sagrada familia barcellona

Sagrada Familia Barcellona: biglietti, interno, consigli per la visita

La Sagrada Familia di Barcellona, capolavoro modernista del genio architettonico di Gaudì, è il monumento più visitato di Spagna. Il suo nome completo è “Temple Expiatori de la Sagrada Familia” ed è probabilmente il simbolo di Barcellona.

Questa è una guida utile per visitare la Sagrada Familia di Barcellona, in cui troverete informazioni pratiche su orari e biglietti, un po’ di storia e qualche consiglio.

Non saprei dire precisamente quante volte sono stata a Barcellona, credo di aver perso il conto. Nonostante questo, la Sagrada Familia resta sempre una tappa irrinunciabile, ogni qualvolta mi trovo da quelle parti. Ho visitato l’interno della Cattedrale ormai due volte, ma mi piace sempre farle un saluto, anche solo dall’esterno!

Potrebbero interessarvi anche: Cosa vedere a Barcellona, Dove dormire a Barcellona, Dove mangiare a Barcellona spendendo poco

sagrada familia barcellona

La storia della Sagrada Familia di Barcellona inizia nel 1882, sebbene il progetto fu messo nelle mani di Gaudì soltanto l’anno successivo (inizialmente il responsabile era Francesc de Paula Villar). Pensate che Gaudì dedicò oltre 40 anni della sua vita per la realizzazione del progetto, che non aveva eguali per grandezza e ricchezza di dettagli.

Il progetto della Sagrada Familia di Gaudì include 18 torri, 5 navate, 3 facciate. Dal 1914 l’architetto abbandonò qualsiasi altro tipo di lavoro per dedicarsi esclusivamente alla cattedrale. Riuscì a vedere costruito soltanto il primo campanile, completato un anno prima della sua morte, avvenuta nel 1926 (per un incidente casuale, fu infatti investito da un tram).

Dalla morte di Gaudì, il progetto della Sagrada Familia fu seguito da svariati architetti. Come immagino tutti saprete, l’opera resta tutt’oggi incompiuta.

Dal 2005 la cattedrale modernista simbolo di Barcellona è annoverata tra i Patrimoni Unesco, nella parte costruita da Gaudì.

Quando sarà finalmente ultimata la costruzione della Sagrada Familia di Barcellona? Questa è la domanda che più di ogni altra si chiedono i viaggiatori di tutto il mondo (e probabilmente anche i residenti del capoluogo catalano!).

Il termine dei lavori è attualmente fissato per il 2026, anno in cui si celebrerà il centesimo anniversario della morte di Gaudì. La costruzione procede a rilento più che altro per la difficoltà nel raccogliere sovvenzioni che consentano di terminare il progetto.

In ogni caso, quando sarà finita, la Sagrada Familia, con i suoi 176 metri, sarà la chiesa più alta del mondo!

sagrada familia barcellona

Visitare l’interno della Sagrada Familia è un’esperienza che da sola vale il prezzo del biglietto aereo per Barcellona. L’area interna è infatti largamente inspirata al mondo naturale, somiglia più precisamente ad un bosco. Le colonne portanti sono inclinate in modo tale da ricreare l’aspetto di alberi molto ravvicinati tra loro.

Una tecnica applicata in altre opere di Gaudì, come ad esempio la Sala Ipostila del Parc Guell.

I giochi di luce che provengono dalle ampie vetrate contribuiscono a ricreare quell’atmosfera quasi surreale che si può ammirare solo all’interno della Sagrada Familia. Come vedremo più avanti, i biglietti di ingresso non sono così economici, questo scoraggia spesso i visitatori dal prenotare una visita, “accontentandosi” magari della sola vista esterna.

Occorre precisare che quanto viene ricavato dalla vendita dei biglietti per visitare l’interno della Sagrada Familia viene totalmente reinvestito per la costruzione della stessa. Un motivo in più per acquistarli.

All’interno della Sagrada Familia è possibile scattare fotografie. Ricordatevi di adottare un abbigliamento adeguato a quello richiesto in una chiesa qualsiasi.

sagrada-familia-barcellona-interno
L’interno della Sagrada Familia
sagrada familia
Dettaglio della facciata esterna della Sagrada Familia

Le torri sono probabilmente l’elemento architettonico che più colpisce dell’intera costruzione. A me hanno sempre ricordato le torri di sabbia che si fanno al mare, sopra le quali si fa sempre gocciolare la sabbia bagnata. Sono il tratto distintivo della Sagrada Familia, data la loro imponenza sono visibili da praticamente ogni angolo della città.

Il progetto originario di Gaudì ne prevede ben 18, sebbene solo 8 siano state, ad oggi, completate (quelle cioè che si trovano sulla facciata della Natività e della Passione). È possibile visitare la torre della Natività e della Passione, ma dovrete necessariamente sceglierne una soltanto. Si sale in ascensore ma si deve per forza scendere a piedi, tramite scala a chiocciola.

Lo spazio è davvero molto angusto, sconsiglio la visita a chi soffre di claustrofobia e a chi ha difficoltà di deambulazione. I bambini sotto i 6 anni non possono salire.

Sono tre le facciate da ammirare all’esterno della Sagrada Familia. Ognuna di esse è stata progettata nei minimi dettagli, ognuno dei quali possiede una potentissima capacità evocativa.

La facciata della Natività rappresenta la nascita di Cristo e costituisce, con tutta probabilità, l’elemento più importante del progetto di Gaudì. Non a caso, l’architetto, consapevole di non riuscire a portare a termine in prima persona la sua opera per intero, si concentrò proprio su questa facciata, al fine di completarla del tutto.

La facciata della Passione è invece dedicata alla crocifissione di Gesù. L’intendo di Gaudì fu quello di rappresentare la sofferenza. Per questo la facciata risulta molto più semplice e nuda, rispetto quella della Natività.

La facciata della Gloria è di recente costruzione e risulta ancora piuttosto disadorna. L’ipotesi è che, una volta completata, diventi l’ingresso principale della Sagrada Familia.

Dove si trova e come arrivare

La Sagrada Familia si trova nell’Eixample, a poca distanza dal quartiere di Gracia. Se vi spostate in metro, le linee da prendere sono la L2 e la L5, fermata Sagrada Familia (impossibile sbagliare!).

Preparatevi perché quando uscirete dalle scale della metro, vi troverete davvero a poca distanza dalla cattedrale, l’impatto visivo sarà fortissimo!

I biglietti per visitare l’interno della Sagrada Familia sono diversi, da selezionare in base al tempo che avete a disposizione e a quanto volete spendere.

Biglietti normali, senza audioguida. Il prezzo per gli adulti è di € 23 (20€ online), per gli under 30 il biglietto costa € 21 (18€ online), gli over 65 pagheranno invece € 19 (16€ online), gratis i bambini fino a 10 anni. I diversamente abili con rispettivo accompagnatore entrano anch’essi gratuitamente.

Biglietti con audioguida. L’ingresso per gli adulti costa 31€ (26€ online), per gli under 30 il prezzo ridotto è di € 29 (24€ online), per gli over 65 il costo è di € 25 (21€ online), mentre i bambini sotto i 10 anni entrano gratis. Per i diversamente abili con accompagnatore il biglietto costa €9 (7€ se acquistato online).

L’audioguida è disponibile anche in italiano.

Biglietti con visita alle torri e audioguida. In questo caso il prezzo per gli adulti è di € 39 (€33 online), per gli under 30 di € 37 (31€ online), per gli over 65 di € 32 (27€ online). Per i bambini sotto i 10 anni è sempre gratuito, ma fino ai 6 anni non possono salire sulle torri.

Avrete notato che i biglietti per l’ingresso alla Sagrada Familia sono più convenienti se acquistati online. Potrete effettuare la prenotazione su questo sito. Il mio consiglio è quello di comprarli con un po’ di anticipo, soprattutto se intendete viaggiare in alta stagione (Natale, agosto, Pasqua). Attenzione perché non sono rimborsabili.

Un altro motivo per cui dovreste acquistare i biglietti per la Sagrada Familia in anticipo, online, è la fila. Chi dispone già del ticket (che non serve stampare, sarà sufficiente mostrare la prenotazione da smarphone) ha un accesso separato, molto più veloce.

sagrada familia barcellona

Chi intende visitare la città di Barcellona può approfittare di ben tre pass turistici differenti. Hola Barcellona è l’abbonamento ai mezzi pubblici della città (incluso il trasporto dall’aeroporto) e può essere acquistata in versione da 48, 72, 96 e 120 ore. La Sagrada Familia, così come qualsiasi altra attrazione di Barcellona, non è inclusa in questo abbonamento.

La Barcellona Card include, oltre al trasporto urbano, anche l’ingresso gratuito ad oltre 20 luoghi di interesse e lo sconto sui biglietti di altre 80 attrazioni, visite guidate e spettacoli. Esiste anch’essa in diverse versioni, di durata variabile. La Sagrada Familia non è inclusa.

Infine, il City Pass, che non prevede viaggi con il trasporto urbano, ma include: il bus turistico di Barcellona, ingresso al Parc Guell, ingresso generale alla Sagrada Familia (quindi senza audioguida e torri, per entrambe è previsto un sovraprezzo), ingressi salta-fila e sconto del 20% su altre attrazioni della città. Il prezzo è di € 80 per un giorno, per gli adulti, € 89 per due giorni.

Abbiamo detto che la Sagrada Familia è il simbolo di Barcellona. Ciò non significa che sia l’unica cosa da vedere in città! Indipendentemente da quanto duri la vostra visita nel capoluogo catalano, vi sono alcune attrazioni che non dovreste perdere. In questo ultimo paragrafo ve ne suggerisco alcune che sono vicine o molto ben collegate con la Sagrada Familia.

Questi spostamenti vi suggerisco di farli a piedi, anche se un po’ lunghetti. Barcellona è una città splendida da godere camminando. Se vi sentite stanchi, potete sempre fermarvi a bere una caῆa (birra alla spina) in uno dei tanti bar.

Parc Guell. Altro capolavoro di Gaudì, da vedere assolutamente. Direi quasi il luogo che preferisco della città. Dalla Sagrada Familia sono circa 2 chilometri (circa mezz’ora a piedi), la strada è tutta dritta e passa attraverso Gracia, un bellissimo quartiere residenziale. In alternativa, c’è l’autobus diretto V19. Questa è la mia guida su cosa vedere nel Parc Guell.

A poca distanza, circa 1,5 chilometri a piedi, c’è Passeig de Gracia con le famose Casa Milà (Pedrera) e Casa Batllò.

Il Barrio Gotico e la splendida Cattedrale di Barcellona sono più distanti dalla Sagrada Familia. A piedi sono quasi 3 chilometri. Se vi sembrano troppi, prendete la metro dalla vicina fermata Verdaguer, linea L4, per scendere a Jaume.

Se dopo aver visitato l’interno della sagrada Familia vi venisse voglia di respirare aria di mare, prendete il bus V21 che vi porterà fino alla Barcelonata, in circa mezz’ora.

O ancora, per raggiungere la collina del Montjuic, dovrete prendere la metro, la linea viola L2 fino a Universitat, poi la linea rossa L1 fino a Plaça d’Espanya.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *