Cosa vedere a Riga in tre giorni

Riga, splendida capitale della Lettonia, è una città di piccole dimensioni dal fascino senza tempo.  Cosa vedere a Riga in tre giorni? I luoghi di interesse in città sono diversi, a cominciare dalle caratteristiche vie acciottolate della città vecchia, patrimonio dell’umanità Unesco. Questa volta dunque vi porto nella capitale della Lettonia, con una piccola guida su quanto di bello ed interessante c’è da vedere, considerando tre giorni di tempo.

Riga può essere visitata in un week-end (ecco perché una guida su cosa vedere in tre giorni) oppure, se avete più tempo, può essere abbinata alla “vicina” Tallin, raggiungibile in circa 4 ore di autobus.

Cosa vedere a Riga

Muoversi in città

Per raggiungere il centro di Riga dall’aeroporto si può prendere l’autobus n. 22, direttamente dal terminal degli arrivi. Vi sono corse ogni 10 minuti e il tragitto dura circa 30 minuti. Arriverete alla stazione centrale del treni. L’alternativa più veloce e costosa è quella del taxi.

In città non avrete problemi a muovervi a piedi, il centro è piuttosto piccolo. In ogni caso potrete usufruire di un’efficiente rete di bus urbani e tram, attivi dalle 5:30 del mattino alle 23:30. Per orari e tariffi potete consultare il sito ufficiale del trasporto pubblico di Riga.

Chi desidera visitare Riga può usufruire di un city pass, l’opzione più conveniente per muoversi e visitare i principali luoghi di interesse della città. Il Riga Pass consente di usufruire illimitatamente di mezzi pubblici, di richiedere visite guidate e di avere sconti su molti ingressi a pagamento. Se la comprate sul sito LiveRiga (il portale turistico della città) avrete uno sconto del 10%.

Dove dormire

Per visitare Riga consiglio di prenotare in un hotel del centro. In questo modo sarete liberi di muovervi a piedi e di scoprire il centro della città vecchia in tutta tranquillità. Riga è una città ancora relativamente economica se paragonata ad altre capitali europee, dormire in centro non costa cifre impensabili.
Io ho soggiornato presso il Wellton Centrum Hotel&Spa, un hotel che mi sento di consigliare. Situato a due passi dal cuore della città vecchia, offre camere moderne, molto accoglienti e piacevoli. La colazione a buffet, inclusa nel prezzo, è eccezionale (una delle migliori che abbia mai provato) e c’è un bel centro benessere, qualora la sera vogliate concedervi un tuffo in piscina.

Dove mangiare

La cucina lettone subisce una forte influenza russa. È ricca di piatti gustosi a base sia di carne che di pesce. A Riga si mangia molto bene, per maggiori informazioni vi lascio la mia guida su dove e cosa mangiare a Riga.

riga canale città vecchia

La bella area verde di Riga, che separa la città vecchia dal centro moderno centro

Città vecchia VS centro moderno

Prima di entrare nel dettaglio dei luoghi di maggior interesse di Riga, va detto che la capitale lettone è divisa in due parti: la città vecchia e il centro moderno. Il confine naturale tra le due è il canale Pilsetas, attorno a cui sorge un’ampia area verde.

Il punto di passaggio con maggiore valore storico e simbolico è il monumento della libertà, una delle tante cose da vedere a Riga di cui vi racconterò fra poco.

La città vecchia è il cuore di Riga, dove si concentrano i maggiori luoghi di interesse da vedere in città. Non pensate però che il cosiddetto centro, costruito in epoca più recente, tra il XIX ed il XX secolo, sia meno interessante. Qui incontrerete un susseguirsi di edifici in stile art noveau che non ha eguali, in termini di quantità, in tutta Europa.

Riga città vecchia

Casa delle teste nere

Cosa vedere a Riga in tre giorni? Questa guida non può che cominciare dalla Casa delle Teste Nere, situata nella città vecchia. La storia di questo palazzo, collocato nella Piazza del Municipio, è assai curiosa. Costruito nel XIV secolo fu per diverso tempo sede della corporazione delle Teste Nere (da qui il nome), dove i mercanti della città si riunivano per discutere dei lori affari.

L’edificio fu però notevolmente danneggiando nel 1941, durante un bombardamento tedesco, per poi essere totalmente demolito in epoca sovietica. Il progetto originale rimase intatto e verso la fine degli anni 90 fu interamente ricostruito, divenendo il maestoso palazzo che oggi possiamo ammirare.

All’interno della Casa delle Teste nere trovano sede alcuni uffici comunali ed il principale ufficio turistico di Riga. Da qui potrete cominciare ad esplorare la bellissima capitale lettone.

riga casa delle teste nere

La casa delle teste nere

Chiesa di San Pietro

Subito di fianco alla Casa delle Teste nere regna sovrana la Chiesa di San Pietro. Il campanile, con i suoi oltre 120 metri, è uno dei più alti in Europa. Si tratta di una chiesa luterana in stile gotico costruita nel XV secolo.

La guglia originale ebbe però vita breve: crollò due secoli dopo (ma venne prontamente ricostruita). È possibile salire sul campanile con un ascensore, da qui avrete una vista spettacolare sulla città vecchia (e non solo) di Riga.

Museo dell’occupazione della Lettonia

Quando ho poco tempo per visitare una città (e tre giorni, per quanto lunghi, non sono mai abbastanza per vedere tutto) preferisco non dare la priorità ai musei, a meno che naturalmente non si tratti di qualcosa di assolutamente imperdibile.

Penso però che, avendo il tempo sufficiente, un buon museo di storia locale sia sempre una scelta vincente. Tra tutte le cose da vedere a Riga vorrei quindi includere anche il museo dell’occupazione, un’esposizione forte ma significativa di quella che è stata la storia della Lettonia (e della sua capitale) durante l’occupazione nazista e sovietica.

È un museo che racconta storie drammatiche e tanta sofferenza, ma che secondo me è da vedere (forse da evitare con bambini piccoli data la crudezza di alcune fotografie).

Memoriale all’albero di Natale

Lo sapete che a Riga è nato l’albero di Natale? L’origine risale addirittura agli inizi del XVI secolo, quando alcuni mercanti appartenenti la confraternita delle Teste nere decisero di addobbare un pino gigante con fiori, per festeggiare l’arrivo del Natale.

A ricordo di questo evento a Ratslaukums è stato eretto un monumento che rappresenta proprio un albero di Natale, anche se stilizzato. Questa è una delle zone di Riga che preferisco perché nella stessa piazza c’è un bellissimo locale allestito all’aperto che propone una selezione di birre tra le più ampie che abbia mai visto.

riga monumento albero di natale

Il monumento all’abero di Natale

Il Duomo

Il Dumo è senz’altro uno dei luoghi di maggior interesse di Riga. Costruito agli inizi del XIII secolo rimane tutt’oggi la chiesa più imponente tra le tre Repubbliche baltiche e vi assicuro che è veramente un edificio che lascia senza fiato, per le sue dimensioni. Al suo interno riposano diverse figure di spicco della città, sul pavimento potrete infatti osservare diverse pietre tombali.

C’è da dire che buona parte delle antiche ed opulente decorazioni ora non esistono più in quanto tutte eliminate durante il periodo sovietico, quando cioè le celebrazioni erano severamente vietate. Resta comunque uno degli edifici di maggior rilievo di Riga.

Livu Lukumus

Si tratta di una delle piazze più vivaci della capitale lettone, un luogo assolutamente da vedere se vi piace la vita mondana. Qui troverete molti locali allestiti all’aperto, che durante la stagione invernale lasciano spazio ad un’ampia pista da pattinaggio. Qui vi sono anche diversi ristoranti.

Monumento della libertà

Tra tutte le cose da vedere a Riga in tre giorni, il monumento della libertà è forse quella che crea più emozione. Con la sua imponenza domina la capitale lettone e funge da vero e proprio punto di passaggio tra la città vecchia e quella più recente.

Il fatto che questo monumento non sia stato distrutto durante il periodo sovietico è un vero e proprio miracolo. Il monumento della libertà fu costruito nel 1935 e rappresenta, sia con bassorilievi che con sculture, l’esercito lettone che combatte durante la guerra di indipendenza.

Allo sommità del monumento trova sede una grande figura femminile realizzata in rame che innalza trionfale le tre stelle che rappresentano le regioni di Vidzeme, Curlandia e Latgale.

riga monumento della libertà

Il monumento della libertà

Canale di Riga

Il confine naturale tra la città vecchia e la città nuova è, come già detto, il canale Pilsetas, attorno al quale sorge una grande aerea verde, ideale per una boccata d’aria fresca.

Il luogo di interesse principale del parco è la collina dei Bastioni, l’ultima testimonianza rimasta di quello che un tempo era una grande fortificazione di sabbia.

Riga centro moderno

Centro Art Nouveau

Avevo già anticipato che nella parte più recente di Riga è possibile osservare numerosi palazzi decorati in stile art nouveau, per la precisione sono più di 750. Non troverete altra città in Europa che possa vantare simile record.

L’art noveau, che noi italiani conosciamo meglio come “stile liberty”, si è diffusa nella capitale lettone all’inizio del XX secolo, seguendo in questo senso il resto dei paesi europei.

Il centro moderno della città di Riga è un museo a cielo aperto. Consiglio di visitare il Centro Art Nouveau, dove troverete preziosi suggerimenti sugli itinerari migliori da affrontare  piedi per scoprire gli edifici più interessanti. Da vedere assolutamente.

riga art nouveau

Palazzi in stile Art Nouveau nel centro moderno di Riga

Radisson Blu Hotel Skybar

Ok, non è un luogo di interesse nel senso più tradizionale del termine, ma il bar che troverete all’ultimo piano del Radisson Blu Hotel è qualcosa di veramente straordinario. L’albergo si trova nella città nuova, proseguendo sempre dritto dopo il monumento alla libertà.

Il locale è in realtà un bar come tanti altri, ma l’incredibile vista panoramica sull’intera capitale lettone vale il prezzo della consumazione (un pochino più cara rispetto ai prezzi della città vecchia). Diciamo che se vi state chiedendo cosa vedere a Riga, da qui riuscirete ad osservare praticamente ogni cosa.

riga radisson blue

La vista panoramica dallo skybar del Radisson Blue hotel