turisti italiani

Come funziona la mancia negli USA

La mancia in America è obbligatoria? A quanto ammonta? Si può pagare con la carta di credito? Queste e molte altre sono le domande che in tanti si pongono prima di partire per un viaggio negli Stati Uniti. La mancia non è una consuetudine per noi italiani e la concezione che abbiamo al riguardo è totalmente diversa da quella che è invece radicata negli USA. Molti di noi storcono il naso quando apprendono che in America la mancia è praticamente obbligatoria, ma la verità è che lì si tratta di un vero e proprio costo di servizio.

In questa guida andrò a spiegarvi nel dettaglio come funzionano le mance negli Stati Uniti: se sono o meno obbligatorie, a quanto ammontano, a chi vanno consegnate e le diverse modalità di pagamento. Informazioni, queste, che a mio avviso chiunque dovrebbe conoscere prima di partire per gli USA.

Come funziona la mancia negli Stati Uniti

È obbligatoria?

La prima domanda che ci si chiede a proposito della mancia negli USA è se sia obbligatoria o meno. Per noi italiani questo dilemma sorge spontaneo perché siamo abituati a considerare la mancia come un qualcosa in più, un premio, da lasciare eventualmente quando il servizio ci abbia particolarmente soddisfatti. In Italia poi non si usa molto, quindi a maggior ragione la intendiamo come una maggiorazione sul prezzo che troviamo su listini e menù.

La verità è che negli Stati Uniti la mancia ha tutto un altro significato, tanto è vero che quasi sempre viene indicata come “costo di servizio” (o più semplicemente “service”). È parte integrante della retribuzione delle persone che lavorano in ristoranti, hotel, autisti, che quasi sempre ricevono un salario minimo da integrare, appunto, con quelle che noi chiamiamo mance.

Negli Stati Uniti la mancia non è obbligatoria per legge ma è una consuetudine per tutti. Non lasciarla significa non pagare il servizio (nei menù dei ristoranti c’è sempre scritto qualcosa del tipo “i prezzi sono tasse e servizio esclusi”). È possibile non lasciare la mancia, questo sì, anche a me è capitato, ma deve trattarsi di una situazione davvero particolare, quando, per esempio, il piatto si rivela scadente o diverso da quanto descritto (però lo dovete dire subito al cameriere, non va bene mangiarlo tutto e poi lamentarsi!).

A me è successo una sola volta, in Alaska. Il fish&chips che avevo ordinato era davvero cattivo. Ne ho assaggiato un pezzo, ho chiamato la cameriera e ho rimandato indietro il piatto (cosa che non faccio mai, anzi, era la prima volta!). Dato che oltretutto non mi è stata offerta alcuna alternativa, quindi di fatto sono rimasta a stomaco vuoto, non ho ovviamente pagato il servizio (e nemmeno il piatto, che giustamente non mi è stato addebitato).

mancia america
La mancia negli USA non è obbligatoria per legge, ma è parte integrante della retribuzione del personale di servizio.

Quando pagarla

La mancia negli Stati Uniti è dovuta in tutte quelle situazioni in cui è presente il personale di servizio, quando cioè non state semplicemente acquistando qualcosa. Rientrano in questa casistica: camerieri al ristorante o al bar, il personale addetto alle pulizie di un hotel, facchini, tassisti, autisti di autobus privati.

Se andate in un fast food senza servizio al tavolo la mancia non è richiesta. Lo stesso discorso però non vale normalmente per i baristi, i quali di fatto preparano una consumazione, come una birra alla spina o un cocktail.

Il personale di servizio, specie al ristorante, tenderà ad avere un atteggiamento assai riguardevole nei vostri confronti, vi chiederanno più volte se tutto va bene o se avete bisogno di altro. Noi non siamo abituati a questo genere di attenzioni, che potrebbero addirittura infastidire quando troppo pressanti. Si tratta semplicemente di una forma di cortesia per invogliare il cliente ad elargire una mancia più generosa (in questo senso la mancia rende il servizio davvero di qualità superiore rispetto gli standard italiani).

La mancia viene infatti incassata direttamente dalla persona che si è occupata di voi.

A quanto ammonta

Negli Stati Uniti la mancia nei ristoranti va in percentuale rispetto all’importo totale del conto, incluse le tasse. La media è tra il 15 e il 20%. Il 10% viene normalmente considerata una mancia scarsa, infatti, come vedremo fra poco, non compare quasi mai tra le opzioni disponibili. Potete comunque decidere di lasciare una cifra fissa, arrotondata possibilmente per eccesso (esempio, se avete un conto di 55$ potrete lasciare il 15% di mancia, quindi 8,25$, oppure arrotondare a 9, specificando l’importo preciso).

Ai baristi che servono direttamente al bancone si lascia normalmente 1$ a consumazione, se invece il servizio è al tavolo, va in percentuale.

La mancia per il personale degli alberghi si aggira intorno ai 2-3$ per servizio (se ti portano le valige o puliscono la camera). Troverete spesso una busta sul comodino fatta apposta per lasciare la mancia. Lo stesso importo si lascia, di norma, ai tassisti in aggiunta ovviamente al costo della corsa.

Le eccezioni particolarmente generose ci sono sempre comunque, sentitevi liberi di elargire quanto vi pare se lo ritenete opportuno. In un bar di San Francisco ho personalmente visto lasciare 10$ di mancia per una consumazione che ne costava 5.

birra
Per le consumazioni al bar si lascia di norma 1$ a consumazione (in foto, le nostre birre in un locale in California)

Come si paga

Partiamo dalla situazione più comune: un pasto al ristorante. Una volta richiesto il conto si presentano due possibilità: consegnare la carta di credito al cameriere che si occuperà della transazione oppure pagare in autonomia (opzione sempre più diffusa perché ormai quasi tutti i locali sono dotati del POS portatile e arrivano al tavolo direttamente con quello).

Partiamo dalla prima ipotesi. Se consegnate la carta di credito al cameriere dovrete specificare sul conto l’importo che volete lasciare per il servizio, scrivendolo a penna. Se invece pagate direttamente voi con il POS dovrete semplicemente digitare l’importo (o selezionare la percentuale tra quelle già preimpostate) e procedere con il pagamento.

Stessa cosa per le consumazioni al bar. I contanti si usano davvero poco negli Stati Uniti, vi capiterà di rado di lasciare la mancia con quelli. Se non magari al personale di pulizia delle camere d’albergo.

15 commenti su “Come funziona la mancia negli USA”

  1. Trovo che sia molto comoda l’opzione che si è diffusa di selezionare la percentuale di mancia preimpostata perché quando c’è da fare il conto ci metto una vita e ho sempre paura di sbagliare e fare la figura della taccagna 😉
    Anche a me è capitato una sola volta di non lasciare la mancia in un ristorante a NY, anni fa, dove ho ordinato una bistecca ma al tavolo non c’erano coltelli. Li abbiamo chiesti più volte, anche alzandoci e andando direttamente al bancone, ma sono arrivati quando ormai la bistecca era fredda e quindi immangiabile. L’ho fatto presente ma non mi è stata offerta un’alternativa e il costo del piatto mi è stato addebitato anche se alla fine avevo solo mangiato il contorno. Così in quel caso niente mancia, ma è stato l’unico!

  2. La prima volta che siamo stati negli USA non avevamo capito questa cosa della mancia alla signora delle pulizie in hotel….poi trovando un suo bigliettino accanto alla busta vuota che ci augurava un buon soggiorno abbiamo capito a cosa serviva la busta. Mi chiedo solo: la mancia va lasciata giornalmente o a fine soggiorno?

  3. Sapevo che il concetto di mancia negli Stati Uniti è molto diverso dal nostro ma la tua guida è utilissima perché a parte quello non sapevo esattamente come procedere per il pagamento e quanto è buona norma lasciare.

  4. Ah le mance americane che bella scoperta! Comunque il post che hai scritto è ben dettagliato e sicuramente utile per chi è in partenza. Io ho avuto qualche problema lo scorso anno con i vari pagamenti, mi avrebbe fatto comodo 😉

  5. Bello, chiaro ed esaustivo il tuo posto sulle mance in America! Concordo sul fatto che a noi sembra strano lasciare la mancia, io personalmente in Italia non la lascio mai anche se al ristorante ogni tanto lo vedo fare. Negli USA il personale campa con quei soldi, mi sembra quasi un’ipocrisia lasciare la possibilità al cliente di scegliere la percentuale ma è così. Ho fatto molta fatica a farlo comprendere ai miei compagni di viaggio ma alla fine li ho abituati ad aggiungere sempre il 20% al costo di ogni piatto, per avere l’idea del costo finale della cena

  6. La mancia obbligatoria degli Stati Uniti è sempre un’ansia! Quando arriva il conto, sia in contanti che con la carta di credito, ti seguono gli occhioni del cameriere che spera nella tua generosità. Di solito calcolo il 10% e ci aggiungo qualcosa. In vacanza non faccio sforzi mentali!

  7. Io trovo quasi doverosa la mancia, visto il sistema di retribuzione di chi lavora nella retribuzione da quelle parte. Del resto, da noi, è rimasto in auge il “coperto” fin dagli Anni ’30.

  8. Guida utilissima! Secondo me dovrebbero esserci sempre indicazioni chiare sulle mance, non solo in America, perché lo trovo sempre un momento imbarazzante.

  9. Tutto questo mi riporta ad un episodio: New York, giorno di check out. Lasciamo la nostra camera, lasciando i bagagli in una stanza della hall per fare un ultimo giro. Al ritorno, chiedo mi venga aperta la stanza, e l’inserviente lo fa. Non trova i miei bagagli quindi entro io, li cerco, li tiro giu personalmente, li porto fuori, “goodbye!”. A un certo punto ci vediamo fissati insistentemente..e capiamo! Voleva la mancia! Per un qualcosa che poi alla fine..non aveva fatto! Avevo fatto tutto io, e infatti ce ne siamo andati. Capisco che sia considerata normalità, ma credo che la mancia vada lasciata a fronte di un servizio reso!

  10. non ero a conoscenza della differenza fra la mancia che diamo in Italia e quella che si dovrebbe dare negli Stati Uniti, io ti dirò sono un pò tirchia e non la lascio con facilità ma se chi mi segue al tavolo la merita davvero no mi tiro indietro

  11. Ricordo benissimo la questione mance in America, anche se l’ho praticamente scoperta sul posto!
    Per le guide turistiche, autisti, in hotel, bar, etc. si deve lasciare sempre.
    In un pub a San Francisco, però, non ho scelto io l’importo, ma l’hanno direttamente inserito nel totale e sottratto. L’ho visto dopo sullo scontrino!

  12. La cosa positiva degli USA è che non si usano molto i contanti e quindi pagando con la carta è molto facile lasciare la mancia. All’inizio ci siamo trovate un po’ spaesate ma poi abbiamo capito il funzionamento e abbiamo provveduto a lasciarla sempre…

  13. Quella della mancia è una storia lunga e tediosa; in generale io non amo molto lasciarla e quando lo faccio non sono molto generosa. Mio marito invece è tutto il contrario; ogni volta che siamo negli States quasi litighiamo sull’argomento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *