L’Isola di San Pietro e le sue spiagge: ricordi di vacanze in Sardegna.

L’Isola di San Pietro è un piccolo paradiso situato a sud della Sardegna, fatto di splendide spiagge e paesaggi ancora incontaminati. Questa però non è una di quelle guide su cosa vedere o dove mangiare a. Questo è un articolo un po’ nostalgico perché vi parlerò di tre bellissime estati trascorse qui, in uno dei luoghi più belli di cui ho ricordo. Non vi racconterò per filo e per segno quali sono i luoghi di interesse da visitare, cercherò solo di spiegarvi perché, almeno una volta nella vita, dovreste vedere le spiagge di quest’isola spettacolare.

Dove andare per una vacanza in Sardegna? Tante volte mi sono sentita porre questa domanda ed altrettante volte ho dato sempre la stessa risposta: l’Isola di San Pietro. Non sono un’esperta di Sardegna a dire il vero e di questa regione dal mare spettacolare conosco solo questo luogo, questa piccola isola situata a sud-ovest, a non molta distanza da Carbonia. Io ve lo dico, non c’è luogo al mondo che possa reggere il confronto con l’Isola di San Pietro, io un mare così spettacolare non l’ho trovato nemmeno alle Fiji. Sono stata in questi luoghi molto tempo fa, diciamo pure 25 anni or sono, per tre estati consecutive e non ho idea di come sia, oggigiorno, l’isola. Ci sarà qualche albergo in più, ma il mare e le spiagge presumo siano rimaste le stesse, almeno da quanto riesco a vedere con Google Maps.

L’ISOLA DI SAN PIETRO E LE SUE SPIAGGE

Per tre anni consecutivi, per le nostre vacanze estive, io e la mia famiglia abbiamo affittato per un mese intero un appartamento nei pressi di Carloforte, l’unico centro abitato dell’Isola di San Pietro. Era una casa semplice, ma con un immenso spazio esterno, intorno a noi solo campi a perdita d’occhio. Il padrone di casa, il signor Giuseppe che ricordo ancora con grande affetto nonostante la sua crociata contro la carta igienica (non voleva che la usassimo!), ci portava ogni giorno pomodori grandi come pompelmi, una delle cose più buone che abbia mai mangiato in vita mia. Fuori avevamo la griglia, non so se avete presente cosa significhi mangiare pesce fresco ogni giorno per un mese intero. Ecco, io quasi non me lo ricordo più. Mio padre ci provava anche a pescare (mia sorella usava pezzi si sughero con il filo da pesca), ma ogni sera si andava a Carloforte al mercato del pesce. Me lo ricordo ancora come fosse ieri.

isola di san pietro spiagge sardegna
Mappa dell’Isola di San Pietro
isola san pietro spiagge sardegna
Spiaggia dell’Isola di San Pietro – Foto di Andrea Lodi Flickr

Queste tre vacanze in Sardegna sono state forse le più belle della mia vita. L’Isola di di San Pietro la ricordo per le sue spiagge magnifiche, pulite e poco affollate, per la sabbia bianca, per le scogliere a picco sul mare e per i suoi fondali spettacolari. Quali sono le spiagge più belle dell’Isola di San Pietro?

Cominciamo dalla Punta nera. Qui ci andavamo quasi tutti i giorni, al mattino, perché molto vicina a casa. È una spiaggia piccola ma bellissima, divisa a metà da un molo di sassi naturali. Sabbia bianca e morbidissima e mare limpido e trasparente. Questa spiaggia l’associo alle pesche. Vi sembrerà strano ma per la merenda di metà mattina mia mamma mi dava sempre una pesca e la mangiavo lì, seduta sulla sabbia rovente. Ancora oggi, quando ne addento una, ho subito un flash back di quella spiaggia.

Un’altra spiaggia pazzesca dell’Isola di San Pietro è Girin, situata anch’essa lungo la costa orientale (del resto la parte occidentale dell’isola è quasi totalmente a scogliera). Qui ci andavamo quasi sempre nel pomeriggio, per rimanerci anche fino le otto di sera e oltre. I tramonti lì erano veramente pazzeschi. Adoravo questa spiaggia perché l’acqua non scendeva mai e le corse sul bagnasciuga erano infinite. Quando pensate ai Caraibi o alla Polinesia, sappiate che anche nella piccola Isola di San Pietro, in Sardegna, esistono spiagge da cartolina.

Nella parte sud dell’Isola di San Pietro si trovano poche spiagge di sabbia e molte cale e calette da scoprire sia via terra che via mare. Noi si andava spesso a La Conca, una spettacolare scogliera circondata da una bellissima piscina naturale. Se dovessi scegliere il luogo più bello dell’isola forse sarebbe proprio questo, sebbene sia stato teatro di uno degli episodi più spiacevoli che mi siano successi durante una vacanza (mia sorelle ebbe un incidente in mare e fu portata in ospedale a Carbonia, si riprese subito ma che spavento!). questa scogliera è veramente pazzesca, un’acqua e un fondale così li ho rivisti solo lungo la barriera corallina nel Mar Rosso. Il posto ideale per farsi qualche nuotata con maschera e pinne. Certo se non sapete nuotare non è forse il posto che fa per voi. Vicino a La Conca, si trova la costa della Mezzaluna con grotte spettacolari raggiungibili solo via mare. Noi avevamo noleggiato un gommone per una giornata, fantastico!

La costa settentrionale dell’isola è certamente la più selvaggia, lo era all’epoca e lo è tutt’ora. Qui non ci sono spiagge sabbiose ma solo scogliere che cadono a picco sul mare. Ci venivamo comunque ogni tanto per goderci lo straordinario spettacolo. Da queste parti si trova anche il faro più occidentale di tutta Italia, situato nei pressi di Capo Sandalo.

isola san pietro spiagge sardegna
Il faro di Capo Sandalo – foto di Robert Petruzzo commons wikipedia
isola san pietro spiagge sardegna
Carloforte – Foto di Trovalg Commons Wikipedia

L’Isola di San Pietro non è però solo spiagge. Una vacanza qui è fatta anche di altro. Carloforte è una piccola cittadina di mare davvero molto graziosa. Il lungo mare è molto piacevole, io ci trascorrevo le ore, la sera, a guardare tutte le barche ferme al porto. Sicuramente qui troverete locali e ristoranti per ogni gusto e preferenza. La prima volta che siamo andati nell’Isola di San Pietro era il 1990 ed erano in corso i mondiali di calcio. Non avevamo la televisione nella casa in affitto e mio padre ci trascinava in pizzeria ogni volta che voleva vedere una partita!

Le saline sono un’altra attrattiva dell’Isola di San Pietro. Situate a pochi chilometri da Carloforte, sono ormai in disuso, ma io quelle enormi montagne di sale me le ricordo molto bene. Attualmente le saline dell’Isola di San Pietro ospitano varie specie di volatili acquatici, che trovano in questa zone il loro habitat naturale. Qui è possibile osservare meravigliosi esemplari di Avocetta, Airone Cenerino, Martin Pescatore, Cavaliere d’Italia e Garzetta.

COME ARRIVARE. Se fossi riuscita anche solo ad incuriosirvi su quest’isola spettacolare, ecco qualche informazione pratica per arrivarci. Il mezzo di trasporto più utilizzato per raggiungere l’Isola di San Pietro è il traghetto. Ci si imbarca a Portovesme, a circa un’ottantina di chilometri da Cagliari. La traversata dura circa un’ora e la tariffa è di circa 5€ a persona più 11,90€ per il trasporto auto, a tratta. Per maggiori informazioni potete visitare il sito della compagnia Delcomar. Per noi, a dirla tutta, era un vero viaggio della speranza. Da Belluno a Civitavecchia in auto, poi imbarco in nave fino a Cagliari, da Cagliari a Portovesme di nuovo in auto e poi finalmente traghetto per l’Isola di San Pietro. Ci volevano due giorni ma all’epoca l’aereo era impensabile in termini di costi.

Se anche voi avete voglia di provare la stessa esperienza, vi sono collegamenti giornalieri con Cagliari, Portotorres ed Olbia da Livorno, Civitavecchia e Napoli con diverse compagnie di navigazione. In aereo ovviamente ci vorrà meno tempo ma l’auto vi sarà indispensabile. Valutate quindi cosa vi conviene di più tra nave o volo + noleggio auto.

isola san pietro spiagge sardegna
Spiaggia dell’Isola di San Pietro – Foto di Trovalg Commons Wikipedia

9 thoughts on “L’Isola di San Pietro e le sue spiagge: ricordi di vacanze in Sardegna.

  1. A parte che avevo letto Capo “Scandalo”, la Sardegna manca all’appello delle regioni italiane visitate e dovrò recuperare il prima possibile. La cosa che mi incuriosisce di più è senza dubbio la salina abitata da quelle specie di uccelli, non ne ho mai vista una e adoro fare una specie di bird watching 🙂 se poi è facile da raggiungere da Cagliari ancora meglio, credo che per una mia eventuale prima volta in Sardegna sceglierei quella città.

    Mi piace

  2. La Sardegna è una regione che devo assolutamente visitare al più presto. L’ultima volta che ci sono stata era il 2005, oltre 12 anni fa e non ricordo nulla se non l’acqua cristallina. L’Isola di San Pietro poi, non la conoscevo neppure. Che ignorantona!! 🙂 Tra l’altro sembra un posto così interessante… Grazie per averne parlato, Daniela.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...