costa trabocchi abruzzo

Costa dei Trabocchi: cosa vedere sul litorale d’Abruzzo

La costa dei Trabocchi si trova in Abruzzo, nel tratto di litorale compreso tra Ortona e Vasto. Un territorio ricco di sorprese che meravigliò persino Gabriele D’Annunzio e che ha incantato anche me, durante il mio breve soggiorno estivo. Cosa vedere lungo la Costa dei Trabocchi in Abruzzo? In questa guida ti racconto le spiagge più belle, ma anche altri luoghi speciali che credo dovresti inserire in itinerario.

Se stai pensando ad una vacanza in Abruzzo devi sapere che la Costa dei Trabocchi è una delle zone più caratteristiche da visitare, proprio per la presenza di queste insolite costruzioni, che ne segnano il profilo. Il litorale abruzzese è bellissimo e tranquillo, perfetto per le famiglie ma anche per chi ama la natura e il turismo sostenibile.

Potrebbero interessarti anche: I luoghi più belli d’Abruzzo, Guida a Rocca Calascio

I Trabocchi sono delle macchine da pesca molto simili a palafitte. Sono costruzioni tipiche della costa abruzzese e molisana (ne ho visti qualcuno anche lungo la bella spiaggia di Termoli). Qualche esemplare si trova anche nel Gargano, in Puglia. Sulla costa abruzzese ce ne sono diversi, da qui il nome di “Costa dei Trabocchi).

Sebbene esistano alcune differenze costruttive tra la versione pugliese e abruzzese, la loro funzione principale era quella di calare in mare grandi reti da pesca, tramite sistema meccanico.

La maggior parte dei Trabocchi assume oggi funzionalità diverse. Alcuni sono abitazioni private, altre sono ristoranti. Mangiare in un Trabocco è senz’altro un’esperienza da provare, ma occorre prenotare il proprio tavolo con largo anticipo.

Ho trascorso alcuni giorni sulla Costa dei Trabocchi durante il mio viaggio on the road in Italia, nel mese di agosto. Il consiglio è quello di prenotare l’alloggio con un po’ di anticipo, specie se intendete partire in alta stagione e desiderate una soluzione a ridosso della costa.

trabocchi abruzzo
Costa dei Trabocchi, Punta Aderici

Una cosa che forse non tutti ancora conoscono è che la Costa dei Trabocchi è visitabile anche in bicicletta, grazie alla cosiddetta “Via Verde”. Si tratta di una pista ciclabile che si estende per circa 42 chilometri, lungo una vecchia linea ferroviaria, tra Ortona e San Salvo.

È una novità assoluta, dato che il progetto è stato avviato nel 2020 e si concluderà nel 2021. Un’opzione che vi suggerisco di prendere in considerazione. Non solo per incentivare la mobilità ecologica, ma anche perché trovare parcheggio in prossimità delle spiagge più conosciute è davvero difficile.

Le spiagge più belle della Costa dei Trabocchi

La maggior parte dei vacanzieri che si reca sulla Costa dei Trabocchi lo fa principalmente per le spiagge. Qui ce ne sono davvero tante, tutte molto belle (e ve lo dice una che al mare non ci va poi così spesso!). Che siano sabbiose o di sassi, attrezzate o selvagge, offrono tutte uno splendido mare blu, limpido e pulito. Queste sono quelle che vi consiglio.

Riserva Naturale di Punta Aderici

Si tratta della prima area protetta istituita in Abruzzo, che racchiude al suo interno diverse spiagge. A mio avviso, uno dei luoghi di maggior interesse naturalistico da vedere lungo la Costa dei Trabocchi. La riserva copre un’area di pari a circa 280 ettari, nella porzione di costa che va da Punta Penna alla foce del fiume Sinello.

Il promontorio di Punta Aderici è un luogo magico. Non solo perché offre uno straordinario panorama sulla costa, ma anche perché è da qui che si respira l’autentica brezza marina, che si sente l’odore del mare e del verde. Circondati da un’ambientazione davvero suggestiva. Pensate che da qui si riescono persino a scorgere il Parco della Maiella e del Gran Sasso.

La riserva è accessibile tutto l’anno, ma è ovviamente in estate che le attività si svolgono a pieno regime. Presso i punti informativi è possibile noleggiare canoe e mountain bike, oltre che ombrelloni per la spiaggia. È possibile richiedere anche visite guidate alla riserva. Sempre nei mesi estivi, è in funzione un servizio navetta gratuito che collega la riserva alle spiagge di Libertini e Trabocco.

I parcheggi sono quasi sempre pieni in alta stagione, quindi approfittatene.

Non solo spiagge comunque. Nella riserva di Punta Aderici avrete la possibilità di dedicarvi all’escursionismo grazie ad una fitta rete di sentieri. In questo caso dovrete attrezzarvi con scarpe sportive, non venite in ciabatte. Trovate una mappa esaustiva di tutti i sentieri a questa pagina.

Spiaggia di Punta Penna

La prima spiaggia da vedere lungo la Costa dei Trabocchi è quella di Punta Penna, o quantomeno una delle più belle. Si tratta di una lunga lingua di spiaggia chiara e sottile, che si riversa in acque cristalline, di un bel blu acceso.

A poca distanza di trovano il faro di Punta Penna e la chiesa di Santa Maria di Punta Penna.

La spiaggia è libera ma non è attrezzata. Subito sopra il parcheggio c’è un ristorante vista mare (consigliata la prenotazione) e un piccolo bar.

punta aderici spiaggia
Scorcio dalla spiaggia di Punta Penna
costa trabocchi spiagge

Spiaggia dei Libertini

La spiaggia dei Libertini, situata sempre lungo la Costa dei Trabocchi, è ubicata subito sotto il promontorio di Punta Aderici. È una spiaggia di ciottoli ma con il fondale sabbioso, dall’aria selvaggia e incontaminata. Ci si arriva a piedi, direttamente dalla spiaggia di Punta Penna, oppure scendendo dal promontorio.

Noi abbiamo trascorso qui una mattinata intera. Un luogo tranquillo e poco affollato, nonostante fosse agosto. Era un po’ ventoso, ma questo non ci impedito di prendere il sole e fare il bagno!

Spiaggia Punta Aderici

Si trova a nord del promontorio panoramico. Anche questa è una spiaggia libera, sabbiosa, con il fondale che degrada dolcemente. Molto bella anche per i bambini. Come tutte le spiagge della Costa dei Trabocchi, conserva ancora tutta la meraviglia dell’ambiente naturalistico incontaminato che la circonda.

Spiaggia di Mottagrossa

Se state cercando una spiaggia tranquilla e molto pulita, quella di Mottagrossa potrebbe fare al caso vostro. È una spiaggia di ciottoli (per questo forse meno frequentata) ma con il fondale sabbioso. Ci si arriva a piedi, percorrendo un sentiero sterrato. Acqua blu davvero strepitosa.

Non è una spiaggia attrezzata, se desiderate rimanere tutto il giorno portare con voi ombrellone e pranzo al sacco.

Calata Turchino

Calata Turchino è una delle spiagge più famose della Costa dei Trabocchi. Qui si trova infatti l’omonimo trabocco, uno dei pochi che mantiene inalterata la struttura originale (diversamente da molti altri, adibiti oggi a ristorante, come già detto).

Il Trabocco Turchino è di proprietà del Comune di San Vito Chietino ed è visitabile su richiesta.

La spiaggia è formata da piccole cale di ciottoli, con un’acqua incredibilmente pulita e cristallina. Ci si arriva, volendo, direttamente dalla pista ciclabile. Scelta consigliata visto che il parcheggio in loco è davvero molto piccolo.

abruzzo costa trabocchi

Spiaggia del Promontorio Dannunziano

Tra tutte le spiagge della Costa dei Trabocchi, quella del Promontorio Dannunziano è quella che più di tutte consiglio ai nostalgici e ai romantici. Non solo per l’evidente richiamo letterario. Dal promontorio si gode di una vista a dir poco spettacolare sulla costa. Un luogo che merita davvero una sosta.

La spiaggia è raccolta, una piccola cala di ciottoli, e non è molto frequentata. Probabilmente perché non immediatamente agibile dalla strada. Occorre percorre un sentiero sterrato.

Anche in questo caso non si tratta di una spiaggia attrezzata.

Costa dei Trabocchi: altri luoghi da vedere

Vasto

Non solo spiagge lungo la costa dei Trabocchi. Ci sono molte altre cose da vedere sul litorale abruzzese. A cominciare da Vasto, una cittadina assai interessante, suddivisa in due storici rioni, il Guasto d’Aymone e il Guasto Gisone. Il centro storico è uno dei più caratteristici della regione.

Da qui si gode anche di una meravigliosa vista sul Golfo della Luna.

A Vasto si possono ammirare l’imponente Torre di Bassano (unica superstite delle cinque che originariamente componevano le mura difensive) e il Castello Caldoresco. Costruito nel 1439 era, in origine, un tribunale.

Il centro di Vasto è ricco di ristoranti e locali e nelle sere d’estate è davvero un luogo incantevole. Se intendete pernottare nelle vicinanze, prenotate con anticipo.

vasto abruzzo
Paorama dal centro di Vasto

Castello aragonese di Ortona

Ortona è un secondo, importante, centro turistico lungo la Costa dei Trabocchi. Qui trova sede il celebre Castello aragonese, una fortezza davvero affascinante, visitabile oltretutto gratuitamente. Il Castello ha subito un po’ di danni nel corso dei secoli. Oggi sono visibili solamente tre delle quattro torri originarie, mentre una porzione della struttura è crollata in seguito alla frana del 1946.

La particolarità del Castello di Ortona è la vista. Essendo costruito su un promontorio che si affaccia direttamente sul mare, la vista dalle mura e dalle torri è davvero particolare. Non perdete l’occasione di fotografare il mare, attraverso un’antica feritoia!

Rocca San Giovanni

Quello di Rocca San Giovanni è annoverato tra i borghi più belli d’Italia. Se vi trovaste sulla Costa dei Trabocchi vi consiglierei di mettere in agenda una tappa anche qui. È ubicato su uno sperone roccioso, il centro storico, di origine medioevale, è davvero caratteristico.

C’è una meravigliosa terrazza panoramica che si affaccia su una valle verdissima, composta principalmente da vigne e aranceti, sino a raggiungere la costa adiacente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *