berlino cosa vedere 3 giorni

cosa vedere a berlino in tre giorni

Cosa vedere a Berlino in tre giorni? Quanto tempo ci vuole per visitare la capitale tedesca? Berlino è una città che ha tanto, tantissimo da raccontare. Berlino è un libro di storia le cui pagine si sfogliano ad ogni angolo, in tutte le strade, persino dal sedile di un autobus. Ci vorrebbe forse più tempo. In ogni caso, se stai pensando di visitare Berlino in tre giorni, questa è la guida che fa per te! Troverai i luoghi di maggior interesse da vedere e alcuni consigli per organizzare il tuo soggiorno.

visitare Berlino in tre giorni

Quando raccontavo ad altri il mio programma di viaggio nella capitale tedesca la risposta era sempre più o meno la stessa: “Troppo poco tempo, non riuscirai a vedere nulla”. Io però ci ho voluto provare. . Visitare Berlino in soli 3 giorni è un po’ come sperare di leggere Guerra e Pace in una settimana (ma qualcuno ci sarà pure riuscito no?).

In tre giorni potrai visitare palazzi, alcuni musei (non tutti, questo è certo), monumenti storici. Con un po’ di corse e giornate piene dal mattino sino a tarda sera, questo sarà possibile. Il turismo di oggi, lo sappiamo tutti, è diventato sempre più “mordi e fuggi” e se un tempo per visitare una qualsiasi capitale europea ci serviva quantomeno una settimana, oggi è il weekend ad essere unità di misura universale per i viaggi a corto raggio.

E comunque, diciamoci la verità, non basterebbe nemmeno un mese per conoscere una città come Berlino!I miei 3 giorni a Berlino: riflessioni personali

Cominciamo da una riflessione personale, prima di entrare nel vivo della mia guida su cosa vedere a Berlino in tre giorni. Che impressioni mi ha dato la capitale tedesca? Mi è piaciuta? Mi ha delusa? Nessuna delle due, se devo essere sincera. Visitare Berlino per la prima volta in età adulta e con bambino a seguito, oltretutto, può essere rischioso. Sono partita carica di aspettative, ma qualcosa mi ha lasciata con l’amaro in bocca, lo confesso.

Berlino è una città che stupisce, questo è certo. È una città che un pochino ti cambia per forza. Tanto dolore e ferite che ancora faticano a ricucirsi. Questo lo percepisci subito, anche dopo le prime tre ore, non servono per forza tre giorni per capire che Berlino è, tutt’oggi, una città che ancora piange le sue vittime.

Eppure non è al pari di tante altre capitali europee, secondo me. Del resto, Berlino è una città che ha perso tutto e che ha cominciato a risollevarsi solo in epoca recente. Berlino oggi è il centro d’Europa, capitale multiculturale e frenetica, una città con davvero tante, tantissime cose da raccontare. Per questo ci tornerei comunque, mi piacerebbe avere l’occasione di conoscerla meglio.

cosa vedere a berlino

Porta di Brandeburgo

I miei tre giorni a Berlino sono cominciati proprio da qui, dalla porta di Brandeburgo, simbolo della città universalmente riconosciuto. Costruita alla fine del XVIII secolo, è un monumento imponente in stile neoclassico, che domina il lato occidentale di Pariser Platz. Come tutti i luoghi simbolici di questo mondo, anche la Porta di Brandeburgo è un monumento decisamente affollato, a tutte le ore del giorno, ma non per questo perde in fascino e valenza storica. Comincia il tour di Berlino da qui per partire con il piede giusto, con la giusta emozione e con quel pizzico di adrenalina che tutti i grandi monumenti sanno regalarci quando ci troviamo al loro cospetto.

Sulla cima della porta trova sede una grandiosa scultura, raffigurante la dea della vittoria intenta a domare una squadra di quattro cavalli. Scultura che ha persino trascorso un periodo di “villeggiatura” a Parigi, quando Napoleone la portò con sé nel 1806 dopo la vittoria sulla Prussia. La statua ritornò a Berlino, al suo posto, nel 1815.

Se vuoi regalarti alcuni minuti di silenzio, al riparo dalle orde di turisti che assalgono la Porta di Brandeburgo praticamente ad ogni ora del giorno, vai nell’ala nord. Lì c’è una sala del silenzio dove nessuno oserà rivolgerti la parola.

Memoriale dell’Olocausto

Dovendo decidere cosa vedere a Berlino in tre giorni, non dimenticare di mettere in lista il Memoriale dell’Olocausto, situato a pochi passi dalla Porta di Brandeburgo (noi l’abbiamo visitato subito dopo, infatti). A mio parere, il luogo più toccante di Berlino. Ti lascerà un po’ amaro in bocca ma ti farà riflettere più di qualsiasi libro di storia.

Frutto di una lunghissima e molto travagliata progettazione (ci sono voluti quasi 20 anni per arrivare al risultato finale come oggi lo possiamo vedere), il Memoriale dell’Olocausto si sviluppa in orizzontale, con una lunga distesa di stele, che ricordano molto di più delle tombe, realizzate dall’architetto americano Peter Eisenmann. Le stele sono, per la precisione, 2711 e somigliano a un labirinto senza fine. Più ti perderai al suo interno, più avrai consapevolezza del loro significato. Il silenzio ti accompagnerà in questa esperienza che, ti assicuro, non dimenticherai.

Annesso al Memoriale dell’Olocausto c’è un museo che ti consiglio caldamente di vedere. Riserva un paio d’ore per la visita, è disponibile un’audio guida gratuita. Sarò sincera, il museo è un colpo allo stomaco. Vi sono immagini forti che potrebbero urtare la sensibilità di qualcuno, ma la storia è questa, del resto. La visita è sconsigliata ai bambini al di sotto dei 12 anni ma lasciano libertà di scelta ai genitori.

berlino cosa vedere 3 giorni
La porta di Brandeburgo, simbolo della città di Berlino.
berlino cosa vedere 3 giorni
La cupola del Reichstag a Berlino
berlino cosa vedere 3 giorni
Il labirinto del memoriale dell’Olocausto

Palazzo del Reichstag

Il palazzo del Parlamento sarà chiaramente un’altra tappa obbligata dei tuoi tre giorni a Berlino (possiamo dire che a questo punto il primo giorno già si sarà esaurito). L’edificio è imponente, osservalo bene dalla facciata principale, fai qualche passo indietro per fotografarlo nella sua interezza. Dell’edificio originale del 1894 rimangono solo le torri e la facciata principale, con la celeberrima targa in bronzo “Al popolo tedesco”, ma la meravigliosa cupola in vetro costruita solo successivamente compensa ampiamente questa piccola mancanza.

La cupola è aperta al pubblico e merita una vista. Onestamente una delle cose più belle da vedere a Berlino. L’ingresso è gratuito ma va prenotato sul sito ufficiale, specificando data e ora. Se non ci riesci per un qualsivoglia motivo, puoi tentare la sorte e metterti in coda per aspettare un posto disponibile sul momento. La fila però è molto lunga!

Altro consiglio. Se intendi visitare Berlino in estate (come la sottoscritta) evita le ore centrali del giorno perché sotto la cupola fa veramente molto caldo. L’orario consigliato è il tramonto, per godere di un panorama ancora più suggestivo. Sulla terrazza panoramica troverai audio guide gratuite.

Gendarmenmarkt

In una città come Berlino, ricostruita quasi per intero dopo il secondo conflitto mondiale, l’unica piazza “europea” che può vantarsi di questo nome è, a mio avviso, la Gendarmenmarkt. La piazza è delimitata da due grandi chiese del settecento, in mezzo alle quali spicca l’imponente palazzo della Konzerthaus. Di fronte, dall’altra parte della strada, potrai ammirare alcuni tra gli hotel più lussuosi della città (sempre se gli autobus granturismo non ti blocchino la visuale).

Gendarmenmarkt è forse la piazza più bella di Berlino. Fermati qui per un aperitivo per poi pranzare (o cenare) nella vicinissima Augustiner, tipica birreria in stile bavarese dove potrai gustare deliziosi bratwurst accompagnati da un boccale della celeberrima birra di Monaco.

East Side Gallery

Se vai a Berlino almeno un pezzo di muro lo devi vedere, mi sembra ovvio. Il modo migliore per farlo è con una passeggiata lungo la East Side Gallery, dove troverai il tratto di muro più lungo rimasto ancora in piedi. Sono circa 1.300 metri che costituiscono, tra le altre cose, la più grande esposizione di murales della città. Il più famoso (e fotografato), è il dipinto che raffigura il bacio tra Brezhnev e Honecker, dato che nei paesi socialisti il bacio sulle labbra era considerato una grandissima forma di rispetto e nulla aveva a che vedere con le relazioni amorose.

Tra il muro e il fiume c’è una lunga lingua di prato verde. I berlinesi amano concedersi pause rilassanti da queste parti. Fallo anche tu, magari per un bel pic-nic!

berlino cosa vedere 3 giorni
la piazza più bella da vedere a Berlino
berlino cosa vedere 3 giorni
East side Gallery

Gedenkstatte Berliner Mauer

Cosa vedere a Berlino in tre giorni? A mio avviso una visita al Gedenkstatte Berliner Mauer la dovresti inserire in agenda. A mio avviso uno dei luoghi più toccanti della città nonché il migliore per conoscere a fondo la storia del muro. Il sito è composto da alcuni tratti originali del muro in aggiunta ad alcune, significative, installazioni che ripercorrono la cosiddetta “striscia della morte”. Lungo tutto il perimetro troverai pannelli informativi che raccontano nel dettaglio la storia del muro, dalla sua costruzione allo smantellamento, e come esso abbia cambiato, in alcuni casi per sempre, la vita dei berlinesi del tempo.

Il punto più commovente? Senza dubbio l’installazione con foto e storie delle vittime del muro, ossia di tutte quelle persone che hanno perso la vita nel disperato tentativo di scavalcarlo. Dall’altra parte della strada c’è un museo, ricco di materiale, anche interattivo, che sicuramente supporterà la vostra visita con informazioni preziose. Per la visita al Gedenkstatte Berliner Mauerci voglioni almeno un paio d’ore, di più se intendendi vedere anche il museo.

Tiergarten

Ogni volta che mi trovo in una grande città mi piace sempre passeggiare nel parco cittadino. Berlino, in questo senso, non fa eccezione. Il meraviglioso e lussureggiante Tiergarden sarà la tappa ideale per concedersi una pausa di relax dal caos cittadino. Non sarai da solo, ovviamente, perché l’immenso polmone verde di Berlino è assai frequentato. Sia dai berlinesi che amano fare jogging (o altre attività sportive), sia dai turisti che, in particolare in estate, cercano una po’ di refrigerio (perché sì, a Berlino può fare anche parecchio caldo!).

Il Tiergarden è davvero grandissimo, sarà difficile girarlo tutto, e forse non ne sentirai nemmeno l’esigenza. Concentrati piuttosto sui punti di maggior interesse. La colonna della vittoria, sebbene situata nel bel mezzo della strada, è certamente un’opera di rilievo. Eretta per celebrare la vittoria della guerra franco-prussiana, è divenuta ancora più famosa in epoca moderna grazie al film “Il cielo sopra Berlino”. Non perdere anche l’isola di Rousseau, situata nel cuore del parco, al centro di un piccolo lago, dedicata all’omonimo filosofo.

berlino cosa vedere 3 giorni
Il memoriale alle vittime del muro di Berlino
berlino cosa mangiare
Mangiando currywurst in un chiosco di Berlino

Potsdamer Plaz

Potsdamer Plaz è un po’ la Time Square di Berlino. Potsdamer Plaz non è quindi una piazza in stile propriamente europeo, è moderna, caotica e ricorda forse di più che grandi piazze americane. Detto questo, un passaggio da queste parte è quasi obbligato.

Interamente ricostruita negli anni ’90 del secolo scorso, offre in realtà importanti esempi di architettura contemporanea. Il Sony Center è sicuramente il complesso di maggior valenza, in questo senso. Qui c’è anche l’ascensore più veloce d’Europa (non ci sono salita ma suppongo che l’esperienza sia esaltante), dalla terrazza panoramica si gode di una meravigliosa vista a 360° sulla città.

A Potsdamer Plaz trovano sede anche alcuni resti del muro. Non avrai difficoltà a trovarli, segui i gruppetti di turisti armati di macchina fotografica!

Gita in battello

Trascorrere un’ora del tuo tempo su un battello che naviga nelle placide acque del fiume Spea, sarà forse il modo migliore per riposarti. Se viaggi in estate, fallo all’ora del tramonto, sarà un’esperienza imperdibile (gli ultimi tour partono tra le 19 e le 19:30, nel periodo estivo). Non sarà difficile trovare un’imbarcazione, i punti di partenza sono tanti, in particolare nei dintorni della Museumsinsel e non occorre prenotare in anticipo, alla peggio farai un po’ di coda. Se proprio non hai voglia di aspettare potrai sempre richiedere in anticipo di partecipare al tour successivo.

La gita in battello costa circa 30€ persona e dura un’ora. Il giro è molto piacevole perché attraversa buona parte del centro città ed è un modo un po’ diverso per vedere le principali attrazioni.

Alexander Platz

Alexander Platz è una grande distesa di cemento, incorniciata da fast food e catene internazionali di negozi, ma essendo un punto cruciale per i trasporti urbani ci passerai quasi sicuramente. Nei pressi di Alexander Platz c’è comunque una delle attrazioni da non perdere: la torre della televisione, che segna lo skyline di Berlino più di qualsiasi altra costruzione. Alta 368 metri dispone di una piattaforma panoramica da cui è possibile osservare un panorama senza eguali. Direi anzi che se sei appassionato di vedute dall’alto (e non soffri di vertigini), questo è il posto che fa per te.

Ad Alexander Platz c’è un’altra cosa da vedere, a mio avviso, ed è lo straordinario orologio del mondo. Una grande meridiana circolare che indica i fusi orari di tante città diverse, in tutti i continenti.

Zoo e Acquario di Berlino

Ho già ampiamente parlato dello zoo di Berlino in un post dedicato! Zoo ed acquario sono senza dubbio due attrazioni da non perdere per chiunque viaggi con bambini a seguito. Ti dico la verità, non sono solita visitare questo genere di parchi, ma lo Zoo di Berlino è molto ben organizzato e gli animali hanno davvero tanto posto per scorrazzare. Se intendi visitare anche l’acquario (cosa che consiglio, anche perché il biglietto cumulativo è conveniente, 20€ per entrambi) considera che ci vorrà una giornata intera, o quasi.

Lo zoo è davvero grande e ben curato. I servizi sono ottimi, dalla ristorazione alle aree giochi pensate per i più piccoli. L’acquario a mio avviso è spettacolare, veramente da vedere.

berlino cosa vedere 3 giorni
Alexander Platz
zoo di berlino orari prezzi
Allo zoo di Berlino

Alternativa allo zoo: Museum Island

Considerando che tre giorni sono davvero molto pochi per vedere Berlino, occorre fare delle scelte. Io ho preferito escludere i musei, ma è insubbio che la Museum Island sia una delle cose da vedere a Berlino. Se non hai voglia di andare allo zoo, dedica una giornata alla visita di almeno un paio dei cinque, incredibili musei, racchiusi nell’omonima isola, per altro Patrimonio Unesco.

Il Pergamonmuseum, museo di archeologia che custodisce al suo interno una straordinaria collezione di reperti provenienti dall’antica Grecia, dal Medio Oriente, da Babilonia e dall’antica Roma. Il DDR Museum, per fare un balzo indietro nel tempo e comprendere com’era la vita quotidiana nella Repubblica Democratica Tedesca. L’Altes Museum che racchiude una ricca collezione di reperti classici, etruschi e romani. Il Bode Museum, al cui interno ppuoi osservare un’esposizione molto ben organizzata di sculture medioevali. Il Neues Museum, suddiviso a sua volta tra Museo Egizio e Museo della Preistoria. Infine, l’Alte Nationalgalerie, una straordinaria pinacoteca con un’immensa collezione di opere dell’Ottocento, provenienti da tutta Europa.

berlino: itinerario completo per 3 giorni

giorno 1

  • Arrivo a Berlino Schonefeld in mattinata. Treno diretto Airport Express per raggiungere la Porta di Brandeburgo in circa mezz’ora.
  • Porta di Brandeburgo
  • Visita esterna al Parlamento
  • Memoriale dell’Olocausto e Museo
  • Aperitivo nella Gendarmenmarkt + Pranzo nella birreria Augustiner
  • Visita alla East Side Gallery, il tratto più lungo del Muro rimasto integro

  • Cena in zona Museumsinsel a base di Bratwurst

Giorno 2

  • Visita al Gedenkstatte Berliner Mauer, sito commemorativo del Muro
  • Passeggiate nel Tiergarten
  • Spostamento in Potsdamer Plaz e pranzo veloce
  • Visita alla cupola del Parlamento
  • Gita in battello (durata 1h)
  • Cena nei pressi di Alexander Platz

Giorno 3

  • Visita allo Zoo di Berlino con Acquario annesso
  • Passeggiata ad Alexander Platz

Berlino in tre giorni: consigli di viaggio

Dove alloggiare

La mia guida su cosa vedere a Berlino in tre giorni finisce qui. Vediamo allora qualche consiglio di viaggio più pratico, cominciando da dove alloggiare. Come in tutte le grandi città, anche a Berlino non è semplicissimo trovare alloggi a buon mercato, specie se non vuoi allontanarti troppo dai quartieri centrali. Una posizione secondo me strategica per soggiornare a Berlino senza spendere una follia ed essere comodi per spostarsi un po’ ovunque è la zona di Alexander Platz. Il posto è sicuro e da qui passano praticamente tutti i mezzi di trasporto per il resto della città. È una zona davvero molto ben collegata ed i prezzi degli hotel sono piuttosto ragionevoli.

Per un hotel di media categoria considera almeno 100€ a notte. Gli ostelli ovviamente costano meno, con 30€ troverai un posto letto in camerata. In alternativa, ci sono tanti appartamenti, sebbene non siano più economici degli alberghi, ma se viaggi in comitiva potrebbero rivelarsi la soluzione migliore.

Trasporto pubblico

Impossibile trascorrere tre giorni a Berlino senza prendere un mezzo pubblico. La città è grande, i luoghi di interesse dislocati tra loro, impossibile muoversi solo a piedi. Consiglio il biglietto giornaliero che include corse illimitate su tutti i mezzi pubblici della città ed è molto più conveniente rispetto le corse singole.

Per un giro turistico completo di tutta Berlino prendi gli autobus 100 o 200, costano come una normale corsa urbana ma ti porteranno alla scoperta dei luoghi più significativi della città.

10 commenti su “tre giorni a Berlino: cosa vedere e itinerario”

  1. Anche io ci sono stata per quattro giorni, ma in realtà quelli effettivamente a disposizione sono stati solo tre perché l’ultimo giorno avevamo il volo alle sette del mattino, ma comunque con un po’ di corse e un paio di scarpe comode è possibile farsi un’idea. Ho visto più o meno le cose che avete visto voi, però non sono riuscita a salire sulla cupola del Reichstag perché c’era troppa coda, ma in compenso ho visto il DDR Museum che è anche un’esperienza interessante.
    Buon weekend 😘

  2. Adoro Berlino perché è una città che affronta a viso aperto il suo passato e secondo me è il miglior modo di ricucire le ferite. Una delle cose più toccanti viste nella capitale della Germania, secondo me proprio per questo motivo, è il Museo della STASI, la polizia segreta della Germania dell’Est. Terribile, commovente, non lascia indifferenti.

  3. Sono stata a Berlino tantissimi anni fa e la città mi aveva colpita tanto, non so neanche io bene il perché. Ho deciso di tornarci, perché voglio riviverla ora, a distanza di anni, più matura e con uno stile di viaggio diverso. Non è sicuramente la capitale più bella, ma come dici tu ha tanto da raccontare e trasmettere a chi la visita.

  4. Mi vergogno molto ad ammettere che Berlino mi manca! Mi ispira moltissimo, però, e appena trovo un’offerta di volo interessante (e appena ho un po’ di tempo), voglio assolutamente andarci. I tuoi consigli mi sembrano molto dettagliati e interessanti! Se non è una città che colpisce immediatamente per la sua bellezza, vedo che ha molte altre emozioni e sfumature da regalare.

  5. Berlino è sempre Berlino e io non mi stuferò mai di visitarla! Fatto per 5 volte e a Natale mi sono regalata 3 nuove guide che parlano di … Berlino! Una maniaca? No, solo un po’ innamorata di questa città. L’unica cosa che non ho visitato tra quelle che hai descritto, è il Reichstag: ecco da cosa inizierò la prossima volta.

    Credo che Berlino sia una città del tutto particolare e che segue regole proprie: o piace o non piace, non ho mai conosciuto persone che stessero nel mezzo. O odio o amore.

  6. Grazie Daniela mi hai dato un’idea di cosa mi aspetta a Berlino visto ci andrò il prossimo mese. Una curiosità…nonnhai fatto il Legoland Discovery Center con tuo figlio?

  7. Bellissima ed utilissima guida su Berlino! È una delle città che ho nella top della whislist da tempo, spero di mettere in pratica i tuoi consigli; se non quest’anno, almeno il prossimo 🤗

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *