Cosa vedere a Vienna in 3 giorni

Ultimo aggiornamento

Vienna è la culla d’Europa, una città che lascia senza fiato per il modo unico ed impareggiabile con cui ci racconta la storia del vecchio continente. Tre giorni bastano per visitare Vienna?

La capitale austriaca ci abbraccia con i suoi palazzi dorati e i caffè che sembrano bomboniere, in un’atmosfera unica che fonde antico e moderno in modo incredibile. Questa vuole essere una guida pratica su cosa vedere a Vienna per chi non ha molto tempo a disposizione, diciamo quindi tre giorni, un fine settimana. Con una piccola fuga verso Bratislava.

Cosa vedere a Vienna

Visitarla in tre giorni

Benché viva a relativamente poca distanza, ho visitato Vienna una sola volta, nel mese di dicembre. Sono rimasta dunque nella capitale austriaca per tre giorni, un lasso di tempo decisamente risicato se pensiamo a tutte le meraviglie che questa città ci propone.

È anche vero che 3 giorni, per quanto pochi, sono il periodo standard del viaggiatore italiano, abituato ad approfittare di ponti o weekend lunghi per poter partire, dunque, ci si deve accontentare. Cosa vedere a Vienna in 3 giorni? Prima di proporvi il mio breve, seppur intenso, itinerario, una dovuta precisazione.

Ho visitato Vienna in tre giorni, raggiungendola in auto, con mio figlio che in quel momento aveva soltanto cinque mesi. Era dicembre e faceva molto freddo. Questa combinazione di fattori ci ha un pochino limitati sulle tempistiche e sul tempo da trascorrere all’aperto.

Muoversi in città con la Vienna Card

Come in molte altre città europee, anche a Vienna è possibile usufruire dei mezzi pubblici con una card turistica. La Vienna Card consente di utilizzare i mezzi in modo illimitato, ad un prezzo decisamente conveniente: 17€ per 24 ore, 25€ per 48 ore, 29€ per 72 ore.

La Vienna Card offre anche la possibilità di visitare musei ed altre attrazioni con sconti riservati, compresi molti ristoranti. 

Si può acquistare online, sul sito ufficiale, oppure in aeroporto o in molti info point turistici disseminati per la città. Ricordate di obliterarla al vostro primo viaggio.

Dall’aeroporto di Vienna al centro città

Il modo più rapido e comodo per raggiungere il centro città dall’aeroporto di Vienna è con il treno diretto CAT. Si arriva alla stazione Wien Mitte in 16 minuti, senza fermate intermedie. La corsa semplice costa 12€, mentre il biglietto a/r ha un prezzo di 21€ (valido sei mesi dall’acquisto). Il prezzo risulta più conveniente se acquistato online insieme alla Vienna Card

I biglietti si possono acquistare online su questo sito, oppure presso le biglietterie automatiche in aeroporto. C’è una corsa ogni mezz’ora, dalle sei del mattino alle undici di sera.

Schloss Belvedere

La prima cosa che consiglio di vedere a Vienna è il Belvedere: due splendidi palazzi in stile barocco, posizionati rispettivamente ai piedi e nel punto più alto di una collina. Nel mezzo, un enorme giardino francese adornato da fontane e scalinate.

Semplicemente meraviglioso, la vista è da togliere il fiato. Il Belvedere superiore è senz’altro il palazzo di riferimento del complesso, non solo perché maestoso ed elegante, ma perché al suo interno sono custodite alcune tra le opere più significative di Gustav Klimt, tra cui spiccano, come ormai penso sappiate in tanti, Il Bacio e Giuditta.

Queste due opere sono straordinarie e lasciano un’emozione unica. Valgono da sole il prezzo del biglietto. Ovviamente c’è anche molto altro, la collezione è molto ricca e racchiude opere a partire dal Medioevo. L’Osterreichische Galerie la inserisco senza alcun dubbio tra le cose da vedere a Vienna, anche se avete solo 3 giorni a disposizione.

Concedetevi un abbondante pasto a base di piatti tipici e birra artigianale prodotta in loco alla Salm Brau, si trova subito fuori l’ingresso al Unteres Belvedere.

vienna cosa vedere in 3 giorni

Il cortile esterno del Belvedere

vienna cosa vedere in 3 giorni

Vista panoramica dal Belvedere: i giardini francesi

Cattedrale di Santo Stefano

Dirigetevi quindi verso Innere Stadt, il vero centro storico di Vienna, il cui fulcro è costituito dalla maestosa cattedrale gotica di Santo Stefano (Stephansdom). Uno dei luoghi di maggior interesse di Vienna.

La torre meridionale, con i suoi 137 metri, domina l’intero centro storico. È possibile risalirla per godere della più spettacolare vista sulla città. In alternativa è possibile optare per la torre settentrionale, più bassa ma con ascensore (e quindi l’ideale per chiunque non possa salire le scale).

Uno dei motivi per cui mi piace tanto viaggiare in Europa in dicembre sono gli addobbi natalizi. La piazza antistante la cattedrale di Santo Stefano era piena di casette in legno vestite a festa con prodotti gastronomici e di artigianato locale. Una meraviglia.

Hofburg

A questo punto sarete pronti per una visita a Hofburg, il meraviglioso palazzo che fu residenza degli Asburgo dal 1279 sino alla caduta dell’impero dopo la fine del primo conflitto mondiale. I Keiserappartements costituiscono l’area di maggior interesse, qui hanno infatti vissuto l’imperatore Francesco Giuseppe e l’imperatrice Elisabetta.

Qui potrete visitare gli appartamenti privati, vi consiglio l’audio guida se non conoscete molto bene le vicissitudini della famiglia imperiale. Vi sono poi diverse collezioni di argenti e porcellane appartenuti sempre agli Asburgo. Preparatevi a servizi di piatti da 200 pezzi! Se avete voglia di immergervi, anche solo per un paio d’ore, nello scintillio della Vienna imperiale, non perdetevi una visita al palazzo di Hofburg.

Wiener Staatsoper

Non molto distante trova sede un’altra delle cose da vedere a Vienna e che troverete come assolutamente consigliata in tutte le guide della città: la Wiener Staatsoper. Il teatro in stile rinascimentale di Vienna è celebre in tutto il mondo per i concerti di musica classica e per le opulente decorazioni interne. Solo lo scalone centrale, riccamente adornato di statue, vale l’ingresso.

Vi dico la verità, io l’ho visto solo dall’esterno, non ho avuto la possibilità di assistere ad uno spettacolo con un bimbo così piccolo, ma non potevo non inserirlo nella mia guida su cosa vedere a Vienna in 3 giorni.

Rathaus

Il municipio è certamente uno dei punti di interesse da inserire nel nostro itinerario a Vienna in tre giorni. Una costruzione relativamente recente (fu realizzata alla fine del XIX secolo) ma non per questo meno interessante, in stile neogotico.

La piazza antistante ospita spesso eventi rivolti alla collettività. In dicembre si riempie, di norma, di splendidi mercatini di Natale. Le luci sono sfavillanti e l’atmosfera davvero unica.

Subito di fianco troverete l’edificio del Parlamento, realizzato anch’esso verso la del 1800 in stile neoclassico. Le statue che lo circondano sono molto belle e scenografiche.

Se non è troppo tardi (ma non è mai troppo tardi per una fetta di torta) concedetevi una merenda a base di Sachertorte in una delle tante pasticcerie storiche di Vienna. Le più famose sono, naturalmente, il Café Sacher e Demel.

vienna cosa vedere in 3 giorni

Il Parlamento di Vienna

Rataus Vienna

Il Rataus illuminato dalle luci di Natale

vienna cosa vedere in 3 giorni

La torta Mozart, tipico dolce viennese

Schloss Schönbrunn

Dulcis in fundo, sua maestà Schloss Schönbrunn. Il meglio viene sempre alla fine. La visita al palazzo è qualcosa di unico. Se avete visto i film di Sissi vi sembrerà di essere lì con lei. Qui ovviamente potrete scoprire gli appartamenti privati così come le maestose sale da ballo e da pranzo.

Vi consiglio di fare il biglietto intero (c’è anche una versione ridotta) per poter visitare tutte le aree del palazzo. Anche in questo caso l’audio guida può esservi di grande aiuto.

Schloss Schönbrunn non è però solo il palazzo reale. Il complesso è talmente vasto che vi consiglio di rimanere tutto il giorno. I giardini sono immensi e se capitate da queste parti nella stagione estiva potrete viverli al meglio. Ad ingresso gratuito sono il palmeto, custodito sotto un’imponente serra di vetro, e l’Orangerie, l’antica serra imperiale.

Il vantaggio di visitare Schloss Schönbrunn in inverno sono, ancora una volta, i mercatini di Natale. Nel piazzale antistante il palazzo vengono allestite le tradizionali casette in legno dove poter gustare un ottimo gluhwein e comprare un ricordo del luogo. I mercatini regalano sempre un’atmosfera particolare, ma qui sono ancora più belli.

Da Vienna a Bratislava

Da Vienna è possibile raggiungere la vicina Bratislava.  Approfittate della poca distanza per visitare un’altra, bellissima, capitale europea spostandovi solo di pochi chilometri.

Come raggiungere Bratislava da Vienna? Nulla di più semplice. Sono circa 60 km dunque in auto ci vuole un’oretta scarsa. In alternativa, potete prendere il treno impiegando lo stesso tempo senza lo stress della guida. Il biglietto va dai 10 ai 16€ a tratta.

Bratislava è una città di piccole dimensioni che ben si adatta per essere visitata in una giornata, o anche meno. L’imponente Castello domina il bel centro storico, caratterizzato da piccole vie, circondate da edifici dai tetti rossi.

Questa era la mia piccola guida su cosa vedere a Vienna con soli tre giorni a disposizione. Purtroppo, quando il tempo a disposizione è molto risicato, occorre sempre fare delle scelte, dimenticando inevitabilmente qualcosa di altrettanto bello e significativo. Questi sono i miei consigli, ma cercate sempre di costruire l’itinerario su misura per voi.

vienna cosa vedere in 3 giorni

Schloss Schönbrunn avvolto dalla nebbia