Canada

Canada orientale: itinerari consigliati per 2/3 settimane di viaggio

Il primo “problema” che si presenta ad un viaggiatore che sceglie come destinazione un paese geograficamente molto esteso come il Canada è la costruzione dell’itinerario. Da dove partire, che cosa vedere, dove e per quanto tempo fermarsi, prenotare l’alloggio e così via. Personalmente è anche l’aspetto del viaggio (pre-partenza intendiamoci) che preferisco. Pianificare le tappe di un viaggio on the road in prima persona è un’attività che mi dà sempre grande soddisfazione. Il problema è cominciare. In questo post vorrei quindi proporre qualche spunto interessante, costruendo per voi alcuni itinerari nel Canada orientale della durata di 2 o 3 settimane

La costruzione di un itinerario nel Canada orientale (o in qualsiasi altro paese a dire il vero) comincia sempre dallo studio della destinazione, dai luoghi di interesse, dalle strade e dalle distanze. Iniziare da zero è difficile, io spesso mi aiuto prendendo spunto da itinerari già fatti da altri, per poi magari modificarli un po’ a seconda delle mie esigenze. Un itinerario nel Canada orientale pre-confezionato non va per forza seguito alla lettera, ci mancherebbe. Consideratelo piuttosto come il punto di partenza da cui costruire il vostro viaggio su misura. Quelli che vi propongo qui sono alcuni itinerari nel Canada orientale che attraversano aree geografiche differenti ma che racchiudono quanto di meglio questo straordinario paese ha da offrire.

Ancora una volta, sono il frutto della mia personale esperienza di studio e di viaggio. Non mi dilungherò troppo sulle singole tappe, lo scopo di questo post è quello di darvi alcune linee guida sul percorso da intraprendere.

Canada orientale: itinerario numero 1

3 settimane tra Ontario e Québec

canada orientale itinerari
Itinerario di tre settimane tra Ontario e Québec

Il primo itinerario nel Canada orientale che vi propongo è il percorso che ho intrapreso durante il mio primo viaggio in terra canadese. È un bel miscuglio tra città, parchi e zone meno battute. Gli spostamenti non sono particolarmente lunghi, lo consiglio quindi a chi viaggia con bambini o a chi vuole prendersela con un po’ di calma, si fa per dire. Il volo è andata e ritorno su Toronto, nulla ovviamente vi impedisce di volare su Montreal e ribaltare un po’ il giro.

Giorno 1. Arrivo a Toronto e pernottamento nei pressi dell’aeroporto.

Giorno 2. Toronto – Bruce Peninsula (250 km). Alla scoperta di uno dei parchi nazionali più suggestivi dell’Ontario, il Bruce Peninsula National Park.

Giorno 3. Bruce Penisula – Manitoulin Island (traversata in traghetto). Si prende il traghetto a Tobermory, per raggiungere una delle tappe secondo me più belle di questo itinerario nel Canada orientale, Manitoulin Island, dove vi sembrerà di essere fuori dal mondo. Le acque cristalline del Lake Huron vi faranno compagnia, insieme a spiagge, cascate e tanti sentieri escursionistici.

Giorno 4. Manitoulin Island.

Giorno 5. Manitoulin Island.

Giorno 6. Manitoulin Island – Muskoka Lakes (circa 380 km).

Giorno 7. Muskoka Lakes. La regione di Muskoka Lakes secondo me, è da vedere. È un territorio poco frequentato dai turisti europei, è più che altro un luogo di vacanza per i residenti di Toronto che cercano un po’ di tranquillità dal caos della grande metropoli. Laghi a macchia d’olio, piccoli e pittoreschi paesini ed uno dei birrifici più famoso dell’Ontario. Ne parlo meglio in questo articolo.

Giorno 8. Muskoka Lakes – Montreal (500 km). Il percorso da affrontare è lungo, sono circa 500 km i km che separano Huntsville da Montreal. Spezzate il viaggio con una magnifica escursione all’Algonquin Provincial Park o con una visita di qualche ora alla capitale Ottawa.

Giorno 9. Montreal. A mio parere non vale la pena fermarsi molto tempo nelle città canadesi. Se arrivate a Montreal nel tardo pomeriggio e vi fermate anche l’intero giorno successivo per me è sufficiente. Ecco la mia guida express di Montreal.

Giorno 10. Montreal – Québec (250 km). I 250 km che separano le due città si possono, volendo, percorrere tutti in una volta. In alternativa, fermatevi a Trois-Riviéres per il pranzo. Québec è una città che merita una sosta più lunga. Sebbene più piccola rispetto a Montreal e Toronto, è certamente più interessante. Scoprite il perché con la mia guida su cosa vedere a Québec.

Giorno 11. Québec.

Giorno 12. Québec. Arrivati al terzo giorno potreste anche decidere di raggiungere in giornata il meraviglioso parco nazionale Jacques-Cartier, situato a soli 40 km dalla città.

Giorno 13. Québec – Saguenay (215km per arrivare a Tadoussac). Se volete proprio sentirvi fuori dal mondo, lungo il tragitto fermatevi per una visita a Ile aux Coudres, i panorami sono pazzeschi.

Giorno 14. Saguenay. Il fiordo di Saguenay è forse la zona più bella che ho visto durante il mio primo itinerario in Canada orientale. Osservare le balene a Tadoussac, ammirare la profondità ed i colori del fiordo e scoprire paesaggi da cartolina è stato bellissimo. Fermatevi almeno 3 giorni.

Giorno 15. Saguenay.

Giorno 16. Saguenay – Shawinigan (350 km circa). Shawinigan è una cittadina senza particolari attrazioni degne di nota, ma è un’ottima base per visitare il parco nazionale de la Mauricie.

Giorno 17. Parc National de la Mauricie – Thousand Island NP (380 km). Il parco nazionale de la Maurice è spettacolare, vale la pena fermarsi per una giornata intera, ve l’assicuro. Scegliete il percorso escursionistico che fa per voi ed immergetevi nella natura più incontaminata.

Giorno 18. Thousand Island National Park. Il parco nazionale delle Mille Isole merita anch’esso una sosta. Godetevi una crociera lungo il fiume San Lorenzo, i bellissimi panorami della zona e una deliziosa birra artigianale a Gananoque.

Giorno 19. Thousand Island – Toronto (circa 300 km)

Giorno 20. Toronto. A mio modestissimo parere non serve fermarsi molto nella caotica Toronto, che è pur sempre una metropoli dallo spirito cosmopolita che può affascinare, ma che resta una città nordamericana, molto lontana dalle bellezze cittadine europee. Questa è la mia opinione, ovviamente. Se avete poco tempo a disposizione ecco dunque cosa vedere a Toronto in un giorno.

Giorni 21. Niagara Falls e partenza. Questo primo itinerario nel Canada orientale si conclude con le cascate del Niagara. Questo se avete il volo in serata come è capito alla sottoscritta, diversamente dovrete prevedere un giorno in più, o tagliare una qualche altra tappa, se lo preferite. Ecco dunque come visitare il lato canadese delle Cascate del Niagara in giornata.

Canada orientale: itinerario numero 2

2 settimane tra Ontario e Québec.

canada orientale itinerari
Itinerario nel Canada orientale di 2 settimane

Questo secondo itinerario nel Canada orientale sarà molto simile al primo, verranno tagliate alcune tappe per permettere anche a chi ha solo 2 settimane di tempo di godere delle bellezze incredibili di questa immensa regione. Cominciamo sempre da Toronto, in questo caso, per risparmiare qualche chilometro, vi consiglierei di ripartire da Montréal. I ritmi, ovviamente, saranno più serrati.

Giorno 1. Arrivo a Toronto e pernottamento.

Giorno 2. Toronto

Giorno 3. Niagara Falls (in giornata da Toronto)

Giorno 4. Toronto – Kingston (250 km circa). Crociera nel Thousand Island National Park nel pomeriggio/sera

Giorno 5. Kingston – Montrèal (280 km)

Giorno 6. Montreal.

Giorno 7. Montreal – Québec (250 km)

Giorno 8. Québec

Giorno 9. Québec – Escursione in giornata al Parco Jacques – Cartier

Giorno 10. Québec – Tadoussac (200 km). Se arrivate in mattinata potrete prenotare (magari chiamando qualche giorno prima) la vostra escursione per l’avvistamento balene già nel pomeriggio.

Giorno 11. Tadoussac

Giorno 12. Tadoussac – Shawinigan (370 km)

Giorno 13. Parc de la Mauricie – Montreal

Giorno 14. Rientro da Montreal

Canada orientale: itinerario numero 3

3 settimane tra Ontario e Québec.

canada orientale itinerari
Itinerario di 3 settimane che raggiunge anche la Gaspésie 
canada orientale cosa vedere
Le cascate del Niagara
canada orientale cosa vedere
Le rive del fiordo di Saguenay, Québec

Il titolo può confondere, ma non è lo stesso giro che ho proposto nell’itinerario numero 1. In questo caso la prima parte dedicata alla provincia dell’Ontario, al Lake Huron ed ai Muskoka Lakes verrà sostituita con la perla del Québec: la penisola della Gaspésie. Terra aspra e selvaggia che consiglio agli amanti della natura più incontaminata, agli appassionati di fotografia e a chi non ama molto essere circondato dalla folla. Vediamo allora questo terzo itinerario nel Canada orientale, pensato per chi ha 3 settimane a disposizione. Anche in questo caso vi consiglio di atterrare a Toronto e ripartire da Montreal.

Giorno 1. Arrivo a Toronto e pernottamento.

Giorno 2. Toronto

Giorno 3. Niagara Falls (in giornata da Toronto)

Giorno 4. Toronto – Kingston (250 km circa).

Giorno 5. Kingston, crociera nelle Thousand Island

Giorno 6. Kingston – Montrèal (280 km)

Giorno 7. Montreal.

Giorno 8. Montreal – Québec (250 km)

Giorno 9. Québec

Giorno 10. Québec (escursione in giornata al parco Jacques Cartier)

Giorno 11. Québec – Tadoussac (200 km).

Giorno 12. Tadoussac.

Giorno 13. Tadoussac – Saint Anne de Monts. Da Tadoussac dirigetevi a nord. Dopo circa 40 km arriverete a Les Escoumins dove potrete prendere il traghetto che vi condurrà direttamente nella Gaspésie, facendovi risparmiare un bel po’ di strada. Approderete a Trois – Pistole, da lì ripartire subito verso Sainte Anne del Monts, che sarà il vostro avamposto per i due giorni successivi, al fine di visitare uno dei parchi più belli del Québec, il Parc National de la Gaspésie.

Giorno 14. Parc National de la Gaspésie

Giorno 15. Saint Anne de Monts – Gaspé (200 km) percorrete la spettacolare strada costiera con calma, godetevi il meraviglioso panorama delle rocce che cadono a picco sull’oceano e raggiungete Gaspé, dove vi fermerete per i successivi 2 giorni. Gaspé è infatti l’avamposto ideale per visitare il Parco Forillon e per raggiungere Percé, dove sorge la celeberrima roccia forata.

Giorno 16 Parco Forillon (Gaspé)

Giorno 17. Percé (ritorno a Gaspé).

Giorni 18-19. Gaspé – Shawinigan. (850 km). Rientrare dalla penisola di Gaspé non è una passeggiata. La distanza è parecchia e io vi consiglio di spezzare il viaggio con una tappa intermedia, magari fermandovi in uno dei tanti, pittoreschi villaggi lungo le sponde del San Lorenzo.

Giorno 20. Parc National de la Mauricie – Montreal (160 km)

Giorno 21. Rientro da Montreal.

Canada orientale: itinerario numero 4

2 settimane in Québec.

canada orientale itinerari
Itinerario di 2 settimane nel Canada orientale

Il quarto itinerario che vi propongo è la variante ristretta del precedente ed è rivolto ai viaggiatori che, anche con sole due settimane di tempo, non vogliono perdersi la Gaspésie. I tempi ristretti (sì, due settimane in Canada orientale sono poche, almeno in queste zone) mi costringono a tagliare qualcosa rispetto all’itinerario precedente ed ho scelto quindi di concentrarmi sul solo Québec, a discapito di Toronto e della piccola porzione di Ontario che prima avevo invece incluso. Anche il fiordo di Saguenay dovrete purtroppo saltarlo. Il volo sarà quindi a/r su Montreal.

Con tutta sincerità io questo itinerario non lo consiglio. Il tempo è troppo poco per la lunga distanza che richiede il rientro dalla Gaspésie e rischiereste di passare davvero tantissime ore in auto. Se avete due sole settimane di tempo vi direi di optare piuttosto per l’itinerario nel Canada orientale numero 2 (oppure per il numero 5 che troverete di seguito).

canada orientale parchi
Gaspésie

Ad ogni modo, per completezza di informazioni, ecco il quarto itinerario.

Giorno 1. Montreal. Arrivo e pernottamento.

Giorno 2. Montreal

Giorno 3. Montreal – Québec (250) km

Giorno 4. Québec

Giorno 5. Québec (escursione in giornata al parco Jacques Cartier)

Giorno 6. Québec –Saint Anne de Monts (450 km).

Giorno 7. Parc National de la Gaspésie

Giorno 8. Saint Anne de Monts – Gaspé (200 km)

Giorno 9 Parco Forillon (Gaspé)

Giorno 10. Percé (ritorno a Gaspé).

Giornoi 11-12. Gaspé – Shawinigan. (850 km). Anche in questo caso vi direi di fermarvi lungo la costa del San Lorenzo per una tappa intermedia, anche solo per dormire.

Giorno 13. Parc National de la Mauricie

Giorno 14. Rientro da Montreal.

Canada orientale: itinerario numero 5

15 giorni tra Nuova Scozia e Prince Edward Island

canada orientale itinerari
Itinerario in Nuova Scozia ed Isola del Principe Edoardo

Concludo questo mio post con quello che forse è l’itinerario nel Canada orientale più originale e meno battuto. Io non riuscirò mai a spiegare a dovere quanto meravigliose siano queste terre. La pace che questo viaggio mi ha regalato difficilmente riuscirò a trovarla altrove ed è per questo che vi direi di andare proprio qui, in Nuova Scozia e nell’Isola del Principe Edoardo. Fari ovunque e panorami da togliere il fiato nella prima, spiagge bianche e paesaggi bucolici da cartolina nella seconda.

Queste due province del Canada orientale si prestano benissimo a chi ha solo 2 settimane di tempo a disposizione, dato che la zona è circoscritta e le distanze sono molto più contenute. Nulla vi vieta, ovviamente, di rimanerci più a lungo e godervi il viaggio con molta più calma (le spiagge della Prince Edward Island, per esempio, sono l’ideale per concedersi qualche giorno di relax). Il volo questa volta sarà su Halifax, con scalo a Montreal o a Toronto.

Nuova Scozia cosa vedere
Cabot Trail, Nuova Scozia
canada orientale con bambini
Corse in spiaggia, Nuova Scozia

Per informazioni più dettagliate sulla destinazione vi lascio le mie guide:

Cosa vedere in Nuova Scozia

Cosa vedere nell’Isola del Principe Edoardo.

Giorno 1. Halifax. Arrivo e pernottamento in zona aeroporto.

Giorno 2. Halifax – Bridgewater (120 km). Scrivo Bridgewater perché è qui che ho alloggiato ma potete scegliere un qualsiasi altro paese lungo la South Shore. Lunenburg e Mahone Bay sono i più quotati. L’importante è che strada facendo vi fermiate a Peggy’s Cove per ammirare il celeberrimo faro.

Giorno 3. Bridgewater. I due giorni successivi dedicateli ad esplorare tutta la costa meridionale, disseminata di fari in ogni dove. Noi siamo arrivati fino a Cape Sable Island, panorami pazzeschi.

Giorno 4. Bridgewater

Giorno 5. Bridgewater.

Giorno 6. Bridgewater – Digby Neck. (120 km) Attraversate trasversalmente la Nuova Scozia, fermandovi magari al Kejimkujik National Park dato che la strada è breve. Arriverete così nel Digby Neck, un sottile lembo di terra che si affaccia nella Bay of Foundy. Uno dei luoghi migliori per avvistare le balene nel Canada orientale. Annapolys Royal è una cittadina davvero deliziosa che visitata, specie di sabato mattina quando viene allestito il mercato degli agricoltori.

Giorno 6. Digby Neck.

Giorno 7. Digby Neck.

Giorno 8. Digby Neck – Brackley Beach (PEI) (500 km). Raggiungete a questo punto la Prince Edward Island. La soluzione più economica è quella di attraversare il Confederation Bridge all’andata e di prendere il traghetto al ritorno. Brackley Beach è un’ottima zona per cercare alloggio perché situata a circa metà dell’isola, a soli 20 minuti dal capoluogo Charlottetown.

Giorno 9. PEI

Giorno 10. PEI

Giorno 11. PEI – Baddeck (Cape Breton Island) (260 km + traghetto). Prendete il traghetto a Wood Island e ritornerete in Nuova Scozia. Da Caribou dirigetevi direttamente verso la Cape Breton Island. Preparatevi a vedere un luogo come forse ce ne sono pochi altri nel mondo. Il Cabot Trail è un percorso ad anello che attraversa il Cape Breton NP dove le scogliere verde smeraldo si tuffano a strapiombo nel blu intenso dell’oceano. Non vorrete più andare via.

Giorno 12. Cape Breton.

Giorno 13. Cape Breton.

Giorno 14. Cape Breton – Halifax (350 km).

Giorno 15. Halifax e rientro. Noi avevamo il volo la sera e abbiamo sfruttato l’intera giornata per visitare Halifax, cittadina non troppo grande ma con un lungo mare davvero bello e tanti musei interessanti.

15 thoughts on “Canada orientale: itinerari consigliati per 2/3 settimane di viaggio

  1. Sono rimasta totalmente incantata dall’itinerario numero 5. Nuova Scozia e Isola di Principe Edoardo hanno qualcosa che mi lascia a bocca aperta, quel genere di paesaggi che parla direttamente al mio cuore. Grazie per avermi raccontato queste terre!

  2. mi piacerebbe davvero visitare il Canada, ma non so se riuscirò mai a farlo. Nel caso terrò a mente i consigli utilissimi di questa tua guida.
    Ottimo post e ottime immagini!!! 😉

  3. Un post utilissimo che risparmia un sacco di ricerche a noi viaggiatori!Come ti ho già detto, il Canada è davvero una delle destinazioni che vorrei vedere al più presto. Purtroppo, da albergatrice, l’estate sono sempre super occupata. Mi sa che devo decidermi a prendere questo benedetto anno sabbatico!

  4. Adoro il Canada e ci sono stata diverse volte. Ho apprezzato molto la zona della Nuova Scozia e Isola di Principe Edoardo, Hai fatto benissimo ad inserire un itinerario in quella zona, spesso è poco considerata.

  5. Ragazza mia, se tornerò in Canada farò riferimento a te. Ma quanto ci hai messo a scrivere tutti questi itinerari? <3 Io ci sono stata in questo paese spettacolare, anche se ormai sono 18 anni che non torno. Ho visitato solo Montreal e Quebéc ma tanto mi è bastato per innamorarmi. Potessi scegliere, probabilmente opterei per il tuo ultimo itinerario

  6. Hai ragione, organizzare un viaggio in un paese cosi grande è difficilissimo a meno che non ti prenda un anno sabbatico e lo giri tutto. Belli gli itinerari proposti, il primo per me è il migliore.

  7. Non saprei che itinerario scegliere!! Certo per la prima volta ci sono alcune tappe fondamentali per me come le cascate del Niagara e avvistare le balene, ma anche tutto il resto è un sogno!

  8. se mai un giorno dovessi andare in Canada so dove devo leggere tutte le informazioni necessarie! Complimenti per il post dettagliato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *