Instagram: trucchi per aumentare i follower senza bot

instagram aumentare follower trucchi

Aumentare i follower su Instagram: esistono trucchi/strategie per far crescere il proprio pubblico, magari persino in poco tempo? Se vi siete posti questa domanda almeno una volta sappiate che quantomeno siete in buona compagnia. Nell’era dell’imprenditoria digitale, del social media marketing e della realtà che cambia solo per compiacere un formato fotografico quadrato, aumentare i follower su Instagram per molti è diventato quasi prioritario. Ecco dunque quelli che, secondo me, sono alcuni trucchi efficaci per aumentare i follower su instagram senza BOT.

Aumentare i follower su Instagram senza BOT si può? Secondo me si. Certo, non si ottengono risultati stratosferici ma quantomeno si agisce in maniera onesta e pulita, senza creare falsi pubblici che, comunque, servono a poco. Soprattutto a chi è interessato ad ottenere collaborazioni commerciali. Cominciamo dal principio: cosa sono i BOT per Instagram? Le persone che lavorano nel settore digitale lo sanno benissimo, non è per loro questa mia velocissima spiegazione.

I BOT non sono altro che programmi automatici in grado di svolgere una massiccia attività di interazione su Instagram e che portano, se settati correttamente, ad un aumento di follower veloce ed esponenziale. Come lavorano? Mettendo like, scrivendo commenti, seguendo (e smettendo di seguire) profili su vostre indicazioni. I BOT vanno programmati inserendo hashtag in linea con i vostri contenuti e profili affini ai vostri per temi trattati. I BOT sono, ovviamente a pagamento. Si va da 10 a 100€ al mese (grossomodo) a seconda delle opzioni prescelte.

I BOT funzionano? Si, funzionano e sono pure veloci. Io ne ho provato uno per un mese e in quel lasso di tempo i miei follower sono aumentati in maniera sensibile. Ecco perché negli ultimi anni li hanno usati praticamente tutti. C’è stato un periodo in cui non riuscivo a trovare un profilo sopra i 10.000 follower che non ne facesse uso! Si perché vi svelo un “segreto”: i profili Instagram si possono controllare per capire se i utilizzino o meno sistemi di crescita automatizzati. Provate con Ninja Analytics.

Per farvi capire come funziona vi faccio vedere il grafico del mio profilo. In giallo sono indicate le variazioni di following, in blu di follower. Quel sali-scendi giallo canarino corrisponde quindi ad una massiccia attività di follow/unfollow, ovvero al periodo in cui ho usato un BOT. L’ultimo periodo è invece caratterizzato da un costante, seppur non stratosferico, aumento di follower e corrisponde al momento in cui ho cominciato a mettere in pratica con costanza i consigli che seguiranno. Ogni tanto mi capita ancora di smettere di seguire qualcuno, si tratta principalmente di profili divenuti inattivi o quasi.

instagram aumentare follower trucchi
Il grafico del mio profilo Instagram, da Ninja Analytics. In giallo le variazioni di following, in blu di follower. Il periodo di sali scendi follow/unfollow corrisponde all’utilizzo di BOT, poi terminato.

La pratica del follow/unfollow è universalmente considerata come la più fastidiosa e meno etica, sia che venga eseguita da un BOT, sia che venga fatta manualmente. Consiste nel seguire un profilo per poi smettere di seguirlo poco dopo, indipendentemente se questi abbia ricambiato o meno il follow. Non ha senso, me ne rendo conto, ma si tratta di una delle strategie più usate per aumentare i follower su Instagram.

In ogni caso, i BOT sono in grado di aumentare i follower su Instagram, ma non sono altrettanto efficaci su altri punti di vista. I BOT procurano follower non sempre interessati ai reali contenuti che pubblichiamo, sono quindi un pubblico inattivo, poco partecipe. Motivo per cui chi usa molto i BOT avrà un alto numero di follower ma un engagement piuttosto bassino. In secondo luogo, quando smetti di un usare un BOT, perderai follower a vista d’occhio, quotidianamente.

Ecco perché nel corso del tempo ho cercato in tutti i modi di trovare una strategia che mi permettesse di aumentare i follower su Instagram senza però ricorrere a scorciatoie. Penso di esserci riuscita anche se, ve lo dico, questi miei suggerimenti non vi porteranno centinaia di migliaia di follower in una settimana. Questo assolutamente no. Ma 30-40 al giorno si, se ci dedicate un po’ di tempo. La parola d’ordine rimane sempre una e una soltanto: INTERAZIONE. Perché Instagram resta pur sempre un social network no?

Instagram: trucchi per aumentare i follower senza bot

Scegliere con chi interagire

Abbiamo detto che la parola d’ordine per aumentare i follower su Instagram in modo naturale, quindi senza utilizzare scorciatoie poco corrette è interagire. Prima di capire quali (e quante) azioni effettuare sul social è importante capire con chi metterle in atto. Certo perché commentare e mettere qualche like a caso potrebbe non aiutarvi per niente. Anzi.

Utenti simili

Cominciamo proprio dalla base. Per far crescere la vostra audience su Instagram è necessario che interagiate in primo luogo con profili che siano non troppo dissimili dal vostro, ovviamente per suscitare il massimo interesse possibile. Se la vostra gallery è incentrata essenzialmente sui viaggi, interagire con profili che trattano di cucina o make-up potrebbe risultare davvero poco funzionale. Il nostro scopo e quello di farci seguire da persone realmente interessate ai nostri contenuti, in modo tale che poi guardino e commentino le nostre foto.

Certo è anche possibile che un’esperta di moda sia anche interessata ai viaggi, quindi i profili molto diversi dai nostri non sarebbero da escludere a priori. Ma come fare per capire se gli interessi degli utenti con cui vogliamo interagire siano o meno simili ai nostri? Continuate a leggere che ci arriviamo.

Hashtag in linea con il vostro profilo

Il primo suggerimento per trovare profili affini al vostro con cui interagire, allo scopo sempre di aumentare i follower su Instagram, è quello di utilizzare gli hashtag. Se siete un minimo avvezzi a questo social (e penso che lo siate, se siete capitati su questo post) saprete già cosa sono e quanto siano importanti per dare visibilità ai vostri contenuti. Gli hashtag però sono anche molto utili per trovare utenti con i nostri stessi interessi. Cercate gli hashtag che normalmente usate di più ma non fermatevi alla sola carrellata di foto che vi compare.

Andate a vedere chi ha pubblicato quella foto, scorrete la gallery e interagite con qualche commento o like, possibilmente per più di una foto, così da farvi notare di più. Attenzione però a scrivere commenti personalizzati e in linea con la foto. Non se ne può più dei soliti “Amazing pic” o “Nice gallery”. Fatevi notare e scrivete qualcosa che risulti davvero simpatico e interessante.

Follower di chi seguiamo

Come fare per capire se gli interessi degli utenti con cui vogliamo interagire siano o meno simili ai nostri? Questa è la domanda che ci siamo posti qualche riga più sopra. A mio avviso, una buona strategia per scoprirlo è quella di andare a sbirciare tra i follower di chi seguiamo. Se decidiamo di seguire un profilo è perché ci interessano i contenuti che pubblica, giusto? Quindi è presumibile pensare che anche gli altri lo facciano per lo stesso motivo e che, di conseguenza, qualche interesse in comune ci sia.

Scegliete un profilo che vi piace e che seguite, che abbia un seguito discreto (diciamo dai 10.000 follower in su) e cominciate ad interagire con i suoi follower. Usate like e commenti, sempre in maniera moderata (vedremo tra poco perché è importante non esagerare) e sempre in maniera ragionata, non completamente a caso. È molto probabile che questi utenti, in un modo o nell’altro, si accorgano di voi e ricambino il favore.

Il mio suggerimento è quello di seguire solo i profili che vi interessano. Fare follow di massa serve a poco e niente e, soprattutto, non fate unfollow il giorno dopo!

instagram aumentare follower trucchi
Follower di following: un trucco per trovare profili con interessi simili ai nostri

Utenti con pochi follower

Un altro trucco per aumentare i follower su Instagram senza l’utilizzo di BOT è quello di interagire con utenti con un seguito medio/basso. I profili con molti follower restano utili per individuare altri utenti affini al nostro profilo, ma interagire con loro non porta grandi risultati. Un influencer con un folto pubblico difficilmente riuscirà a scorgere il vostro like o il vostro commento tra le centinaia di interazioni che riceve. Diversamente, un profilo più piccolo si accorgerà delle vostre azioni con maggior probabilità e sarà più facile che visiti la vostra gallery e che interagisca a sua volta con voi. Questo non vuol dire, ovviamente, che non dobbiate commentare le foto dei super-influencer. Se un contenuto vi piace esprimete sempre la vostra opinione, l’unica cosa è che in questo caso la probabilità di ricevere un commento o un follow di ritorno è molto più bassa. Tutto qui.

Instagram: trucchi per aumentare i follower senza bot

Come e quanto interagire

Like

Lo strumento più semplice per interagire su Instagram sono i like che significano, molto semplicemente, un apprezzamento alla foto pubblicata da qualcun altro. Se volete farvi notare da un altro utente, sperando poi che questi “ricambi il favore” e che magari cominci a seguirvi, un solo like potrebbe non bastare, specie se ha un buon seguito. Mettetene almeno 2-3, per essere sicuri che l’utente di accorga di voi.

Commenti

Il commento richiede qualche secondo in più e andrebbe personalizzato il più possibile. Come già detto, ad Instagram non piacciono i commenti standardizzati e molto simili tra loro perché “puzzano” troppo di BOT. I BOT possono infatti commentare al posto vostro, ma i commenti da inserire glieli dovete dire voi. Chi usa questi programmi non può sapere quali foto verranno selezionate perciò i commenti saranno sempre molto neutri. Qualcosa del tipo “I love your feed” o “Amazing pic”.

Dato che il nostro scopo è quello di aumentare i follower su Instagram senza l’utilizzo di BOT, i commenti dovranno essere personali e riferiti al reale contenuto della foto. Dovete far capire che quel commento l’avete scritto davvero voi e che siete interessati all’argomento. Un suggerimento è quello di fare una domanda, così da coinvolgere maggiormente il vostro interlocutore e dimostrare interesse nei suoi confronti.

Limiti di Instagram (quantità di azioni concesse)

Abbiamo detto che per aumentare i follower su Instagram è di fondamentale importanza l’interazione con gli altri utenti. Verissimo, ma non dobbiamo esagerare. Instagram non ama particolarmente i profili che abusano di like e commenti perché troppo riconducibili all’utilizzo di BOT (i BOT, a mio avviso, lavorano veramente al limite delle possibilità umane!). Da un po’ di tempo a questa parte Instagram ha infatti avviato tutta una serie di provvedimenti volti a scoraggiare l’uso massiccio di sistemi automatici di interazione. Uno di questi è l’imposizione di limiti orari/giornalieri di like, commenti e follow.

Se si superano c’è il rischio che l’account Instagram venga bloccato. Quali sono questi limiti? Ve lo dico subito! Allo stato attuale (2019) 40 è il numero da tenere a mente. Un limite accettabile è quello di 40 like e follow ogni ora. Per un totale di non più di 400 azioni per tipo, al giorno. Un altro consiglio è quello di prevedere una lunga pausa nelle ore notturne. Si, lo so che di notte dormite e non state al telefono, ma Instagram no e se si accorge che smanettate h24 potrebbe pensare che stiate utilizzando un BOT (evidentemente mal settato).

Con i commenti è meglio rimanere più bassi. Questi limiti vanno rispettati in particolare se il vostro profilo è aperto da poco. Instagram tende a bloccare con maggior frequenza l’uso dei like, nonostante siano meno invasivi dei commenti. Perciò, stateci attenti.

Fate attenzione a non superare i limiti di azione imposti da Instagram, pena il blocco del profilo

Instagram: trucchi per aumentare i follower senza bot

I contenuti

In tutto questo non ho mai accennato ai contenuti. Questo non vuol dire, ovviamente, che essi non siano importanti. Se siete piuttosto avvezzi a Instagram lo saprete da voi quali sono le tipologie di foto che vanno per la maggiore. Quasi sempre si tratta di immagini ad altissima risoluzione, studiate nei minimi dettagli per gli accostamenti cromatici, per le inquadrature, per gli oggetti che vi sono contenuti, sistemati al millimetro pur di raggiungere la composizione perfetta.

Il risultato sono gallery molto armoniose e molto, molto cool, in cui le foto si susseguono in modo perfettamente lineare, richiamando un dettaglio presente nella precedente, o comunque mantenendo uno stile sempre uniforme. Questi sono, di solito, i profili che accumulano centinaia di migliaia di follower e che con Istangram ci lavorano praticamente a tempo pieno.

Sono anche profili molto lontani dalla realtà, a mio avviso. Perché chi riesce ad avere una tavola sempre imbandita di toast all’avocado o si può permettere di prenotare in hotel con vista panoramica su Central Park? Io sono per una gallery con foto curate e di qualità, ci mancherebbe, ma preferisco le immagini vere, che siano anche frutto di un’emozione, di un momento, di un luogo e non per forza costruite a tavolino.

Pubblicate immagini belle, divertenti, colorate e ben inquadrate ma che rappresentino anche la vostra personalità e, soprattutto, che non sembrino necessariamente una campagna marketing studiata a tavolino.

instagram aumentare follower trucchi
La mia gallery su Instagram. Foto curate ma naturali e “vere”

Quindi, per concludere: come aumentare i follower su Instagram senza ricorrere a un BOT? Facciamo un veloce sunto della questione:

  • Interagite, sempre in maniera naturale ed “umana”

  • Scegliete utenti con interessi affini ai vostri

  • Aiutatevi con gli hashtag e sbirciate tra i follower dei vostri profili preferite

  • Preferite utenti con pochi follower

  • Apprezzate più di una foto per profilo

  • Scrivete commenti divertenti, personalizzati e in linea con la foto di riferimento

  • Non superate i limiti imposti da Instagram

  • Pubblicate foto belle e curate, ma personali e naturali

One Comment on “Instagram: trucchi per aumentare i follower senza bot”

  1. sul fattore limiti mi pare un po’ limitato, io spesso arrivo a mettere anche centinaia di like all’ora, ma non sono stato bloccato, non saprei come funziona questo metodo.
    Concordo sul resto, trovo siano consigli molto appropriati, ottimo articolo, di grande utilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*Accetto il trattamento dei dati (obbligatorio)