Belgio

Bruges: cosa vedere in due giorni

Bruges è un’incantevole cittadina di origine medioevale situata a circa un centinaio di chilometri a nord di Bruxelles. Capoluogo delle Fiandre occidentali, il suo centro storico è Patrimonio Unesco dal 2000. Bruges è anche una delle località più visitate di tutto il Belgio. Arte, storia e cultura, architettura, squisito cioccolato e birre che non hanno eguali nel mondo. Tutto questo, e molto altro, troverete nel capoluogo fiammingo occidentale. Cosa vedere a Bruges in due giorni? È un periodo sufficiente per visitare la città in lungo e in largo? Ve lo spiego nella mia personalissima guida di viaggio.

Bruges in due giorni. Cosa vedere? È un periodo di tempo sufficiente per godere al meglio delle bellezze della città? Per una volta tanto vi dico di sì! Incredibile vero?! La verità è che Bruges è una cittadina piccola, i cui spostamenti sono agevoli anche (e soprattutto) a piedi e non avrete problemi a visitarla in soli due giorni. Anzi, vi dirò di più. Molti turisti vi arrivano in giornata da Bruxelles o Gand. Io sono rimasta per un weekend, arrivando il venerdì pomeriggio e ripartendo la domenica dopo pranzo. Un periodo di tempo direi più che sufficiente.

Bruges: cosa vedere in due giorni

 

Markt

Qualsiasi guida di viaggio su cosa vedere a Bruges vi dirà di partire da qui, dal Markt, ovvero la piazza del mercato. Cuore pulsante della città è oggettivamente la zona più bella, sebbene anche la più turistica. Ma poco importa, ve ne farete una ragione. Il mio consiglio è di venire qui la sera, quando i turisti che vengono a Bruges in giornata se ne sono andati e potrete godere al meglio le tante meraviglie che questa piazza vi offre.

Il tratto distintivo del Markt sono gli edifici di origine medioevale, che con i loro tetti spioventi segnano in modo unico e caratteristico il perimetro della zona. Se vi piacciono le attività molto turistiche, qui potrete prenotare il vostro giro della città in carrozza, al costo di € 50. Oppure, se preferite, prendete un caffè o una birra nei tanti locali che circondano la piazza (sebbene i prezzi non siano propriamente convenienti).

Molti di voi suppongo partiranno per Bruges nel fine settimana, ma se vi capita, il mercoledì la piazza principale si anima con il mercato settimanale, sicuramente da vedere.

Belfort

Se volete vedere Bruges dall’alto nella sua quasi totale interezza allora vi consiglio di salire sul Belfort, la torre (civica) di origine medioevale (fu infatti costruita alla fine del XIII secolo) che più di ogni altro edificio segna il profilo della città. Alta 83 metri e leggermente pendente verso sinistra, vi si può salire scalando gli oltre 360, ripidi, scalini. Una faticaccia, lo so, ma la vista vi ripagherà della fatica. Oltre alla meravigliosa vista potrete ammirare la grande campana principale, il carillon costituito da altre 47 campane più piccole e che ancora oggi viene azionato a mano ed il prezioso tesoro.

Le campane del Belfort avevano in passato una funzione speciale, quella cioè di regolamentare e scandire le attività pubbliche della città come, ad esempio, l’inizio e la fine delle attività lavorative e l’apertura e la chiusura delle porte della città.

Il Belfort è patrimonio Unesco. Salirvi costa 8€ a persona ma fate attenzione perché accettano solo 70 persone alla volta e la fila spesso è anche piuttosto lunga. L’ultima risalita è prevista alle 16:15.

bruges cosa vedere in 2 giorni
La piazza del Markt con la torre del Belfort

Eiermarkt

Se quello che state cercando è una piazza un po’ meno turistica ma ugualmente vivace, allora il mio consiglio è quello di spostarvi verso nord, nella Eiermarkt. Questa piazza è molto carina, la riconoscerete per l’enorme torre con leoni in pietra posizionata nel centro. C’è un passato macabro che accompagna questo luogo. Pensate che in epoca medioevale questa piazza era invece una palude in cui spesso le persone annegavano e dove venivano gettati i corpi di criminale condannati a morte. Oggi di questo triste passato non rimane nulla, solo una piazzetta molto caratteristica ricca di caffè e ristoranti dove concedervi una piccola pausa prima di continuare la vostra visita alla città.

Noi ci siamo fermati entrambe le sere per una birra post-cena e ci è molto piaciuta. Ecco perché questa piazzetta rientra a pieno diritto nella mia guida di cosa vedere a Bruges in due giorni.

Burg

Il Brug è una piazza molto meno turistica rispetto al Markt e probabilmente anche meno spettacolare, ma vi sono diversi edifici di indubbia valenza storica, motivo per cui vi consiglio di andarci. Pensate che in origine questa piazza era interamente murata e l’unico accesso era un enorme cancello. Era una sorta di fortezza in altre parole. Qui si erge il Municipio, uno degli edifici che sicuramente dovrete vedere nel corso dei vostri due giorni a Bruges. Si tratta tra le altre cose dell’edifico pubblico più antico di tutto il Belgio e la sua ampia facciata realizzata in stile gotico domina tutta la piazza.

All’interno del Municipio trova sede una spettacolare sala gotica i cui soffitti riccamente affrescati costituiscono una delle maggiori attrattive artistiche della città. Potete visitare l’interno del Municipio anche con un’audio-guida.

Sempre nel Brug, potrete visitare la Basilica del Santissimo sangue, al cui interno viene custodita una fiala che pare contenga alcune gocce del sangue di Cristo. L’ingresso costa 2€.

bruges cosa vedere in 2 giorni
La facciata del Municipio di Bruges

I mulini a vento

Cosa vedere a Bruges in due giorni? Uscite dal centro storico e visitate i pittoreschi mulini a vento che segnano il confine del quartiere di Sint-Anna. A dire il vero, il centro di Bruges è interamente incorniciato da un meraviglioso percorso ad anello che attraversa parchi e costeggia canali. Il sentiero è lungo 8 km ma può essere attraversato anche solo parzialmente. Noi lo abbiamo percorso a metà perché con il bimbo sarebbe stato difficile affrontarlo tutto, senza passeggino (non perché non sia agibile, lo specifico, semplicemente noi non lo usiamo più!).

Quando arriverete sul versante orientale della città incontrerete quattro mulini a vento in cui ancora oggi viene macinato il grano. In origine i mulini erano molti di più, oggi ne restano soltanto quattro che rimangono comunque una delle particolarità da vedere in città.

bruges cosa vedere in 2 giorni
Uno dei quattro mulini a vento ancora rimasti a Bruges
bruges cosa vedere in 2 giorni
Il panorama da uno dei quattro mulini a vento.

Groeningemuseum

Gli amanti dell’arte non dovranno perdersi una visita al Groeningemuseum, ovvero la pinacoteca più importante di Bruges. Al suo interno potrete ammirare numerose vedute delle città, compresa una spettacolare mappa che illustra nei minimi dettagli la Bruges del XV secolo (compresi tutti i mulini a vento).

Oltre a questo, una lunga esposizione di dipinti dei primitivi fiamminghi tra cui alcune importanti opere di Jan van Eyck. Io non ho visitato questo museo, sarò sincera, però la sua indubbia valenza artistica lo rende effettivamente una delle attrattive più importanti di Bruges.

Un giro in barca tra i canali

Più che una cosa da vedere si tratta di una cosa da fare, che a mio parere dovreste riuscire ad incastrare nei vostri due giorni a Bruges. La particolarità di questa città, infatti, sono i canali ed il modo migliore per scoprire tutti i meravigliosi angoli nascosti di Bruges è proprio quello di muoversi in barca. In città è possibile effettuare anche una gita in carrozza o con i bus panoramici. La prima non rientra nelle mie corde dato che non mi piace vedere gli animali sfruttati, anche se solo per passeggiare. La seconda non è male, ma forse più adatta alle brutte giornate.

Se invece il meteo è favorevole molto meglio la gita in barca. A ridosso del canale troverete diversi moli da cui partire. L’escursione dura circa 40 minuti e costa 8€ a persona. Il “comandante” vi farà anche da guida, raccontandovi storie e bellezze nascoste della città. Le barche sono tutte scoperte ed accolgono circa 25 persone. Cercate di procurarvi un posto sulle prime imbarcazioni in partenza (alle 10 del mattino, ultime uscite alle 17) perché durante il giorno ho visto file davvero lunghissime.

La mia guida su cosa vedere a Bruges in due giorni finisce qui. A dire la verità ce la siamo presa con calma, regalandoci lunghe passeggiate nel centro (che davvero ci è piaciuto moltissimo) ed anche i dovuti momenti di pausa per gustare il prodotto locale per eccellenza: la birra! Ma di questo vi parlerò in un altro post.

bruges cosa vedere in 2 giorni
Le barche per turisti che attraversano i canali di Bruges
bruges cosa vedere in 2 giorni
Veduta del canale di Bruges

Bruges: cosa vedere in due giorni

Informazioni pratiche

 

Come arrivare e trasporti in loco.

Bruges è situata a circa 100 km da Bruxelles. La stazione dei treni dista dal centro storico meno di due km ed è il punto delle città da cui molto probabilmente arriverete. A Bruges si può arrivare infatti comodamente in treno dalla vicina Gand (altra località turistica della zona) e dalla stazione centrale di Bruxelles. Sempre con il treno potrete raggiungere, da Bruges, Ostenda e le altre località balneari sulla costa a nord.

Tutt’altro discorso, invece, vale per chi vuole raggiungere Bruges direttamente dall’aeroporto di Charleroi, a sud di Bruxelles, come è capitato a noi. Ho già scritto un post dettagliato su come muoversi da Charleroi a Bruges, ma vi dico ancora una volta che in questo caso la soluzione migliore sono gli autobus di Flibco, che vi porteranno direttamente dall’aeroporto di Charleroi alla stazione di Bruges, senza interruzioni.

Con il treno il tragitto sarebbe davvero assai complicato perché dovreste prima raggiungere in bus o in taxi la stazione di Charleroi, per poi arrivare a Bruxelles, per poi prendere un secondo treno per Bruges. Ad un costo oltretutto superiore. Con Flibco in due ore sarete a destinazione, spendendo 34€ a persona. Per maggiori informazioni e per prenotare i biglietti potete visitare il loro sito ufficiale.

A Bruges ci si muove comodamente a piedi, date le dimensioni ridotte. Ad ogni modo, se siete particolarmente stanchi potrete sempre prendere un autobus urbano.

Da Charleroi a Bruges
I grandi autobus Flibco subito fuori l’aeroporto di Charleroi

Dove alloggiare

Questa volta vorrei darvi un consiglio anche sull’alloggio perché la soluzione che abbiamo provato noi si è rivelata ottima e mi sento di consigliarla. Noi abbiamo alloggiato all’Ibis Brugge Centrum Station Hotel, un grande albergo internazionale situato a pochissimi metri dalla stazione (uscite sul piazzale e salite la scalinata che troverete alla vostra destra, proseguite per 30 metri e troverete l’ingresso). Ottimo rapporto qualità prezzo. In 15 minuti a piedi sarete in centro.

Le camere sono molto essenziali e non grandissime ma pulite e moderne. C’è un simpatico sistema di letti a castello per cui il singolo è posizionato sopra al matrimoniale. Per nostro figlio è stato molto divertente dormire in alto! In alternativa ci sono le classiche camere doppie. La colazione a buffet (a pagamento) è molto buona. Ampia scelta di dolci, pani, yogurt frutta fresca e prodotti salati.

Noi abbiamo speso 80€ a notte per la camera tripla. In città non troverete nulla di più economico, se non forse un paio di ostelli.

bruges cosa vedere in 2 giorni
Il letto a castello nella nostra camera
bruges cosa vedere in 2 giorni
L’abbondante colazione dell’hotel

Costi di viaggio

Bruges è, ahimè, una città abbastanza costosa. Evidentemente perché anche molto turistica. Come già vi ho anticipato gli alberghi non sono economici, specie nel centro storico andrete a spendere almeno 150€ a notte. Anche mangiare non è poi così economico, un piatto tipico al ristorante si aggira sui 20€ a persona come minimo, un po’ meno magari a pranzo. Le soluzioni più economiche sono i chioschi di fritti che troverete qua e là tra le vie della città oppure le panetterie. E se pensate che le birre costino poco solo perché tipiche, beh, vi ricrederete presto. Per una birra da 33cl mettete in conto dai 4€ in su.

Note finali

Questo post è stato scritto in collaborazione con il servizio autobus Flibco, che mi ha offerto il trasporto gratuito, e con l’hotel Ibis Brugge Centrum, dove ho potuto beneficiare della ricca colazione a buffet gratuitamente. Le mie opinioni su entrambi i servizi sono veritiere. Entrambe le aziende mi hanno imposto alcun veto sulla stesura dell’articolo, che è frutto esclusivamente della mia reale esperienza.

 

13 thoughts on “Bruges: cosa vedere in due giorni

  1. Molto interessante e le tue descrizioni sono molto ben fatte. Le foto, che dire… mi piacciono tantissimo e mi è venuta voglia di farle di persona. Mi sa che farò una scappata a Bruges appena sarò dal quelle parti per lavoro. Grazie delle suggestioni.

  2. Ma che splendida mini guida di Bruges, hai dato info utili e un fantastico itinerario. Le foto poi sono pazzesche, hai colto proprio l essenza di questa città stupenda. Complimenti

  3. Bruges è una delle cittadine d’Europa più belle e caratteristiche che abbia mai visto! L’adoro 🙂
    Sarebbe piaciuto moltissimo anche a me soggiornare a Bruges invece ho fatto una toccata e fuga in giornata anche se devo ammettere che è sufficiente.
    Il posticino che adoro di più è il viale con i mulini a vento, non smettevo di fotografare! XD

  4. In un mio post ho definito Bruges di una bellezza “imbarazzante”. È tenuta benissimo e viene voglia di starci molto più del previsto. A me fece molto ridere il museo della “Patata fritta” che si presta a troppi doppi sensi. Esiste ancora?

  5. Io di Bruges me ne sono innamorata, è come vivere in una favola, adoro i suoi laghetti, i suoi mulini, le sue strade e le sue cioccolaterie con tante leccornie in vetrina… spero di tornarci presto!

  6. Bella Bruges! Non ci sono mai stata, ma mi piacciono un sacco quelle facciate colorate che danno sui canali, e che mi fanno pensare a questa città come ad una sorella gemella di Amsterdam, che ho amato tanto 😍

  7. Tante info interessanti! Sono stata poco fa a Bruxelles, ma avevamo pochi giorni e non siamo riusciti a fare un salto a Bruges. Ma vorrei rimediare il prima possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*Accetto il trattamento dei dati (obbligatorio)