Esta USA: costo, durata e come richiederla

Se siete in procinto di organizzare un viaggio negli Stati Uniti d’America, la prima cosa che dovete sapere è che avrete bisogno dell’Esta, l’autorizzazione di viaggio riservata ai cittadini aderenti il Visa Waiver Program. Si genera spesso un po’ di confusione riguardo l’Esta, in particolare in merito al costo, alla durata e alle modalità per farne richiesta. In verità la procedura è semplice, ma occorre sapere bene come, quando e in quali casi è necessario richiederla. Ecco dunque la mia guida completa su come fare richiesta per l’Esta per un viaggio negli Stati Uniti.

Esta USA: come funziona e come richiederla

Cos’è l’Esta e a cosa serve

L’Esta è un’autorizzazione di viaggio che consente di entrare negli Stati Uniti, per via aerea o via mare, ai cittadini di paesi aderenti il Visa Waiver Program. L’Italia rientra tra questi paesi. L’Esta non è un visto, è una semplice autorizzazione di viaggio. Condizioni irrinunciabili per poterne fare richiesta sono: una permanenza negli USA non superiore a 90 giorni, il viaggio deve essere esclusivamente per scopi turistici. Cerchiamo di capire meglio come funzione l’Esta, cosa consente di fare e, soprattutto, cosa non si può fare con questa autorizzazione.

La prima condizione necessaria per richiedere l’Esta per gli USA è quella di possedere un passaporto elettronico valido. La scadenza dello stesso dovrà quindi essere successiva al vostro rientro in Italia. Dovrete prima ottenere il passaporto e dopo fare richiesta per l’Esta. Abbiamo già detto che l’Italia rientra tra i paesi aderenti il Visa Waiver Program.

Seconda condizione, la durata del soggiorno. Il vostro viaggio negli USA non dovrà durare più di 90 giorni. Diversamente, qualsiasi sia la natura del vostro soggiorno, dovrete richiedere un visto. Questo è anche il motivo principale per cui solitamente si afferma che per richiedere l’Esta per gli USA sia necessario possedere già il biglietto di ritorno (e infatti diverse compagnie aeree non consentono di acquistare un volo di sola andata per gli Stati Uniti).

Occorre precisare che nel modulo da compilare per la richiesta dell’Esta non vengono chiesti i dettagli dei voli (anche perché, come vedremo, con la stessa autorizzazione Esta è possibile effettuare più viaggi negli USA), questa informazione potrebbe venire richiesta al controllo immigrazione. Questo perché, e magari lo approfondiremo in seguito, l’Esta non garantisce comunque il vostro ingresso negli USA, questa decisione verrà presa dal funzionario della polizia di frontiera, il cui giudizio sarà insindacabile.

In ogni caso è necessario possedere un biglietto di ritorno, verso il proprio paese di origine o verso un’altra destinazione, per poter dimostrare la reale intenzione di lasciare il paese. Vedremo tra poco questa questione nel dettaglio.

Terza condizione: la natura del viaggio. L’Esta consente di entrare negli USA solo e soltanto per viaggi di piacere, per turismo. Non è consentita nella maniera più assoluta svolgere attività lavorativa retribuita. Il sito della Farnesina parla anche di “viaggi di affari”, che vanno intesi più che altro come viaggi volti a prendere contatti con potenziali clienti, per svolgere attività lavorativa nel proprio paese. In molti pensano di poter entrare negli USA con l’Esta per cercare lavoro e fermarsi poi più a lungo. Ciò non è possibile, anche perché l’Esta non può venire in ogni caso trasformata in un visto.

passaporto

L’Esta è riservata ai cittadini di paesi aderenti il Visa Waiver Program

Quanto dura l’Esta per gli USA

L’autorizzazione Esta per viaggiare negli Stati Uniti ha una durata di due anni dal momento dell’approvazione, oppure fino alla scadenza del passaporto se questa avviene prima. L’Esta va quindi richiesta nuovamente in questi casi:

  • Scadenza naturale dopo due anni dalla precedente richiesta

  • Scadenza del passaporto

  • Modifiche personali quali: riassegnazione del sesso, cambio di cittadinanza

Se volete tornare negli Stati Uniti più volte dopo aver richiesto l’Esta, nell’arco dei due anni di durata, sarà sufficiente aggiornare la domanda con i nuovi dati di domicilio sul suolo americano.

Quanto costa l’Esta e dove richiederla

L’autorizzazione Esta per gli USA costa 14$ per richiedente. Esiste un solo ed unico sito ufficiale per richiedere l’Esta, che trovate a questo link.

Attenzione perché esistono diverse agenzie online che propongono di effettuare la procedura al posto vostro. Non fanno nulla di illegale ovviamente ma in quanto intermediari la commissione sarà molto più elevata, anche 40€ a persona. Se intendete affidare l’organizzazione del vostro viaggio negli Stati Uniti ad un’agenzia viaggi, molto probabilmente si occuperanno anche di richiedere l’Esta per voi.

L’Esta va richiesta almeno 72 ore prima della partenza. Il mio consiglio, ovviamente, è quello di richiederla non appena vi arriva il passaporto o comunque con un discreto anticipo.

Come compilare il modulo Esta

La compilazione della domanda per l’Esta non è affatto complicata, ma vorrei comunque darvi qualche suggerimento. Ci vorrà una mezz’oretta, anche perché dovrete ricontrollare i dati con attenzione.

Si comincia con l’inserimento dei dati anagrafici, compresi quelli dei genitori del richiedente. Seguono le informazioni di contatto. Attenzione perché il formato previsto per l’indirizzo è quello americano, con il numero che precede il nome della via/strada, il nome del paese e successivamente il codice postale. Se lo scrivete all’italiana vi darà errore, dopo tre tentativi sarete liberi di lasciarlo come l’avete inserito, confermandone la correttezza.

Si prosegue con le informazioni relative alla professione, viene chiesto di specificare anche il datore di lavoro. L’inserimento dei profili social è invece facoltativo.

Successivamente vi verrà chiesto un contatto di emergenza fuori dagli USA.

Dovrete poi specificare se il vostro arrivo negli USA sarà per un semplice scalo, per raggiungere poi un’altra destinazione. Diversamente vi verrà chiesto di inserire un contatto negli USA, che potrà essere il primo hotel dove intendete alloggiare. Al termine, troverete la sezione con i dati del passaporto.

La sezione successiva riguarda una serie di domande sensibili alle quali è necessario rispondere “NO”, al fine di ottenere l’Esta. Ovviamente dicendo la verità. Tali quesiti riguardano malattie, azioni illegali e problemi legati a richieste di visto precedenti.

La compilazione è terminata. Dovrete ricontrollare i dati e pagare con carta di credito.

come organizzare viaggio fai da te

La domanda per l’Esta USA va fatta online, con almeno 72 ore di anticipo rispetto la partenza

Esito della richiesta

Dopo aver effettuato la richiesta Esta sul sito ufficiale dovrete attendere l’esito. Normalmente è abbastanza veloce (anche pochi minuti) ma il tempo massimo di elaborazione resta comunque 72 ore, quindi non spaventatevi se non la ricevete subito. Attenzione, non vi arriverà una mail di conferma, dovrete controllare direttamente sul sito ufficiale. La richiesta può avere tre esisti:

  • Autorizzazione approvata, siete quindi autorizzati a viaggiare verso gli Stati Uniti

  • Autorizzazione negata, in questo caso dovrete rivolgervi al Consolato Americano per richiedere un visto

  • Autorizzazione pendente, nel caso in cui sopraggiunga la necessità di fare ulteriori verifiche

Autorizzazione Esta negata

La richiesta dell’Esta per gli USA può anche avere esito negativo, in particolare se sussiste uno o più delle seguenti condizioni:

  • Errori nella compilazione

  • I cittadini di paesi aderenti il VWP che hanno viaggiato in Iran, Iraq, Sudan o Siria a partire dal 1/03/2011 (non per scopi militari o diplomatici) si vedranno negare l’autorizzazione

  • Permanenza negli USA di oltre 90 giorni durante viaggi precedenti

In caso di rifiuto dovrete necessariamente rivolgervi all’ambasciata o ad un consolato per la richiesta di un visto, che non per forza vi verrà concesso. L’Esta può venire bloccata anche dopo l’autorizzazione, qualora vengano meno le condizioni necessarie per la sua richiesta.

Controllo immigrazione negli USA

Abbiamo detto che l’autorizzazione Esta non garantisce l’ingresso sul suolo statunitense, questa è una decisione che spetta solo e soltanto alla polizia di frontiera. Quando arriverete negli USA sarete quindi sottoposti al controllo immigrazione, ma come funziona? Negli ultimi anni la procedura è stata di molto automatizzata grazie alla presenza di totem elettronici in molti aeroporti del paese.

Il totem vi chiederà una serie di domande, dovrete scannerizzare il passaporto e mettervi in posa per uno scatto istantaneo. Verrà quindi stampata una ricevuta.

Successivamente verrete comunque interrogati dal personale addetto ai controlli. Questo colloquio può avvenire con modalità diverse, tutto è a discrezione della persona che incontrerete, il cui compito è quello di verificare che quanto avete dichiarato durante nella richiesta Esta sia vero. Il colloquio può durare molto poco, oppure dilungarsi, a seconda delle risposte date e/o della scrupolosità dell’addetto ai controlli.

Vi chiederanno come prima cosa quanto rimarrete negli USA e lo scopo del vostro viaggio. Potrebbero poi fare domande sul vostro impiego in Italia. Cercate di avere a portata di mano le prenotazioni per il volo di ritorno, potrebbero chiedere anche quelle.

canada flag

Dagli Stati Uniti e possibile sconfinare in Canada in auto

Uscita dagli USA e viaggi multipli

Vorrei concludere questa guida su come richiedere l’Esta per viaggiare negli USA con alcune considerazioni sui viaggi multipli e sull’attraversamento delle frontiere con paesi limitrofi. Abbiamo detto che se viaggiate con l’Esta la vostra permanenza non dovrà superare i 90 giorni. Il primo suggerimento che vorrei darvi è quello ovviamente di non prenotare il volo di ritorno al 90esimo giorno. Se il volo venisse cancellato, se vi fosse uno sciopero o un evento climatico che impedisse la partenza, sareste nei guai.

Dagli Stati Uniti è ovviamente possibile sconfinare nei paesi limitrofi: Canada, Messico e isole dei Caraibi. In questo caso dovrete però tenere a mente che il periodo che trascorrerete in questi Stati rientra nel conteggio dei 90 giorni permessi dall’Esta. Quindi, se intendete rientrare nuovamente negli USA fate bene i vostri conti.

Altra considerazione riguarda la frequenza con cui intendete recarvi negli USA. È abbastanza scontato che con questo tipo di autorizzazione non possiate andare e tornare negli USA con una frequenza troppo elevata, le autorità potrebbero insospettirsi e negare quindi l’Esta. In via del tutto generale è consigliabile trascorrere meno tempo negli Stati Uniti rispetto a quello in cui rimanete in Italia.