passaporto elettronico online

Passaporto elettronico: come richiederlo online, documenti, costi e tempistiche

Il passaporto è l’unico documento di identità che consente di entrare in ogni paese del mondo. È indispensabile per visitare quei paesi che non riconoscono la nostra carta di identità valida per l’espatrio. Come si richiede il passaporto elettronico? Quali sono i documenti da presentare? E quanto tempo ci vuole per averlo?

In questa guida vi spiego come fare per richiedere il passaporto elettronico online. Fermo restando che il sito Viaggiare Sicuri della Farnesina è l’unica fonte ufficiale per verificare con precisione tutti i documenti richiesti per l’ingresso in ogni paese del mondo (compresi visti ed autorizzazioni di viaggio elettroniche).

viaggiare sicuri
Il sito Viaggiare Sicuri è la fonte ufficiale per le informazioni di viaggio

Come faccio a sapere se il mio è un passaporto elettronico? Scommetto che anche voi ve lo siete chiesti, almeno una volta. La risposta è semplice: se è stato emesso a partire dal 2006 è un passaporto elettronico. A partire da quell’anno, i vecchi passaporti cartacei sono stati sostituiti da quelli elettronici. Dal 2010 il passaporto elettronico include anche l’impronta digitale digitalizzata.

L’aspetto in verità non è molto diverso. Si tratta sempre del tradizionale libretto di 48 pagine con copertina rosso bordeaux (quantomeno quello italiano). La differenza sta nel microchip contenuto nella copertina, che contiene tutti i nostri dati in formato digitale.

Nel passaporto elettronico è presente anche la firma digitalizzata.

Come vedete, i minorenni oggi devono richiedere un passaporto elettronico personale, non sono più inseriti in quello dei genitori.

Attenzione: alcuni paesi richiedono una validità residua di sei mesi, quindi dovrete controllare la scadenza ben prima di partire ed eventualmente richiedere un passaporto nuovo. Per questo genere di informazioni, consultate sempre il sito della Farnesina.

passaporto

La procedura per richiedere il passaporto online è davvero molto semplice. C’è un unico sito di riferimento per effettuare la prenotazione, quello cioè della Polizia di Stato. L’iter da seguire è il seguente:

Se avete urgenza e la prima data libera disponibile è successiva la vostra partenza, dovrete comunque selezionarla dal portare prenotazioni, per poi richiedere di anticipare l’appuntamento con l’apposita opzione.

Le persone che non sono residenti nella provincia prescelta per l’appuntamento ma ne sono solamente domiciliati dovranno effettuare la richiesta via mail (rivolgendosi all’indirizzo della questura di riferimento) specificando i motivi che impediscono di richiedere il passaporto presso la questura di residenza.

Una volta completata la procedura online per richiedere il vostro passaporto elettronico dovrete premurarvi di raccogliere tutti i documenti richiesti, da presentare in questura. Vediamo quali sono nel dettaglio:

Le fototessere richieste per il passaporto elettronico devono soddisfare determinati requisiti, pena l’annullamento della richiesta. Personalmente mi sono sempre rivolta ad un fotografo, piuttosto che andare nelle macchinette automatiche. Il servizio è un po’ più costoso ma quantomeno si è certi del risultato.

Opzione che consiglio in particolare per i bambini. Difficile farli stare fermi, o fare in modo che guardino perfettamente l’obbiettivo, con quei pochi tentativi a disposizione nelle macchinette.

Detto questo, le fotografie devono ovviamente essere recenti, contenere solo il viso e le spalle (il volto deve occupare più o meno l’80% dello spazio). Gli occhi devono essere aperti. Eventuali occhiali dovranno avere le lenti chiari e, preferibilmente, montature leggere.

bagaglio smarrito cosa fare risarcimento

Contrariamente a quanto in molti possano pensare, il passaporto elettronico non si rinnova. Alla scadenza va richiesta l’emissione di un nuovo passaporto.

Come già detto, i minori devono avere il loro passaporto personale. L’impronta digitale viene prelevata a partire dai 12 anni di età. La procedura online per richiedere il passaporto per un minore è la medesima che per adulti. La differenza è che essa dovrà essere effettuata da un genitore, che dovrà comunque specificare un intestatario diverso.

Anche i documenti da presentare sono gli stessi. Ricordatevi soprattutto di effettuare il versamento postale a nome del minore, non del vostro.

Va detto che in questo caso entrambi i genitori dovranno presentarsi in questura per firmare l’assenso in presenza del pubblico ufficiale. Qualora questo non sia possibile, il genitore dovrà redigere una dichiarazione scritta di assenso all’espatrio, unitamente ad una copia del documenti di identità firmata.

Vi ricordo che la tassa annuale di € 40.29 (il famoso “bollino”) è stata abolita nel 2014

Dal vostro appuntamento in questura alla consegna effettiva del passaporto di solito intercorrono 2-3 settimane. Potrete ritirarlo personalmente in questura, oppure farlo ritirare ad altra persona, munita di delega. Il passaporto può essere “spedito” anche presso il vostro comune di residenza, se diverso da quello della questura. Se esiste questa possibilità, ve lo diranno nel corso dell’appuntamento per il rilascio.

Questi 15-20 giorni non devono però essere considerati come l’unico tempo di attesa, le tempistiche per il rilascio del passaporto possono essere più lunghe. Dovrete anche considerare la prenotazione online e la disponibilità di orari e dati. Potrebbe succedere che il primo appuntamento possibile sia anche uno o due mesi dopo (o anche di più, soprattutto nelle città più grandi).

Chi ha urgenza per comprovati motivi (lavoro o biglietti aerei già acquistati) può contattare direttamente la questura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *