Irlanda

Dublino: cosa vedere in due giorni

Scrivere una guida su cosa vedere a Dublino in 2 giorni non è un’impresa semplice. Anzi, direi l’esatto contrario. Concentrare in due soli giorni il meglio di quanto la capitale irlandese possa offrire è veramente difficile. Dublino è una città geograficamente non molto estesa ma al suo interno sono racchiuse talmente tante bellezze da poter riempire una settimana intera se non di più. Il problema è che non tutti i viaggiatori hanno tanto tempo a disposizione. Nell’epoca dei viaggi mordi e fuggi da weekend, ecco dunque la mia personalissima guida su cosa vedere a Dublino in 2 giorni.

Cosa vedere a Dublino in due soli giorni? Io ho visitato la capitale irlandese nel contesto di un viaggio più ampio nel paese (qui trovate il mio itinerario in Irlanda di 7 giorni) per cui non posso proprio dire di conoscere questa città come le mie tasche, anzi. Due giorni non sono affatto sufficienti per visitare bene Dublino (motivo per cui mi piacerebbe tanto tornarci) ma se anche voi, come me, non avete a disposizione moltissimo tempo, cercate quantomeno di non partire scoraggiati.

Questa guida express su cosa vedere a Dublino in 2 giorni sarà un itinerario dai ritmi un po’ serrati, come è ovvio che sia, volto principalmente a suggerirvi i luoghi di interesse che, secondo me, non dovreste perdervi nella vivace capitale irlandese.

Articoli correlati

Cosa mangiare in Irlanda

Le migliori birre irlandesi da provare

 

Cosa vedere a Dublino in due giorni.

Giorno 1.

dublino cosa vedere in 2 giorni
Itinerario del primo giorno a Dublino

Trinity College

Cosa vedere a Dublino se non il leggendario campus universitario simbolo di una nazione intera e conosciuto, penso, in tutto il mondo? È proprio dal Trinity College che i vostri 2 giorni a Dublino dovranno cominciare. Non è per banalità o per seguire gli itinerari più classici. Il Trinity College è il luogo che più vi sbalordirà, ve lo garantisco. L’edificio di maggior valenza storica della città meriterebbe un post dedicato, in questa guida proverò a spiegarvi perché, se non sapete cosa vedere in 2 giorni a Dublino, dovreste cominciare proprio da qui.

Al suo interno, e questo lo sanno tutti, è custodito il Book of Kells, un incredibile manoscritto considerato tra i libri più antichi del mondo. La sua origine è infatti stimata intorno all’800 d.C. Il volume è custodito nel Trinity College sin dal XVII secolo. Il Book of Kells contiene il testo dei quattro Vangeli, in latino, arricchito da stupende miniature e da illustrazioni che sono state realizzate anche tra una riga e l’altra. Il problema di un libro tanto prezioso è che, come è ovvio, non può essere sfogliato a piacimento da ogni visitatore (ogni anno da quelle parte transitano oltre 500.000 persone). Il Book of Khells è esposto in una teca aperto sempre nello stesso punto, sono dunque visibili due sole pagine.

Il secondo, imperdibile, gioiello del Trinity College è ovviamente la Old Library. Nello specifico è nella Long Room (ingresso a pagamento) che troverete i volumi più antichi e preziosi, compreso il Book of Kells.

Dopo tanta meraviglia antica vi consiglierei di fare un salto alla Science Gallery, l’area del Trinity College costruita più di recente. Qui vengono allestite numerose esposizioni temporanee che offrono al visitatore interessanti riflessioni sul moderno connubio tra arte, società e scienza.

Godetevi anche i giardini esterni che sono un’autentica meraviglia. Come ho detto, in questo post non voglio (e non posso perché lo “spazio” non me lo consente) scrivere una guida dettagliata del Trinity College, dunque per maggiori informazioni sulle visite e sugli orari di apertura vi rimando direttamente al sito ufficiale. Quello che io posso dirvi è di mettere in preventivo almeno, e dico almeno, una buona mezza giornata per visitare tutte le meraviglie del campus.

Dopo aver visitato a fondo il Trinity College e prima di avventurarvi verso la tappa successiva, godetevi un pranzo sostanzioso in uno dei tanti pub del centro. Se non sapete cosa ordinare potete sempre prendere spunto dalla mia guida gastronomica su cosa mangiare in Irlanda.

dublino cosa vedere in 2 giorni
I meravigliosi corridoi interni del Trinity College
dublino cosa vedere in 2 giorni
Il giardino esterno del Trinity College

National Gallery

Questo nostro primo giorno a Dublino continua con un’imperdibile visita alla National Gallery, la pinacoteca più importante della città. Questa meravigliosa esposizione permanente, che si snoda in ben quattro aree separate, non la consiglio soltanto agli appassionati di arte ma la inserisco nella mia guida su cosa vedere a Dublino in 2 giorni come appuntamento imperdibile per tutti i visitatori che si trovano in città. All’interno della National Gallery di Dublino sono infatti custodite alcune tra le opere più significative del Rinascimento italiano, tra cui alcuni dipinti di Tiziano, Tintoretto e Beato Angelico.

L’opera più significativa contenuta nella National Gallery di Dublino resta comunque, come forse già saprete, La Cattura di Cristo di Caravaggio.

Se invece siete amanti dell’impressionismo, alla National Gallery troverete un’intera sezione dedicata al pittore irlandese più rappresentativo di questa corrente artistica, Jack Butler Yeats. Non a caso l’area di riferimento si chiama Yeats Collection.

A completamento dell’immensa collezione della National Gallery anche alcune opere di Picasso, Goya e Rembrandt. Avete capito insomma che si tratta di una tappa imperdibile nei vostri 2 giorni a Dublino. La National Gallery è aperta tutti i giorni, il giovedì dalle 9:15 alle 20:30, la domenica dalle 11 alle 17:30, gli altri giorni dalle 9:15 ale 17:30. La bella notizia è che l’ingresso è completamente gratuito.

National Museum of Ireland – Natural History (in alternativa)

Cosa vedere a Dublino in 2 giorni? Quando il tempo è poco io preferisco vivere la città il più possibile, passeggiando per le vie del centro in esplorazione piuttosto che rifugiarmi per troppo tempo in un museo. Però è anche vero che visitarne almeno uno, specie se di grande prestigio, è sempre una bellissima esperienza. In questo itinerario di due giorni a Dublino ne vorrei inserire soltanto uno, perciò il National Museum of Ireland lo consiglio come alternativa alla National Gallery, magari per chi non ama particolarmente l’arte o per chi viaggia con bambini a seguito.

I più piccoli resteranno letteralmente estasiati da questa incredibile collezione di animali impagliati e di veri scheletri. Il più celebre fra questi è quello di una balenottera comune lunga circa 20 metri. È davvero impressionante. La collezione è davvero ricca e molto curata. Si tratta di un museo nel senso più tradizionale del termine dato che non vedrete installazioni di stampo moderno o attrattive particolarmente interattive.

Nella Discovery Zone è però possibile apprendere le tecniche di imbalsamazione, per gli esploratori più curiosi. Anche il National Museum of Ireland non prevede il biglietto di ingresso.

Merrion Square.

Io amo molto i parchi cittadini. Quando mi trovo in una grande città trovo sempre il tempo per fermarmi almeno mezz’ora in un’area verde, per rilassarmi, riposarmi un po’ su una panchina, bevendo magari un thè o mangiando un gelato, a seconda della stagione. Per questo, tra le tante cose da vedere a Dublino in due giorni, vi consiglio di fermarvi anche solo un attimo a Merrion Square. Non sarà probabilmente il parco più noto di Dublino, ma vi assicuro che è un angolo verde davvero grazioso, con tante aiuole fiorite, specie in primavera.

La particolarità di Merrion Square è che è contornato da meravigliose palazzine in stile georgiano, probabilmente una delle migliori postazioni in città per ammirare questo genere di architettura. C’è anche un’interessante statua dedicata ad Oscar Wilde. Dato che vi trovate già in questa zona, fermatevi almeno una mezz’oretta, prima di addentrarvi nel vero cuore pulsante di Dublino.

Temple Bar.

Dopo una giornata trascorsa all’insegna della cultura, con il calar della sera, datevi alla pazza gioia a Temple Bar, che è oggettivamente il quartiere più frequentato di tutta Dublino. Non solo per i turisti, Temple Bar è affollata praticamente ogni sera di irlandesi che sentono il bisogno di scaricare lo stress quotidiano in un solo ed unico modo: bevendo. Se capitate da queste parti nel weekend preparatevi a conoscere un vero e proprio pub a cielo a aperto.

Temple bar è pittoresco reticolo di vie acciottolate in cui non sorgono soltanto pub e locali, ma anche tanti negozi vintage e gallerie d’arte. Vi sono anche moltissimi negozi di souvenir per turisti, se vi piace il genere. Di giorno è una zona relativamente tranquilla, di sera si trasforma completamente. Se non amate il caos vi consiglio di farci un giro veloce, giusto per toccare con mano l’autentico spirito goliardico irlandese. In ogni caso vi suggerisco di cenare altrove perché a Temple Bar i prezzi sono mediamente più alti.

dublino cosa vedere in 2 giorni
Temple Bar, Dublino

Cosa vedere a Dublino in 2 giorni.

Giorno 2

dublino cosa vedere in 2 giorni
L’itinerario del secono giorno a Dublino

Chester Beatty Library

Questo secondo giorno nella capitale irlandese dovrebbe cominciare, secondo me, con una visita alla stupefacente Chester Beatty Library, che inserisco a pieno titolo tra le principali attrazioni da vedere a Dublino, anche con 2 soli giorni a diposizione. Nella Chester Beatty Library troverete una collezione di testi sacri che non ha eguali, probabilmente in tutto il mondo. Libri antichi, manoscritti, tavole d’argilla e tantissime altre testimonianze di usi e costumi di tempi antichi e di paesi lontani. Qui potrete ammirare, tra le altre cose, alcuni testi del Corano risalenti il IX secolo ed uno testo biblico considerato tra i più antichi al mondo.

Tra i corridoi della Chester Beatty Librari troverete testi antichi da ogni parte del mondo, in particolare dall’Asia (Persia, Giappone, Cina, Impero Ottomano) e moltissimi testi sacri. Questa libreria è davvero fenomenale, ve lo garantisco, al suo interno tutto parla di storia ed il silenzio sarà il vostro accompagnatore durante tutta la visita. Sul tetto dell’edificio c’è anche un bellissimo giardino giapponese, molto rilassante.

L’ingresso alla Chester Beatty Library è gratuito, vengono organizzate visite guidate e spesso anche laboratori e mostre temporanee. Informatevi sul sito ufficiale prima della partenza.

Dublin Castle

Il Castello di Dublino è un altro luogo simbolico della città che vi consiglio di vedere. Per secoli testimonianza dell’occupazione inglese, la fortezza fu costruita nel XIII secolo su richiesta di Re Giovanni Senza Terra, a scopo prevalentemente difensivo. L’edificio venne in gran parte danneggiato da un incendio quattro secoli dopo. Oggi infatti è visibile solo una delle quattro torri originarie, la Record Tower. Anche gli appartamenti di Stato risalgono tutti al XVIII secolo. Oggi è la sede di rappresentanza della Presidenza della Repubblica Irlandese.

L’interno del castello è visitabile tramite visita guidata. Molte sono le cose da vedere, a cominciare dalla St. Patrick’s Hall, tuttora utilizzata per l’insediamento dei presidenti irlandesi. La sala del trono è altrettanto interessante. Qui trova sede il trono di Guglielmo d’Orange e un magnifico lampadario realizzato in oro che raffigura un trifoglio, un cardo e una rosa intrecciati, in rappresentanza dell’unione tra Irlanda, Scozia ed Inghilterra.

Vi sono naturalmente anche gli appartamenti di stato, una serie di stanze lussuose riccamente decorate. La sala più imponente è quella da ballo, il Salone di San Patrizio, il cui soffitto è adornato da uno splendido affresco che raffigura l’incoronazione di Re Giorgio III. La visita guidata dura poco meno di un’ora e costa 4,50€ a persona.

Il Castello di Dublino è raggiungibile dal Trinity College con una passeggiata di 10 minuti.

dublino cosa vedere in 2 giorni
Dublin Castle

Cattedrale di San Patrizio

Costruita nella versione attuale all’inizio del XIII secolo, la Cattedrale di San Patrizio è la Chiesa più grande d’Irlanda e certamente merita un posto d’onore nel nostro itinerario di 2 giorni a Dublino (il fatto che l’abbia inserita solo alla fine non vuol dire certo che sia meno interessante di quanto già citato sinora!). Parlo di versione attuale perché la Cattedrale di San Patrizio nacque in realtà un secolo prima, ma in una versione più piccola e in legno. Assunse aspetto e dimensioni attuali solo un centinaio di anni dopo. La leggenda narra che fu proprio qui che San Patrizio battezzò e convertì i pagani.

Nel corso dei secoli la Cattedrale fu più volte danneggiata e venne definitivamente ristrutturata alla fine del 1800, assumendo l’aspetto che ancora oggi possiamo ammirare. La Cattedrale di San Patrizio è un luogo molto visitato, sia dai fedeli che dai turisti, quindi aspettatevi di trovarla spesso affollata. Non per questo però risulta meno interessante.

La torre alta 69 metri catturerà subito la vostra attenzione. All’interno troverete uno degli organi più grandi del paese che ancora oggi viene utilizzato, sebbene solo per le celebrazioni più solenni. Anche la navata del coro è degna di interesse, pensate che con i suoi 100 metri è la più grande d’Irlanda. Infine, all’interno della Chiesa riposano oltre 500 personaggi illustri, la maggior parte dei quali legati alla storia religiosa del paese, tra cui però spicca lo scrittore Jonathan Swift, l’autore del celeberrimo “I viaggi di Gulliver”.

L’ingresso è a pagamento e costa € 5.50.

dublino cosa vedere in 2 giorni
Cosa vedere a Dublino in 2 giorni: la Cattedrale di S. Patrizio

Guinness Storehouse

Cosa vedere a Dublino se non la celeberrima fabbrica di birra Guinness? I nostri due giorni nella capitale irlandese si concludono infatti così, con una visita alla Guinness Storehouse. In verità non si tratta della vera fabbrica, che per ragioni igienico-sanitarie non è aperta al pubblico, ma un interessante percorso guidato grazie al quale il visitatore può imparare di tutto e di più sulla stout più famosa (e bevuta) al mondo. È possibile visitare la Guinness Storehouse in totale autonomia (mettete in conto un paio d’ore almeno se poi volete fermarvi a degustare una pinta), oppure con un tour guidato, che va prenotato.

Nel corso del vostro tour avrete modo di apprendere l’intero processo produttivo della birra, come viene preparata, come fermenta e come matura. Imparerete nel dettaglio la lista di ingredienti e vi spiegheranno come vengono realizzate le botti. In altre parole, vita, morte e miracoli della Guinness. La morte sua, ovviamente, sarà la pinta inclusa nel biglietto di ingresso che potrete gustare al Gravity Bar, godendo tra l’altro di una bellissima panoramica sulla città.

La Guinness Storehouse è aperta tutti i gironi dalle 9:30 alle 19 (sebbene si possa entrare fino alle 17). In luglio e agosto l’apertura viene prolungata fino alle 20. I biglietti partono da € 17.50, comprandoli online sul sito ufficiale risparmierete qualcosina.

dublino cosa vedere in 2 giorni
Guinness Storehouse, Dublino

Cosa vedere a Dublino in 2 giorni.

Informazioni pratiche.

Dove Dormire.

Dove pernottare durante i vostri 2 giorni a Dublino? Questa volta un consiglio ve lo voglio proprio dare perché in questo hotel mi sono davvero trovata molto bene e ci tornerei anche domani. Con una precisazione. Non avevo ancora il blog all’epoca del mio viaggio in Irlanda dunque questo post non è stato sponsorizzato in alcun modo e il mio soggiorno (come sempre del resto) l’ho interamente pagato. Detto questo l’albergo che vi consiglio caldamente è il Dergvale Hotel. Un boutique hotel a circa 15 minuti di passeggiata dal centro, semplice ma ben tenuto e con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Io spesi un pochino di meno, ma vedo che oggi una camera doppia con colazione inclusa costa circa 100€ a notte, che per la media della città è un buon prezzo, per la tipologia di alloggio. E badate bene che la colazione che vi offrono non è una classica colazione a buffet con prodotti industriali.

La colazione del Dergvale Hotel è qualcosa di speciale. Viene preparata al momento ed è una combinazione di uova (in camicia sono FA-VO-LO-SE), bacon, salsicce, toast, marmellate, cereali, soda bread e quant’altro. Potete comporla a vostro piacimento. Tornerei lì solo per la colazione.

Le camere non sono enormi, ma graziose e ben tenute. Nel seminterrato anche un piccolo pub riservato agli ospiti. Vi lascio il loro sito ufficiale.

Come muoversi.

Da e per l’aeroporto. Gli spostamenti tra l’aeroporto di Dublino ed il centro città sono piuttosto agevoli e non incontrerete particolari difficoltà. Come in ogni grande città che si rispetti le opzioni sono diverse. La prima è naturalmente con il trasporto pubblico. Le linee 41 e 16 (autobus cittadino) sono le più comode per raggiungere il centro in circa un’ora. Potete fare il biglietto direttamente a bordo. Per i percorsi completi e le tariffe vi rimando al sito ufficiale della Dublinbus.

Un’alternativa più veloce è quella fornita da Airlink, una sorta di navetta espressa per il centro città che ferma in molte delle zone più frequentate del centro. Il biglietto parte da 7€ a persona. Fate attenzione perché se siete in quattro persone potrebbe addirittura risultare più conveniente il taxi. Noi eravamo infatti in 4 e spendemmo 25€ (che ovviamente abbiamo diviso). Le tariffe dei taxi variano naturalmente in base alla distanza, all’orario ed al numero di bagagli ma se siete in gruppo secondo me è la soluzione migliore, se non altro per la comodità di arrivare direttamente a destinazione.

In città. Io a Dublino non ho mai preso un mezzo pubblico. Il centro è a misura d’uomo e mi sono sempre spostata a piedi. Esiste comunque la possibilità di acquistare la Leap Visitor Card che include, oltre alla navetta Airlink per l’aeroporto, anche l’accesso illimitato ai mezzi pubblici (bus e metropolitana). Potete scegliere se acquistarla per 24h (10€), 72h (€ 19.50) o per 7 giorni (€ 40).

3 thoughts on “Dublino: cosa vedere in due giorni

  1. Io sono stata due volte a Dublino, entrambe le volte per poche ore quindi posso dire di aver visto poco o niente. La prima volta abbiamo addirittura deciso di fare il giro sul sightseeing bus per farci un’idea, la seconda volta invece abbiamo appena avuto il tempo di una passeggiata prima di cena e poi in albergo a dormire per prendere poi l’aereo la mattina dopo. Per questo anche a me piacerebbe tornare per dedicarle il tempo che merita.
    Buona domenica ❤️

  2. davvero interessante il tuo blog, lo leggo con grande attenzione. Se andrò a Dublino mi ricorderò di questi luoghi che hai citato. Ottime anche le foto pubblicate che permettono di vedere la bellezza dei vari siti. 😉

  3. Che sogno… Non sono mai stata a Dublino, tanto meno in Irlanda. Mi ispira tantissimo, perché è un paese ricco di storia e, ogni volta che dico Irlanda, non riescono a non venirmi in mente Le Ceneri di Angela (uno dei miei libri preferiti) e gli emigranti, la cui storia è raccontata in tanti film americani. Mi viene in mente anche la triste storia “recente”, ovviamente. Ad ogni modo, io mi catapulterei nella Old Library e a Merrion Square per prima cosa. I musei possono aspettare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*Accetto il trattamento dei dati (obbligatorio)