Il comprensorio Dolomiti Superski: prezzi, skipass, piste

Quello del Dolomiti Superski è il comprensorio sciistico più grande d’Italia, situato tra il Bellunese, il Trentino e l’Alto Adige.

Conosciuto in tutto il paese, attira ogni inverno migliaia di appassionati sportivi, provenienti in verità anche dall’estero. Il comprensorio Dolomiti Superski copre, pensate, circa 1200 chilometri di piste, disseminate tra svariati impianti sciistici.

Per noi bellunesi è grande motivo di orgoglio, nonché ovviamente una della più importanti attrattive turistiche della provincia. Non c’è appassionato di sport invernali che non desideri sciare almeno una volta presso il Dolomiti Superski. Leggendo le prossime righe, ne capirete il motivo.

In questo blog post, tutto quello che c’è da sapere sul comprensorio sciistico Dolomiti Superski: quanto costa lo skipass e quando aprono le piste, quali sono gli impianti che ne fanno parte.

Potrebbe interessarvi anche: Cosa vedere sulle Dolomiti Bellunesi, Cosa vedere in Alto Adige

Guida al comprensorio sciistico Dolomiti Superski

Cosa comprende il Dolomiti Superski

erché il comprensorio sciistico Dolomiti Superski è così famoso? Le dimensioni sono ovviamente il primo fattore d’interesse: non è cosa da poco poter sciare lungo 1.200 chilometri di piste con un unico skipass. Ma la verità è che parliamo di un contesto naturalistico unico, quello delle Dolomiti, che sono, lo ricordo, Patrimonio Unesco.

Il comprensorio Dolomiti Superski offre impianti sciistici moderni ed efficienti, strutture ricettive per tutte le esigenze, paesini pittoreschi e ricchi di fascino, ristoranti eccellenti.

Vediamo nel dettaglio quali sono gli impianti sciistici inclusi del comprensorio.

alleghe dolomiti sky
Gli impianti di risalita di Alleghe

Civetta (BL)

Cominciamo da una delle zone a me più care: il Monte Civetta. Il paese di riferimento è Alleghe, una delle zone più belle per trascorrere qualche giorno di vacanza tra le Dolomiti Bellunesi, sia in inverno che in estate. Il paese si specchia nell’omonimo lago, da qui partono gli impianti di risalita.

Il comprensorio del Monte Civetta (3.218 metri) include circa 80 chilometri di piste che collegano, per l’appunto, Alleghe, Zoldo e Selva di Cadore. Vi sono inoltre 5 chilometri di piste illuminate, per provare l’emozione di sciare in notturna. Segnalo anche due snowpark e l’Happy Park di Alleghe per i più piccoli.

dolomiti superski
Il comprensorio di Alleghe, alle spalle il Monte Pelmo

Cortina d’Ampezzo (BL)

Rimaniamo sempre in provincia di Belluno (mi perdonerete se comincio proprio dal mio territorio). Cortina d’Ampezzo è certamente la località sciistica più lussuosa del Dolomiti Superski. Preparatevi ai prezzi più alti del comprensorio. È un paese piccolo ma molto vivace, in cui troverete bellissimi hotel, negozi con i marchi più prestigiosi, ristoranti di altissimo livello. E, con tutta probabilità, anche qualche personaggio famoso!

Le piste attraversano i comprensori delle Tofane, del Faloria – Cristallo e del Lagazuoi.

Rimaniamo sempre in provincia di Belluno (mi perdonerete se comincio proprio dal mio territorio). Cortina d’Ampezzo è certamente la località sciistica più lussuosa del Dolomiti Superski. Preparatevi ai prezzi più alti del comprensorio. È un paese piccolo ma molto vivace, in cui troverete bellissimi hotel, negozi con i marchi più prestigiosi, ristoranti di altissimo livello. E, con tutta probabilità, anche qualche personaggio famoso!

Le piste attraversano i comprensori delle Tofane, del Faloria – Cristallo e del Lagazuoi.

Arabba – Marmolada (BL)

Il comprensorio è compreso nel territorio che va dal paese di Arabba e la Forcella Europa. I chilometri di piste sono circa 22. Assai famosa è la telecabina “Europa”. Scendendo a metà del percorso si raggiunge il punto di transito per la Marmolada. Questo è uno dei comprensori che offre i panorami più suggestivi.

Di recente costruzione, l’Arabba Superpark, uno snowpark situato a circa 2.000 metri.

dolomiti superski marmolada

Tre Valli- Alpe Luisia – San Pellegrino (BL-TN)

Si tratta di un comprensorio di notevoli dimensioni, con oltre 100 km di piste praticabili. Molto apprezzato, in particolare, è lo Ski tour delle Emozioni, che copre circa metà dell’ampiezza totale e collega le località di Passo San Pellegrino, Alpe Luisia, Falcade e Ronchi di Moena. È un giro ad anello di straordinaria bellezza, che può essere intrapreso da ciascuna delle località citate.

La Pista degli innamorati, lunga circa 12 km, è una delle più belle, in termini di paesaggio, che regala alcune bellissime visuali tra la Val di Fassa e Falcade. La pista parte da Col Margherita e arriva sino al centro di Falcade, in provincia di Belluno.

Alta Badia (BZ)

Il comprensorio sciistico dell’Alta Badia non ha certo bisogno di presentazioni, penso. Costituito dai comuni di Corvara, La Valle e Badia, occupa una delle valli più suggestive delle Dolomiti. Sicuramente una delle stazioni più frequentate del comprensorio Dolomiti Superski.

Ci troviamo all’interno sia dell’itinerario sciistico della Sellaronda, che di quello della Grande Guerra (parleremo di entrambi tra poco). Le piste da sci qui coprono più di 100 km, collegate da ben cinquantadue impianti di risalita.

Plan de Corones (BZ)

Altro grande comprensorio incluso nel circuito Dolomiti Superski è quello di Plan de Corones, situato al confine tra la Val Pusteria e la Val di Marebbe. Anche in questo caso, oltre 100 chilometri di piste, quattro delle quali adibiti anche per lo sci in notturna. Vi sono diverse piste anche per lo slittino.

Segnalo in particolare il museo della montagna MMM, ideato dal famoso alpinista Messner. È la sesta, ed ultima, sede di un circuito più ampio di esposizioni permanenti.

Val di Fassa (TN)

Sono nove le diverse zone sciistiche della meravigliosa Val di Fassa, nel cuore nel comprensorio sciistico Dolomiti Superski. Un totale, pensate, di oltre 200 chilometri di piste da sci.

La valle è conosciuta anche per la ancora molto sentita tradizione ladina, non stupitevi quindi di sentir parlare questa antica lingua.

dolomiti superski val di fassa

Val Gardena (BZ)

Altra importante località sciistica del comprensorio Dolomiti Superski è la Val Gardena, rinomata anche per le molte competizioni internazionali che qui vengono organizzate. Fa parte del circuito Sellaronda.

Di tutte le località turistiche della zona, la più caratteristica è probabilmente Ortisei. Incastonata in una cornice naturalistica davvero suggestiva (i boschi verde smeraldo sono splendidi), è il punto di riferimento per le piste dell’Alpe di Siusi.

dolomiti superski val di fassa val gardena

Val di Fiemme (TN – BZ)

Il comprensorio sciistico della Val di Fiemme può contare su circa 150 chilometri di piste, oltre che su impianti tra i più moderni del Dolomiti Superski (sono stati recentemente rinnovati). Qui si tengono svariate competizioni internazionali, compreso il salto con gli sci.

La Val di Fiemme ospita due splendidi parchi naturali, il Paneveggio Pale di San Martino e il Monte Corno. L’elemento che più caratterizza la zona sono gli splendidi boschi di abeti rossi, che raggiungono anche i cinquanta metri di altezza.

Tre Cime (BZ)

Sciare nello splendido contesto delle Tre Cime di Lavaredo penso sia il sogno di molti (io ho fatto il percorso escursionistico a piedi, in estate, vi lascio il mio post sul giro ad anello delle Tre Cime di Lavaredo).

Sono cinque le montagne collegate tra loro, da oltre cento chilometri di piste. La località di San Candido, molto caratteristica e ricca di eccellenti soluzioni per dormire, mangiare e fare shopping, completa un quadro già perfetto per sua natura.

tre cime di lavaredo
Tre cime di Lavaredo

Rio Pusteria – Bressanone (BZ)

Il comprensorio di Rio Pusteria, oltre ad offrire piste da sci per ogni esigenza e piste per slittino, si trova in una posizione davvero strategica, che consente di coniugare l’attività sportiva invernale con qualche visita di interesse culturale.

Rio Pusteria si trova infatti a soli 10 chilometri da Bressanone e a poco più di venti da Brunico. In un’ora di auto potrete raggiungere anche Bolzano.

San Martino di Castrozza (TN)

Concludo la lista delle stazioni sciistiche incluse nel Dolomiti Superski con San Martino di Castrozza, nota località turistica in provincia di Trento. Qui si trovano le celebri Pale di San Martino, le cime indubbiamente più spettacolari della zona.

Vi sono tre accessi alle piste, due direttamente in paese, mentre il terzo si trova al Passo Rolle, a circa 8 chilometri da San Martino. La località può vantare ben tre snowpark.

Quando aprono gli impianti

La domanda che più di ogni altra si pongono gli appassionati di sport invernali è questa: quando aprono gli impianti del comprensorio Dolomiti Superski? Se siete avvezzi alla neve, allo sci ed allo snowboard saprete già che, di norma, gli impianti aprono i battenti intorno alla fine di novembre, per chiudere con la prima settimana di marzo.

Le date precise variano di anno in anno e da impianto ad impianto, per sapere in tempo reali quali piste sono accessibili e quali, invece, sono chiuse, potete consultare questa pagina, dedicata agli impianti del Dolomiti Superski.

Quanto costa lo skipass Dolomiti Superski

Parliamo di prezzi, quanto costa lo skipass Dolomiti Superski? Non vi è un’unica soluzione per accedere al più grande comprensorio sciistico del paese, le possibilità sono diverse.

A cominciare dall’abbonamento stagionale, perfetto per chi abita in zona ed intende sciare molto spesso. Il prezzo non è proprio basso e va, giustamente, ammortizzato. La prevendita stagionale sino al 24/12/2020 prevede un prezzo di € 850 che, dopo quella data, sale a 910. I bambini fino agli otto anni pagano € 275, i ragazzi sotto i sedici 590. Altre riduzioni sono previste per i senior.

Un’altra soluzione disponibile, ideale per chi vive tra Veneto e Trentino-Alto Adige, è quella di acquistare un classico skypass stagionale di valle ed aggiungere un pass di quattro giorni per il circuito Dolomiti Superki, ad un prezzo di 140€ (da aggiungere, naturalmente, al costo dello stagionale di valle). Per bambini e ragazzi fino ai 16 anni i 140€ scendono a 105.

Se invece vivete altrove ed avete intenzione di prenotare la classica settimana bianca, tra le meravigliose Dolomiti, la soluzione che fa per voi è lo skypass Dolomiti Superski di otto giorni, da scegliere in un periodo a piacere. Il prezzo è di € 400, per bambini e ragazzi 270.

Le famiglie composte da almeno 3 persone (con un bambino sopra gli 8 anni di età) possono beneficiare di alcune agevolazioni. Con la formula Superski Family sarà possibile ricaricare le My Dolomiti Card con fino a 20 giornate valide su tutto il comprensorio. Per maggiori informazioni e per calcolare l’effettivo risparmio di questa formula, vi consiglio di visitare questo link

Sellaronda

Tra la Val di Fassa, la Badia, la Val Gardena e Livinallongo, trova sede uno dei percorsi sciistici più belli delle Dolomiti, il Sellaronda, così chiamato perché gira intorno al gruppo montuoso del Sella. Il percorso è agibile sia in inverno, perché molto ben collegato dai diversi impianti che consentono di attraversarlo per intero senza mai staccare gli sci dai piedi, sia in estate, con tanti itinerari di trekking e per mountain bike.

Il percorso Sellaronda si snoda attraverso quattro tra i più bei passi delle Dolomiti: il Gardena, il Pordoi, il Sella e il Campolongo. La lunghezza totale è di circa 40 chilometri e può essere intrapreso da una qualsiasi delle località che compongono il circuito, sia in senso orario (percorso arancione), sia in senso antiorario (percorso verde). Mettete in conto una giornata intera, ma non è un itinerario per principianti.

Grande Guerra

Un altro percorso sciistico che consiglio di provare, nel contesto del Dolomiti Superski, è quello della Grande Guerra. Il connubio perfetto tra natura, sport e storia. L’itinerario attraversa infatti i luoghi che furono teatro della sanguinosa guerra di trincea, combattuta tra le truppe austro-ungariche e italiane. Parliamo ovviamente del Primo Conflitto Mondiale.

In inverno il percorso si può attraversare con gli sci ai piedi: Passo Giau, Passo Falzarego, Val Badia, Alleghe ed Arabba. La maggior concentrazione di reperti bellici si trova comunque nell’area denominata Cortina Delicious (che, di fatto, è un consorzio che comprende impianti, rifugi, alberghi e ristoranti nelle zone tra Lagazuoi, 5 Torri, Giau, Falzarego, Pocol, Croda del Lago).

Il museo a cielo aperto della Grande Guerra si trova tra il Lagazuoi e il 5 Torri, come già vi avevo raccontato nel post dedicato proprio al Lagazuoi.

Ma cosa si può vedere in questi luoghi? Quali sono i reperti storici da ammirare? Vecchie trincee, antichi fortini, tunnel. In alcuni casi (come, per l’appunto, lungo la risalita del Lagazuoi) ci potrete persino passare in mezzo, ovviamente in estate.

Sul piccolo Lagazuoi si trova addirittura un’antica postazione austrica, raggiungibile direttamente con gli sci ai piedi.

Le diverse località del percorso sono ben collegate da skibus (per cui è richiesto lo skipass Dolomiti Superski) e bus di linea.

monte lagazuoi dolomiti
Panorama dal Lagazuoi

Dolomiti Superski in estate

Il circuito Dolomiti Superski, lo suggerisce il suo stesso nome, è prettamente incentrato sugli sport invernali. Questo non deve assolutamente farvi pensare che in estate non si possa organizzare una vacanza in queste zone. Anzi.

Sono 100 gli impianti di risalita che restano operativi anche nei mesi estivi, per permettere ai turisti di raggiungere quote che, diversamente, sarebbero a totale appannaggio di escursionisti più che esperti. La Supersummer Card è una sorta di abbonamento estivo che consente di usufruire degli impianti attivi, incluso il trasporto di bicilette.

Il prezzo è di € 47 per il pass giornaliero, 350€ per l’abbonamento stagionale.