Fiera della birra artigianale di Santa Lucia di Piave: degustazione di birre europee.

La fiera della birra artigianale di Santa Lucia di Piave (TV), giunta ormai alla sesta edizione, è un evento che si tiene ogni anno verso l’inizio della primavera, un appuntamento irrinunciabile per tutti gli appassionati di birra (e non). L’area espositiva si estende per oltre 2800 metri quadri di superficie, per ospitare la bellezza di 60 birrifici differenti che si alternano nel corso delle tre settimane di durata della manifestazione. Anche quest’anno non mi sono lasciata sfuggire l’occasione di assaggiare qualche ottimo prodotto artigianale ed ho partecipato all’ultimo weekend di esposizione. Questa volta, per la mia rubrica Beers in Travel, non vi posto chissà dove ma vi faccio comunque fare il giro d’Europa con qualche ottima birra artigianale.

La fiera della birra artigianale di Santa Lucia di Piave dura normalmente tre settimane. Ogni weekend si alternano birrifici diversi. Quest’anno la prima settimana era dedicata ai birrifici italiani, la seconda a quelli del Triveneto, la terza ai birrifici artigianali europei. Come già anticipato, io ho partecipato a quest’ultima esposizione. Lo spazi espositivo è grande, ci sono due padiglioni più un ampio spazio esterno attrezzato con tavoli e che ospita le esibizioni di gruppi di musica live. Nel primo padiglione in realtà non ci sono stand di birrifici, ma un pub che rimane allestito per tutta la durata della manifestazione ed alcune bancarelle che propongono gadget legati naturalmente alla birra. La vera esposizione è nel secondo padiglione, dove si trovano tutti gli stand dei birrifici e quelli gastronomici, nel mezzo tanti tavoli di legno dove potersi sedere. Lo spazio è ben organizzato, gli stand sono disposti lungo il perimetro e ci si muove agevolmente. Certo quando la fiera si riempie (dalle 20 in poi) bisogna stare un po’ più attenti a dove si mettono i piedi.

Qualche informazione pratica. L’ingresso alla fiera della birra artigianale di Santa Lucia di Piave costa € 3,00 a persona, i bambini sotto i 14 anni non pagano e il parcheggio è gratuito. Gli orari di apertura sono questi: il venerdì dalle 19 all’1, il sabato dalle 16 all’1, la domenica dalle 11 alle 22. Chi vuole può prendere un bicchiere di vetro da utilizzare tutta la sera (vi sono alcune fontanelle per poterlo risciacquare) pagando una piccola cauzione. All’interno della fiera si trovano anche tanti stand gastronomici che propongono diverse specialità regionali: fiorentina alla brace, hamburger di chianina, frico friulano, focacce di vario genere, primi piatti, panini e stuzzichini. Si può cenare tranquillamente ma vi avviso che i prezzi non sono proprio economici.

Veniamo ora all’aspetto più importante: le birre. Per il weekend dedicato ai birrifici europei la varietà era piuttosto ampia: Germania, Belgio, Repubblica Ceca, Irlanda, Spagna, Austria, Italia e persino due stand dedicati alle birre americane. Alcuni espositori proponevano birre artigianali, altri birre prodotte su larga scala (come l’irlandese O’Hara). I prezzi, ve lo dico subito, sono da pub: una birra media costa 5€, una piccola 3-3,50€. Alcuni stand proponevano degustazioni a 10€ ma i bicchierini erano davvero piccoli. Ecco un breve riepilogo delle birre che abbiamo provato.

Caulier. La Caulier è una straordinaria birra belga, naturalmente priva di zucchero, prodotta già a partire dal 1855. Lo stand proponeva diverse tipologie, tutte appartenenti alla linea 28 (marchio storico del birrificio): IPA, Triple, White oak IPA, Imperial Stout, Imperial Pils, Brett.  Noi abbiamo provato è la Caulier 28 Brett. Una birra rossa con gradazione 7,5°, dal forte sapore di malto, leggermente amarognola ma molto fruttata. Onestamente la migliore tra tutte quelle assaggiate.

Caulier
Le spine dello stand Caulier
Caulier
La Caulier 28 Brett

The White Hag. Lo stand di questi simpatici ragazzi che per l’Italia distribuiscono birre irlandesi ed inglesi proponeva un’ampia varietà di birre artigianali, provenienti da stabilimenti diversi. Noi abbiamo assaggiato la Pricky Back Otchan prodotta nell’East Yorkshire dalla Great Newsome (a conduzione familiare), un’ottima golden ale di medio corpo, dal sapore fruttato e caramellato, con un leggero sentore di noccioline. Non la solita birra bionda, tanto per capirci. Sempre da questo stand abbiamo poi provato la Hopslinger, una classica american IPA prodotta però a Londra dalla Horns Brewing Co. A differenza delle classiche IPA, questa birra risulta meno amara, senza perdere il tradizionale colore ambrato. Il sapore di malto è molto persistente ma si percepisce comunque l’aroma floreale. La birra è corposa e la schiuma morbida e densa, davvero un ottimo prodotto artigianale.

White hag
Lo stand di White Hag

Cerny Orel. Spostiamoci a questo punto nella Repubblica Ceca ed andiamo a Cerny Orel, una birreria con servizio di ristorazione nella città di Kromeriz. Qui le birre proposte erano due: una classica lager bionda ed una rossa. Abbiamo optato per la seconda. Una lager semi-scura, dal sapore dolce e caramellato, prodotta con due tipi di malto e luppolo. Buona anche questa.

Cerny Orel
La spinatrice di Cerny Orel

Kitzmann. In una serata di degustazione di birre artigianali poteva forse mancare un prodotto tedesco? Assolutamente no. Così abbiamo provato la versione scura prodotta dalla Kitzmann, un birrificio di Erlanger, cittadina situata 30 km a nord di Norimberga. Questa birra è davvero eccellente, di colore rosso rubino, corposa, dal sapore caramellato, leggermente amara. Molot, molto buona.

Il nostro giro d’Europa a questo punto è finito. Per quest’anno la Fiera della Birra Artigianale di Santa Lucia di Piave si è conclusa e credo con ottimi risultati a giudicare dall’affluenza che ho potuto constatare. Immagino che venga proposta anche il prossimo anno, se siete appassionati del genere vi consiglio di non perderla!

4 thoughts on “Fiera della birra artigianale di Santa Lucia di Piave: degustazione di birre europee.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...