Quando andare in Canada: guida al clima del paese

Quando andare in Canada? In una terra talmente vasta da arrivare a raggiungere addirittura il circolo polare artico, il fattore climatico non può non essere preso in considerazione. Nel territorio canadese coesistono infatti climi ed ambienti naturali anche assai diversi tra loro ed è per questo che una minima conoscenza dei fenomeni atmosferici del paese può rivelarsi utile per l’organizzazione di un itinerario di viaggio. Questa è una guida sintetica sul clima canadese che potrà esservi utile per capire in quale periodo dell’anno sia meglio partire.

Clima e temperature sono fattori assai importanti quando si tratta di organizzare un viaggio. Partire nel momento sbagliato può non solo rovinare l’intera vacanza ma anche, e soprattutto, farvi correre il rischio di problemi più seri (scommetto che a nessuno di voi piacerebbe incappare in un ciclone tropicale, giusto?!). Il Canada è il secondo paese al mondo per estensione (dopo la Russia), abbraccia 4 fusi orari differenti, il suo clima va dal continentale temperato a quello artico.

Bisogna dire che la maggior parte dei viaggiatori che si reca in Canada tende a preferire le provincie più popolose del paese che sono in effetti quelle più a sud e, manco a dirlo, anche le più turistiche (Ontario, Québec, British Columbia, Alberta). Se ci fate caso, le principali città canadesi sono tutte collocate a sud, a non poca distanza dal confine con gli Stati Uniti, proprio laddove il clima è più temperato ed ospitale. Si fa per dire. Dovete infatti sapere che in inverno le temperature sono gelide in tutto il paese e che raramente la colonnina di mercurio sale sopra lo zero.

Non a caso, esistono due Toronto. Quella che vive alla luce del sole e quella sotterranea, che durante l’inverno si anima molto più del suo alter ego esterno. Avrete forse già capito che una prima risposta alla domanda “Quando andare in Canada?” potrebbe essere “non in inverno”. Ma andiamo con ordine. Una guida al clima canadese deve per forza prendere in considerazione le diverse aree del paese.

Quando andare in Canada

Il sud

canada quando andare

Il clima nella fascia meridionale del Canada, come già ho anticipato, è continentale/temperato. Nella regione dei grandi laghi dell’Ontario e in buona parte del Québec le estati non durano a lungo ma possono essere davvero molto piacevoli, per non dire calde. Non a caso, i grandi litorali lacustri somigliano molto alle spiagge nostrane cui siamo abituati, per servizi turistici e affollamento. Con una piccola differenza: la temperatura dell’acqua non è propriamente quella del Mediterraneo. I laghi canadesi sono freschi ma fare un tuffo non è impossibile, specie nelle giornate più calde.

Le temperature medie massime in estate si attestano intorno ai 25 gradi ma non è insolito incappare in giornate assai più calde, con anche 30° (esperienza vissuta in prima persona durante tutti i miei viaggi canadesi). È comunque un caldo piacevole, che può scomparire anche improvvisamente dopo un paio di ore di pioggia.

La primavera è invece parecchio tardiva e non particolarmente calda, mentre l’autunno arriva presto e già a settembre le temperature scendono ben al di sotto dei 20°. L’autunno è però il periodo migliore per ammirare il foliage, specie nei grandi parchi. Nel Canada meridionale gli inverni sono lunghi e molto freddi. Nelle città di Montreal e Toronto la colonnina di mercurio raramente sale sopra lo zero, l’aria è fredda e pungente e non è insolito raggiungere i – 20 gradi.

Avrete quindi capito che il periodo migliore per un viaggio nel Canada meridionale è senza dubbio l’estate, da giugno a fine agosto, quando il clima è più piacevole e la maggior parte delle strutture ricettive sono aperte. In alternativa va bene anche l’autunno per ammirare lo spettacolo del foliage, ma portate con voi capi pesanti ed una buona giacca antivento.

canada quando andare

Un tuffo nel (fresco) Lake Huron, Ontario.

Quando andare in Canada

La costa orientale

canada quando andare

Se invece il vostro desiderio è quello di visitare la costa orientale del Canada, sappiate che da queste parti il clima è ancora diverso. La costa affacciata sull’Atlantico gode di un clima meno gelido in inverno e leggermente più fresco in estate. Si tratta in generale di una zona molto più piovosa rispetto alla parte, diciamo, continentale. Anche qui occorre fare delle distinzioni. Newfoundland e Labrador, terre sicuramente spettacolari ma anche estreme sotto svariati punti di vista, hanno un clima artico e gli unici mesi in cui le temperature salgono sopra lo zero sono quelli estivi.

La Nuova Scozia e l’Isola del Principe Edoardo, due provincie spettacolari che ho avuto il piacere di visitare durante il mio secondo viaggio in Canada, hanno un clima decisamente diverso. Le estati sono calde, le temperature piacevoli, arrivano quasi ai 30 gradi. Il mare non è mai caldissimo, ma i canadesi ci sono abituati e non si fanno tanti scrupoli a tuffarsi. Le belle spiagge della Prince Edward Island sono infatti attrezzate e in estate anche molto frequentate. Un bagno siamo riusciti a farlo anche noi!

Si potrebbe quindi pensare che il periodo migliore per un viaggio in questa zona sia l’estate. In effetti è così, climaticamente parlando, ma non scordatevi, ancora una volta, il fenomeno del foliage che qui risulta particolarmente suggestivo, specie a Cape Breton Island, i cui boschi di aceri si tingono di mille sfumature diverse. Se avete la possibilità di prendere ferie tra settembre ed ottobre fateci un pensierino.

Se invece il vostro sogno è quello di visitare le terre remote di Newfoundland e Labrador allora è decisamente preferibile partire in estate.

canada quando andare

Un tuffo a Prince Edward Island

Quando andare in Canada

La costa occidentale

canada quando andare

Quando andare in Canada? Se parliamo di costa occidentale la risposta non è poi tanto diversa dalle precedenti. L’estate si rivela ancora una volta il periodo migliore per un viaggio anche in questa zona. Ma andiamo con ordine. Vancouver, l’omonima isola e più in generale la costa bagnata dal Pacifico godono di un clima meno rigido in inverno. Si tratta infatti dell’unica zona del paese in cui le temperature medie sono superiori allo zero. Nonostante questo, la stagione invernale non è certo la più consigliata per venire da queste parti.

Vancouver Island si spegne, le spiagge risultano quasi deserte e la maggior parte delle strutture turistiche sono chiuse. Anche le mezze stagioni non sono il massimo, fa ancora freddino, l’oceano è mosso e gelido e le piogge sono più frequenti. Oltretutto parliamo di zone in cui il foliage non è così spettacolare come da altre parti (c’è, ma è meno impressionante).

In estate tutto cambia. Le temperature superano anche i 25° e le spiagge si animano di bagnanti e surfisti, specie a Vancouver Island. Non aspettatevi un caldo tropicale e mettente sempre in valigia una felpa: bastano alcune ore di pioggia per abbassare drasticamente le temperature. A noi è capitato proprio a Vancouver Island in agosto, brutto tempo e clima piuttosto freddino. Peccato!

canada quando andare

Sulla costa occidentale le estati sono calde (in foto, Vancouver Island)

Quando andare in Canada

Rocky Mountains

canada quando andare

Un discorso a parte merita la zona delle Montagne Rocciose, meta prediletta da viaggiatori di tutto il mondo perché culla di alcuni tra i parchi più spettacolari del paese (Banff e Jasper vi dicono niente?). Anche qui gli inverni sono rigidi, con temperature che vanno ben al di sotto dello zero e nevicate abbondanti. Questo non è il periodo propriamente più consigliato, anche perché la maggior parte dei sentieri escursionisti non è accessibile.

Il culmine della stagione turistica è, ancora una volta, l’estate. Sulle Montagne Rocciose può fare anche molto caldo, non è raro che si registrino temperature intorno ai 30°, ma l’escursione termica tra il giorno e la notte è piuttosto notevole, anche 20 gradi di differenza. Per questo motivo il vostro bagaglio dovrà essere, ancora una volta, piuttosto variegato.

In estate sussiste purtroppo un problema diverso, che affigge praticamente ogni anno buona parte della British Columbia proprio nella zona delle Rocky Mountains. Si tratta di incendi, di origine spesso dolosa che a causa delle temperature elevate si propagano anche per diversi giorni. A noi è capitato, purtroppo. In questa drammatica situazione, oltre ovviamente un ingente danno ambientale, si creano anche condizioni avverse all’escursionismo e, più in generale, alle attività all’aperto. La visibilità è scarsa e l’aria irrespirabile, motivo per cui molti sentieri vengono chiusi.

Parlando con i canadesi ho capito che questa è purtroppo una sciagura che si verifica praticamente ogni anno, nei periodi più caldi, quindi tra luglio e giugno. Ovviamente sono fenomeni impossibili da prevedere che a mio avviso non dovrebbero comunque dissuadervi dal visitare queste terre meravigliose.

In autunno non c’è questo rischio ma preparatevi a temperature molto più basse. Ho visto foto di laghi innevati già a metà settembre, tanto per darvi un’idea.

canada quando andare

Estati caldi sulle Rocky Mountains

Quando andare in Canada

Il grande Nord

canada quando andare

Infine, il grande Nord del paese. Mi riferisco quindi alle provincie di Nunavut, dei Territori del Nordovest, dello Yukon, ma anche della parte più a nord di British Columbia, Alberta, Saskatchewan, Manitoba e Québec. Sono terre poco abitate e certamente meno visitate dai turisti (basta guardare quante pagine occupano in una qualsiasi guida di viaggio del Canada per rendersene conto) ma che sicuramente affascinano i viaggiatori più intrepidi.

Un viaggio nel Nord del Canada può rivelarsi complicato sotto diversi aspetti: gli spostamenti non sono particolarmente agevoli e in molte zone le strutture ricettive sono praticamente inesistenti. Il fattore climatico, in questo senso, non è da meno. Già dalla baia di Hudson comincia la tundra, con temperature che in inverno superano persino i – 30 gradi. Il clima qui è da considerarsi artico. Non vi sono mezze stagioni da queste parti, l’estate non dura moltissimo e comunque non è mai calda, ma almeno si sale un po’ sopra lo zero.

Un discorso a parte merita la parte più occidentale del Grande Nord. Parlo delle provincie di Yukon (al confine con l’Alaska, tanto per capirsi) e dei Territori del Nord-Ovest. Qui il clima è meno rigido e le estati sono parecchio più calde. Si registrano temperature prossime persino ai 30°, sebbene con una considerevole escursione termica tra il giorno e la notte. L’inverno è comunque molto, molto freddo.

Ancora una volta i mesi estivi si rivelano il momento migliore per partire, anche (e soprattutto) se siete diretti verso le zone più settentrionali del Canada.

Quando andare in Canada

Consigli finali

Abbiamo appurato che in Canada non esiste un clima uniforme ed è altrettanto lampante quanto i mesi estivi siano i migliori per organizzare un viaggio in praticamente tutte le zone del paese. L’inverno è rigido praticamente ovunque, anche nelle regioni continentali al confine con gli Stati Uniti. Partire in questo periodo vorrebbe dire non poter sfruttare tutte le meraviglie naturalistiche che questo paese ha da offrire: parchi chiusi al pubblico, sentieri escursionistici non agibili, fauna nascosta e servizi turistici praticamente inesistenti.

La primavera è una stagione generalmente piacevole per viaggiare, ma in Canada non è proprio così. In primo luogo perché comincia tardi, diciamo tra la fine di aprile e l’inizio di maggio. Inoltre, durante il disgelo, i sentieri escursionistici non sono propriamente agevoli a causa dell’elevata quantità di fango. Meglio a quel punto aspettare giugno, quando le temperature cominciano a salire e tutti i servizi entrano in attività.

L’estate e l’autunno sono i periodi più adatti per un viaggio in Canada, qualsiasi zona decidiate di visitare. Io ci sono sempre andata in agosto, mi sarebbe piaciuto però poter vedere lo spettacolo del foliage che sicuramente è qualcosa di veramente unico e indimenticabile. Se intendete partire da settembre in poi, mettete in conto già una giacca pesante.

Direi per concludere che i mesi perfetti per un viaggio in Canada sono giugno, luglio e settembre. Agosto, manco a dirlo, è altissima stagione e tutto costa un po’ di più (compresi i voli). Non solo, in alcune zone prettamente turistiche, come ad esempio i parchi delle Rocky Mountains e del Québec, o la zona dei grandi laghi in Ontario, in agosto c’è un grande affollamento e per assicurarsi un posto in un qualsiasi hotel (o addirittura una piazzola in campeggio) è necessario prenotare con largo anticipo.