Cascate del Niagara: visitare il lato canadese in giornata

Le cascate del Niagara sono uno dei luoghi simbolici più rappresentativi del Canada e, forse, anche degli Stati Uniti. Situate al confine tra i due paesi, sono le cascate più grandi del Nord America. Visitare le Cascate del Niagara dal lato canadese è probabilmente, tra le due opzioni, l’esperienza più suggestiva da fare. Molti viaggiatori desiderano fermarsi a dormire in loco, per poter ammirare lo spettacolo direttamente dalle finestre della propria camera d’albergo. Altri invece, come la sottoscritta, preferiscono recarsi a Niagara in giornata, partendo, in questo caso, dalla vicina città di Toronto.

In questa guida vi spiegherò come visitare il lato canadese delle Cascate del Niagara in giornata, partendo proprio da Toronto.

Cascate del Niagara: visitare il lato canadese

Le cascate del Niagara sono tra i salti d’acqua più famosi al mondo, sebbene in verità la loro altezza non sia certo da Guinness dei Primati: “soltanto” 52 metri. Quello che colpisce in modo particolare è l’incredibile portata d’acqua. Si parla sempre di cascate al plurale perché in effetti si tratta di un complesso di tre salti d’acqua ben distinti: le horseshoe fall (situate sul lato canadese, quindi anche per questo denominate Canadian Falls), le American Falls e le Bridal Veil Falls, entrambe su suolo americano. A separarle, la piccola Goat Island.

Le cascate si trovano tra i laghi Eire ed Ontario e scavalcano il confine tra Canada e Stati Uniti. Il dibattito su quale versante sia più suggestivo da vedere credo non avrà mai fine.

cascate niagara lato canadese

I tre distinti salti d’acqua che compongono le Cascate del Niagara

visitare le cascate del niagara

L’incredibile portata d’acqua

La mia esperienza alle Niagara Falls

Benché non particolarmente alte, le Cascate del Niagara hanno una porta d’acqua straordinaria, che le ha rese uno dei siti turistici di maggior interesse dell’intero continente nordamericano. Per i cittadini statunitensi, ad esempio, le Cascate del Niagara sono meta prediletta per i viaggi di nozze. La maggior parte dei visitatori raggiunge le Niagara Falls da New York, con un itinerario di viaggio più ampio, oppure partendo da Toronto, con un’escursione in giornata. Tra le due, io ho optato per la seconda soluzione, dato che già mi trovavo da quelle parti, mentre percorrevo il mio primo itinerario di viaggio in Canada orientale.

Io un po’ me l’aspettavo che le Cascate del Niagara mi avrebbero delusa, sarà sincera. Credo sia il destino comune di tutte quelle attrazioni prettamente turistiche che, proprio perché tali, perdono la loro bellezza originaria. Chiariamo subito un concetto: le Cascate del Niagara, specie se viste dal lato canadese, sono strepitose. La portata d’acqua è veramente impressionante, puoi sentire l’acqua che ti schizza addosso anche a centinaia di metri di distanza. Quello che non c’entra niente è il contorno, quell’enorme macchina commerciale che è stata costruita tutto intorno. Nei dintorni ci sono solo cemento, alberghi e locali terrificanti (nel vero senso della parola, tra poco scoprirete il perché).

Molti si chiedono se un giorno sia sufficiente per visitare il lato canadese delle Cascate del Niagara. A mio parere sì, (anche per visitare Toronto per quanto mi riguarda, infatti già vi avevo proposto una guida veloce sulle 5 cose da vedere a Toronto in un giorno). Questo naturalmente se non vi interessa ammirarle di sera o con le prime luci dell’alba.

cascate niagara lato canadese

Io e Alberto in posa!

Come raggiungere Niagara Falls dal lato canadese

Il lato canadese delle Niagara Falls è raggiungibile da Toronto in poco tempo e con relativa facilità. Sono circa 130 km dunque se avete un’auto a noleggio vi ci vorrà circa un’ora e mezza per arrivarci. I parcheggi a Niagara Falls ci sono, ma sono un po’ costosi. Io ho optato proprio per questa soluzione, ma c’è da dire che l’auto l’avevo già ritirata tre settimane prima, non appena arrivata sul suolo canadese. Se invece volete fermarvi a Toronto per un po’ e la macchina non vi serve subito, potrete comunque raggiungere Niagara Falls anche con i mezzi pubblici.

Come arrivare alle Cascate del Niagara da Toronto con i mezzi pubblici? La risposta è semplice e si chiama Megabus. Questa compagnia di autobus canadese propone corse frequenti in partenza dal Toronto Coach Terminal, sino al Niagara Falls bus terminal. La soluzione più comoda se volete visitare le cascate in giornata ma non intendete noleggiare un’auto o avete programmato di ritirarla solo al termine del vostro soggiorno a Toronto (dove onestamente conviene muoversi con i mezzi pubblici). Per maggiori informazioni potete visitare il sito di Megabus.

cascate del niagara da toronto lato canadese

Da Toronto alle Cascate del Niagara in auto

Le Cascate del Niagara e il turismo

Una volta affrontato il viaggio da Toronto, arriverete alle Cascate del Niagara. Vi colpiranno subito, maestose, con tutta la loro potenza e, sopratutto, con il loro rumore, del tutto assordante. Preparatevi però anche ad ad uno spettacolo che forse non avevate previsto. Per raggiungere le cascate dovrete attraversare un parco divertimenti formato villaggio che vi lascerà storditi e senza parole. Niagara Falls (inteso proprio come paese) è un agglomerato di ristoranti, sale giochi, case degli orrori e mille altre pacchianerie che nulla c’entrano con le spettacolari cascate situate a pochi metri di distanza. Cose che non ho visto nemmeno a Las Vegas. Vi chiederete: ma perché?

Questo almeno è quello che mi sono chiesta io, in continuazione, per tutto il tempo. Il lato positivo è che quantomeno non faticherete a trovare un posto dove mangiare (c’è anche una birreria artigianale, per la cronaca, non tutto il male vien per nuocere). Ad ogni modo, superato lo shock iniziale da centro commerciale elevato all’ennesima potenza, vi troverete davanti loro, le cascate, e capirete subito quanto la natura sia stata generosa con questo nostro pianeta.

Tutto meraviglioso, certamente, peccato solo che quel piccolo spazio di 30 cm che ti serve per ammirare le cascate….te lo devi guadagnare! I visitatori sono sempre tantissimi e per riuscire a fare una foto che meriti questo nome occorre veramente farsi largo tra la folla, possibilmente sbrigandosi. Anche questo, purtroppo, toglie un po’ di magia.

Le Cascate del Niagara rappresentano l’esempio perfetto di come il turismo di massa riesca a distruggere ciò che lo genera e lo alimenta ed è veramente un peccato. Se avessero preservato l’ambiente naturale circostante, invece di distruggerlo con colate di cemento e luci al neon sarebbero rimaste quello che in realtà sono: uno spettacolo della natura unico al mondo.

cascate niagara turismo

La folla che circonda il lato canadese delle Cascate del Niagara

Attività ed escursioni

Tra le tante attività da fare alle cascate del Niagara la più gettonata è senz’altro la gita in barca che permette di osservare le cascate davvero da vicino. Sicuramente molto suggestivo, quello che io mi chiedo è come si possa anche solo pensare di vedere qualcosa in mezzo a quell’enorme nuvola di acqua scrosciante. Ad ogni modo, indipendentemente dalla mia opinione al riguardo (come avrete intutio io non ho partecipato alla gita in battello), per vedere da vicino le Cascate del Niagara dal lato canadese dovrete rivolgervi alla compagnia Hornbloer. Quella che invece parte dal lato americano è la Maid of the Mist.

Il biglietto costa circa 20€ a persona, potete acquistarlo in loco (preparatevi ad una lunga coda) oppure direttamente sul loro sito. A tutti i passeggeri viene fornito un ampio impermeabile ma sappiate che ci si bagna comunque parecchio. Portate con voi abiti di ricambio e tenete al sicuro (con un contenitore impermeabile) telefoni, macchine fotografiche e quant’altro si possa danneggiare con l’acqua.

Un’altra escursione assai gettonata da fare alle Cascate del Niagara (sempre lungo il lato canadese) è quella che attraversa il Journey Behind the Falls. Detto con parole italiane: un viaggio dietro le cascate. Si tratta di un tunnel che passa proprio dietro le cascate, con partenza dal Table Rock Visitor Centre. Si deve prende un ascendore per scendere di circa 45 metri. Il biglietto costa $ 11.50.

In alternativa potrete percorrere la White Water Walk, una passerella sospesa che vi permetterà di osservare le cascate da molto vicino, ad un costo di circa 11$. Una terza opzione è quella di utilizzare la funivia posizionata sopra due pareti rocciose e lunga oltre 500 metri.

Vi sono anche alcuni sentieri escursionistici che costeggiano le Cascate del Niagara, dai quali si può godere di panorammi davvero magnifici. Segnalo in particolare il Niagara Glen Trail: 4 chilometri totalmente immersi in una riserva naturale di incomparabile bellezza. Forse è da qui che più si può apprezzare il lato naturalistico di queste meravigliose cascate.