lago di scanno abruzzo

Lago di Scanno (Abruzzo): cosa fare e vedere in zona

Il Lago di Scanno e il celebre sentiero del cuore sono tra i luoghi di maggior interesse turistico da vedere in Abruzzo. Il lago, il più grande bacino naturale della regione, è balneabile ed è il posto perfetto per dedicarsi a tante attività all’aria aperta.

Cosa fare e vedere sul Lago di Scanno e dintorni? In questa guida vi parlerò di trekking, di attività all’aria aperta e dei luoghi più interessanti di questa zona. Un posto davvero incantevole, che vi consiglio di inserire in itinerario, qualora decidiate di visitare l’Abruzzo.

Sono stata al Lago di Scanno durante il mio più ampio soggiorno estivo in Abruzzo. Abbiamo scelto di trascorrere un po’ di tempo qui come alternativa alle scarpinate di Campo Imperatore e del Gran Sasso. Ed anche per concederci un tuffo rigenerante dalla calura estiva. Il Lago di Scanno è un luogo ideale anche per i bambini!

Potrebbero interessarvi anche: Itinerario on the road in Italia, Cosa vedere in Abruzzo

Il Lago di Scanno di trova a circa un centinaio di chilometri dall’Aquila, nell’alta Valle del Sagittario.

Se intendete raggiungerlo in treno, la stazione di riferimento è quella di Sulmona (per consultare orari ed eventuali ritardi, vi consiglio di provare il servizio Viaggiatreno di Trenitalia). Da qui troverete poi un autobus che vi condurrà direttamente al lago, in circa 40 minuti.

Se invece viaggiate in auto, qui troverete alcuni parcheggi, disseminati lungo il perimetro del lago. Ce n’è uno abbastanza grande nei pressi dello sperone sud-orientale, a pagamento.

Fra tutte le attività da fare sul Lago di Scanno, il sentiero del cuore è sicuramente una delle più belle. Il lago, se visto dall’alto, ha una forma che ricorda proprio quella di un cuore. L’omonimo sentiero conduce al punto panoramico da cui è possibile ammirare questa particolarità (e dove si trova anche lo splendido Eremo di Sant’Egidio).

Vediamo allora nel dettaglio il famoso sentiero del Cuore.

Il percorso non presenta particolari difficoltà ed è adatto a tutti. Se viaggiate con bambini a seguito sappiate che il sentiero non è accessibile con il passeggino. Lo consiglio a bambini già abbastanza abituati alla camminata.

L’escursione durerà circa due ore (andata e ritorno), presenta un dislivello di circa 200 metri e si può intraprendere in tutte le stagioni (tranne che in presenza di neve). Consiglio scarpe sportive chiuse.

Dal grande parcheggio che vi ho indicato nel paragrafo precedente, dovrete dirigervi a sinistra, in direzione del piccolo chiosco di souvenir e dei servizi pubblici. Vedrete un cartello che indica chiaramente il sentiero del cuore.

Dopo un primo tratto in salita potrete ammira un piccolo assaggio del panorama circostante! Il resto del sentiero è quasi totalmente immerso nel bosco (cosa assai apprezzabile nei mesi estivi!). Mi raccomando, seguite sempre le indicazioni bianche e rosse, per non perdere la giusta via!

L’Eremo di Sant’Egidio si trova a circa 15 minuti di cammino dal punto panoramico, che costituisce il culmine del sentiero del cuore del Lago di Scanno.

Per tornare indietro potrete percorrere lo stesso itinerario dell’andata (che essendo in discesa sarà più veloce), oppure raggiungere il centro di Scanno (troverete le indicazioni), per tornare poi verso il lago a piedi, oppure in bus.

scanno abruzzo
Il paese di Scanno, vicino il lago

Dopo aver percorso il sentiero del cuore, una sosta doverosa sarà nel centro storico di Scanno, annoverato tra i borghi più belli d’Italia. L’architettura dei suoi edifici è davvero unica, caratterizzata da portali riccamente decorati e le tradizionali Cemmause. Si tratta di scalinate in pietra grezza posizionate all’esterno degli edifici, sorrette da ampi archi.

Il centro storico pullula di botteghe di artigianato locale. Le più famose sono quelle orafe.

A Scanno si trovano anche alcuni musei, molto importanti per il territorio. Il Museo delle Immagini Sacre è ubicato nella Chiesa di San Giovanni Battista ed include alcune pregevoli statue antiche. Il Museo del Lago è il punto di riferimento per chi volesse conoscere il territorio circostante, mentre il Museo della Lana offre un interessante spaccato della vita quotidiana dei pastori locali.

Il Lago di Scanno è un luogo di villeggiatura a tutti gli effetti, soprattutto in estate. Come già detto, il lago è balneabile, le spiagge limitrofe sono libere e accessibili. In loco si possono noleggiare pedalò e canoe. C’è anche una grande area attrezzata con griglie (solo in quella ubicata sul lato destro del lago).

Il lato opposto è invece dedicato ai bambini. Vicino al grande parcheggio c’è infatti un bel parco giochi, perfetto per i più piccoli. L’area è anche adibita a campeggio.

Se intendete fermarvi sul Lago di Scanno per più giorni, il mio consiglio è quello di noleggiare una biciletta. Non solo risolverete il problema del parcheggio, ma vi muoverete in modo molto più agile e rispettoso dell’ambiente circostante.

Lago di Scanno
La Chiesa di Santa Maria sul Lago di Scanno

La Chiesa di Santa Maria Annunziata è ubicata proprio sulla sponda del Lago di Scanno, nel punto in cui, si narra, avvennero apparizioni miracolose. Fu edificata alla fine del XVII secolo, proprio per celebrare questi eventi prodigiosi. Ancora oggi è meta di credenti che accorrono qui in pellegrinaggio.

La Chiesa è un edificio assai suggestivo, il cui riflesso si specchia dolcemente nelle acque placide del lago. L’edificio, in verità, ha subito molte ristrutturazioni. L’ingresso era in origine rivolto verso la strada, mentre oggi vi si accede proprio dal lato del lago.

Gole del Sagittario

Le Gole del Sagittario sono una riserva naturale di incomparabile bellezza. Un’ulteriore tappa che vi consiglio di vedere nei pressi del Lago di Scanno. Si trovano a circa 15 chilometri dal lago, in direzione nord.

Si tratta di un’oasi WWF, volta a preservare l’unicità del territorio: un profondo canyon scavato, per l’appunto, da fiume Sagittario. Il sentiero naturalistico si snoda attraverso un bosco lussureggiante e porta il visitatore a scoprire splendide cascate, ponti e punti panoramici.

Il Sentiero Geologico comincia nei pressi delle sorgenti del Cavuto e conduce sino a Castrovalva, un pittoresco borgo arroccato su uno sperone roccioso. L’escursione è lunga circa 7 chilometri (andata e ritorno) con un dislivello di poco più di 300 metri. Non è particolarmente impegnativa, ma alcuni tratti in salita possono rivelarsi abbasta difficoltosi, soprattutto nelle ore più calde della giornata.

Noi siamo tornati indietro, proprio nell’ultimo tratto del percorso, interamente esposto al sole. Faceva davvero troppo caldo per continuare. Saremmo dovuti partire di primo mattino.

All’ingresso della riserva c’è anche una bella area pic-nic, attrezzata con tavoli in legno (all’ombra) e una fontana di acqua potabile. Ricordatevi di riempire le vostre borracce prima di intraprendere il sentiero!

gole del sagittario
Nella riserva naturale delle Gole del Sagittario

Impossibile visitare il Lago di Scanno senza fermarsi nel vicino Lago di San Domenico. Una sosta in questo luogo incantato la dovrete per forza inserire in itinerario. I due laghi distano l’uno dall’altro meno di 5 chilometri.

Attenzione perché nei pressi del Lago di San Domenico vi sono pochissimi parcheggi. Occorre lasciare l’auto a lato strada, su un tratto in curva. Tenete sempre per mano i vostri bambini, mi raccomando!

Il Lago di San Domenico, che in verità è di origine artificiale, è un piccolo specchio d’acqua, circondato da rocce e vegetazione rigogliosa. È famoso in particolare per l’omonimo Eremo, una piccola chiesa di origine medioevale, costruita all’interno di una grotta naturale (dove si pensa possa essersi rifugiato il monaco benedettino San Domenico).

Il vecchio ponte in pietra è ancora visibile, ma non più utilizzato. Al lago si accede infatti da un secondo ponte, edificato in epoca più recente.

Dal lago si può intraprendere un bel sentiero escursionistico che conduce a due punti panoramici (posti a diversa altitudine), per ammirare il lago e il suo Eremo. Troverete anche una piccola spiaggia e un chiosco.

lago di san domenico abruzzo
Il Lago di San Domenico con il suo Eremo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *