Cosa vedere a Tallinn in tre giorni

I luoghi di interesse da vedere a Tallin sono tanti e variegati, nonostante le piccole dimensioni della città. Tallinn è una città che vi lascerà a bocca aperta. Tallinn è una città muraria di origine medioevale tra le meglio conservate d’Europa, un incredibile miscuglio tra modernità e storia che non può non affascinare.

Non a caso la città vecchia è inserita tra i patrimoni dell’umanità dell’Unesco. Un viaggio a Tallinn sarà senz’altro un’esperienza indimenticabile, avrete la possibilità di vedere tantissime cose (musei, cattedrali, siti e palazzi di interesse storico), di gustare deliziosi piatti tradizionali ed ottime birre e divertirvi con un po’ di shopping. Ecco dunque la mia guida su cosa vedere a Tallinn in tre giorni.

Potrebbe interessarvi: Cosa vedere a Riga, Cosa vedere a Vilnius

Cosa vedere a Tallinn

Dove mangiare

La cucina estone ha subito inevitabilmente una forte influenza sovietica, pur riuscendo a mantenere una propria identità. La città vecchia di Tallinn offre davvero molte alternative agli amanti della buona tavola e i prezzi risultano ancora abbastanza contenuti. Per maggiori informazioni vi lascio la mia guida su cosa e dove mangiare a Tallinn.

I luoghi di interesse di Tallinn

Collina di Toompea

Cosa vedere a Tallinn in tre giorni? La città vecchia è il punto da cui partire. Il centro storico è interamente circondato da possenti mura costruite a partire dal XIII secolo. All’interno della città vecchia (suddivisa tra parte alta e parte bassa) potrete ammirare un’incredibile alternarsi di guglie, vicoli acciottolati, edifici di indubbia valenza storica, botteghe tradizionali e piccoli cortili.

La collina di Toompea è forse il luogo di maggior interesse di Tallinn. Si tratta della parte alta della città vecchia, sede dell’antico castello in legno costruito a partire dal X secolo. Qui si trova una delle antiche torri più alte ed imponenti della città, la Kiek in de Kök, attuale sede distaccata del museo civico di Tallinn.

Se vi interessa scoprire come la complessa struttura difensiva della città si sia evoluta nel tempo allora questo museo sarà una delle cose da vedere assolutamente.

Sulla collina di Toompea è possibile ammirare anche la maestosa Cattedrale ortodossa di Aleksandr Nevsky, dalle caratteristiche cupole scure, tipica espressione dell’inconfondibile stile russo che caratterizzò la fine del XIX secolo.

Questa cattedrale fu infatti voluta dallo Zar Alessandro III con il preciso intento di includere anche culturalmente (oltre che geograficamente) l’intera area del Baltico.

A Toompea potrete ammirare anche il palazzo del Riigikogu, ossia del Parlamento estone. Da qui si gode inoltre di un bellissimo panorama, in quanto si riesce a vedere buona parte della parte bassa della città vecchia.

tallinn cattedrale

La facciata principale della Cattedrale di Aleksandr Nevsky

Piazza della Libertà

Piazza della Libertà ha un valore simbolico molto potente ed è quindi un altro luogo da visitare con interesse. In questa piazza trova sede la colonna della vittoria dell’indipendenza dell’Estonia, riconosciuta ufficialmente nel 1920. Capirete quindi l’importanza di tale luogo per i cittadini locali.

In estate Piazza della Libertà è ancora più animata grazie alla presenza di concerti ed altri eventi culturali.

Piazza Raekoja

Altro luogo da vedere a Tallinn è la piazza principale, in italiano più comunemente chiamata Piazza del Municipio, e situata nel cuore della parte bassa della città vecchia. Qui, come è facile immaginare, trova sede il palazzo del Municipio, realizzato in stile gotico (unico esempio rimasto nel Nord Europa) tra la fine del 1300 ed i primi anni del 1400.

Il palazzo è visitabile anche all’interno e dalla torre principale potrete ammirare tutta la piazza circostante e buona parte della città vecchia. Il perimetro della piazza del Municipio è interamente delimitato da bar e ristoranti frequentati in larga parte da turisti. Se capitate a Tallinn in dicembre qui potrete vedere uno dei mercatini di Natale più belli e caratteristici d’Europa.

tallinn piazza del municipio

Il Municipio di Tallinn

tallinn piazza

La piazza di Tallinn vista da un’altra prospettiva

Musei

Cosa vedere a Tallinn in tre giorni? Se non avete molto tempo a disposizione e preferite dedicarvi più alla città, vi consiglio di vedere almeno il Museo di Storia Estone, la cui sede principale è allestita nel Palazzo della Grande Gilda.

Questo museo propone una completa esposizione sulla storia del paese, dalla Preistoria sino all’epoca moderna, comprensiva anche di una vasta collezione di monete e filmati interattivi.

Agli appassionati di storia consiglio il Museo delle Occupazioni, dedicato al periodo di occupazione nazista prima e sovietica poi. Il Museo Civico, dislocato in varie sedi, interamente dedicato allo sviluppo economico, politico e culturale di Tallinn. Il Museo Marittimo, allestito all’interno del bastione di Margherita la Grassa (il più grande della città, se non vi interessa il museo andate comunque a vedere la torre che è davvero imponente e costituisce una delle porte di accesso alla città vecchia, la porta della Costa).

Chiese e Cattedrali

Oltre alla già citata Cattedrale di Aleksandr Nevsky, sulla collina di Toompea trova sede anche il Duomo, la chiesa più antica della città, cattolica in origine, divenuta in seguito luterana al cui interno potrete ammirare antichi stemmi nobiliari (qui venivano infatti sepolti i cittadini più facoltosi della città) e le tre imponenti navate. L’ingresso è libero e merita una visita, a pagamento invece la salita al campanile.

La Chiesa di Sant’Olaf, situata nella parte bassa della città vecchia, è l’edificio che più di tutti segna il profilo di Tallinn, data la notevole altezza del campanile: ben 124 metri. L’edificio risale al XIII secolo ma l’interno non risulta particolarmente ricco di affreschi od ornamenti, la maggior parte dei visitatori sceglie piuttosto di salire sul campanile per godere dello splendido panorama.

La Chiesa dello Spirito Santo costituisce un altro punto di interesse in particolare per l’orologio posto sulla facciata principale, il più antico della città e che richiama quindi numerosi visitatori. Io vi consiglio di visitare anche l’interno per vedere i bellissimi intarsi in legno che costituiscono l’ornamento principale della Chiesa.

Di più recente costruzione è invece la Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo, ultimata nel 1845 per opera dell’architetto Carlo Rossi in stile neoclassico.

tallinn chiesa a cupola

La Chiesa a cupola sulla collina di Toompea

Rotermann

Spostiamoci adesso al di fuori della città vecchia di Tallinn per una passeggiata  nella zona di più recente costruzione, il quartiere Rotermann, che collega il porto con il centro storico.

Qui non avrete molte cose da vedere che siano di interesse storico o culturale, ma potrete dedicarvi allo shopping in uno dei tanti centri commerciali della zona. Qui ci sono anche tanti ristoranti, sia di cucina tradizionale estone che internazionali.

Le antiche mura

La possente cinta muraria, risalente al XIII secolo, rappresenta forse il monumento più rappresentativo della città. Queste imponenti mura difensive meritano di essere anche attraversate a piedi. Si può fare una passeggiata lungo la porzione di perimetro che collega le torri di Sauna, Kuldjala e Nunna, da cui osservare l’intera città.

Le mura di Tallin originariamente coprivano un perimetro di oltre 2 km e contavano oltre 40 torri. Oggi ne rimangono solo 26, alcune delle quali costituiscono le originarie porte della città vecchia, come la già citata torre di Margherita la Grassa.

Un’altra delle torri di maggior importanza è quella di Pikk Hermann (Ermanno il lungo), la più alta di quello che un tempo era il Castello di Toompea, da cui svetta la bandiera estone.

tallinn mura

La torre di Pikk Hermann, lungo le mura di Tallinn