno due o tre volte la settimana. Le maschere in tessuto in Corea sono diffuse già da molto tempo, mentre in Italia sono arrivate solo dopo, quando cioè le beauty blogger nostrane hanno cominciato ad interessarsi di skincare coreana. Veniamo allo specifico del prodotto.

maschere innisfree
La selezione di maschere in tessuto coreane Innisfree

MASCHERE PER IL VISO IN TESSUTO DI INNISFREE: RECENSIONE ED OPINIONI. 

Cominciamo dal brand. Innisfree nasce nel 2000 in Corea e si presenta come un’azienda cosmetica green, molto attenta all’ambiente oltre che agli ingredienti impiegati nei suoi prodotti. Si impegnano molto per il totale riciclaggio di materiali e donano ogni anno l’1% del fatturato per la salvaguardia ambientale. I prodotti Innisifree, da quanto si apprende, sono composti per circa il 70% da ingredienti naturali, quindi un po’ di spazio per qualche agente chimico resta sempre. Le maschere in tessuto sono tra i prodotti più venduti dal brand coreano. Ne esistono varie versioni con principi attivi differenti. Io ho acquistato un pack da 10 pezzi che in assoluto risulta la soluzione più conveniente, dato che si tratta di maschere usa e getta.All’interno della confezione ho trovato queste varianti: tè verde, rosa, aloe, fragola, lime, bacche di acai, burro di karitè, kiwi, tea tree, semi di bijia. A prescindere dal principio attivo, lo scopo principale delle maschere viso Innisfree è quello di fornire una forte idratazione alla pelle del viso e di renderla più morbida e radiosa.

Come si usano? Il prodotto risulta subito molto umido al tatto perché intriso completamente di soluzione liquida. Queste maschere coreane in tessuto vanno applicate sul viso dopo la normale detersione (io sono solita usare un esfoliante prima di qualsiasi maschera) con un po’ di pressione per farle aderire perfettamente alla pelle. Si tengono in posa per una ventina di minuti, si tolgono e si sciacqua il prodotto residuo.

La mia opinione, devo dire, è molto positiva. Le maschere di Innisfree sono veramente una piacevolissima coccola, quasi un trattamento da spa. Sono tutte molto fresche e non appena aderiscono al viso si ha un’immediata sensazione di benessere, sia perché sono molto morbide, sia perché il profumo è molto, molto piacevole. L’effetto post-maschera si percepisce soprattutto al tatto perché la pelle risulta immediatamente più morbida e levigata. Non servirebbe quasi applicare la crema idratante. Onestamente non ho riscontrato differenze particolari tra una maschera e l’altra, in termini di efficacia, ciò che cambia è principalmente il profumo (non vi dico che meraviglia quella alla fragola). Tra tutti i prodotti di skincare coreana le maschere viso di Innisfree sono in cima alla mia personale classifica.

maschere retro
Il retro della confezione

Veniamo ora all’inci del prodotto. Come già avevo anticipato all’inzio della recensione, le maschere viso Innisfree non sono prodotti eco-bio e non contengono esclusivamente ingredienti di origine naturale. L’inci quindi non è totalmente green, ma nemmeno da condannare. Le maschere contengono tutte butylen glycol che di per sè non è pericoloso ma a lungo andare può rendere la pelle più sensibile, dato che ne aumenta la permebilità. È presente anche il PEG-60 che può irritare le pelli più sensibili. Infine, segnalo anche la presenza, sebbene in quantitià minima, di Disodium EDTA che di fatto non è dannoso per la persona me lo è invece per l’ambiente dato che è un sequestrante di metalli. Per quanto normalmente preferisca prodotti un pochino più naturali penso che continuerò ad utilizzare queste maschere coreane anche perché non si tratta di un prodotto di uso quotidiano.

Dove acquistare le maschere di Innisfree? Come la paggior parte dei prodotti di skincare coreana non sono semplicissime da reperire. L’unica via possibile è internet, direttamente sul sito di Innisfree, oppure tramite qualche altro portale di cosmetici coreani. Io ho utilizzato Yesstyle, che propone un’ampia gamma di cosmetici e accessori, con spedizioni internazionali gratuite per ordini superiori a 35€. Il pacco da dieci maschere costa circa 20€.

One thought on “Prodotti skincare coreana: le maschere Innisfree.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...