Skincare coreana: step e prodotti consigliati

Ultimo aggiornamento

La skincare coreana è una particolare procedura beauty ormai da alcuni anni diffusa ed apprezzata anche in Italia. La pelle radiosa e assolutamente perfetta delle donne coreane ci ha convinte ad adottare le loro abitudini di bellezza anche a casa nostra. La skincare coreana è famosa per i suoi step, da effettuare con ordine, utilizzando prodotti specifici. In un certo senso è una procedura un po’ ridigida, ma che se ben eseguita porta a risultati eccellenti.

Ma quali sono i passaggi da eseguire per una corretta ed efficace skincare coreana? E quali prodotti si possono utilizzare? Ve lo spiego in questo nuovo blog post!

Step e prodotti della skincare coreana

Il rituale

Se c’è un motivo per cui le donne coreane (e più in generale le donne orientali) sono conosciute nel mondo, questo si può definire nella loro pelle perfetta. Liscia, dall’incarnato uniforme, luminosa e senza ombra di imperfezioni. Il codice genetico probabilmente ha il suo peso, ma è evidente che le abitudini beauty applicate in modo rigoroso, ogni giorno, dalle donne orientali risultino particolarmente efficaci.

La skincare coreana è un rituale beauty, da effettuare mattino e sera, che si basa sull’applicazione costante di una serie di step: esfoliazione, pulizia, nutrimento, protezione. Occorrono diversi prodotti e un po’ di tempo a disposizione, ma i risultati sono visibili anche solo dopo poche settimane. I prodotti vanno ovviamente scelti in base alle specifiche esigenze ed al tipo di pelle.

Io l’ho scoperta circa tre anni fa e l’ho provata in vari periodi. Non riesco a seguire questo regime sempre perchè gli step della skincare coreana sono tanti e non sempre ho il tempo per applicarli tutti, sopratutto al mattino. Però ci sono alcuni passaggi che ormai sono diventati cardini imprescindibili della mia beauty routine quotidiana.

Vediamo allora i passaggi ed i prodotti della skincare coreana, con una piccola precisazione. I prodotti che andrò a consigliarvi in questo post non saranno necessariamente tutti di brand coreani, si trovano valide alternative anche tra prodotti di diversa provenienza e, sopratutto, con formulazioni eco-bio.

Step 1: pulizia con prodotto oleoso

I primi due step della skincare coreana riguardano la pulizia del viso, un passaggio fondamentale per permettere la giusta fruizione dei prodotti successivi. Il rituale coreano prevede una doppia detersione: con un detergente a base oleosa prima, seguito da un prodotto schiumoso.

Il detergente a base oleosa è perfetto per rimuovere trucco e fattore di protezione la sera, ma si usa anche al mattino per eliminare l’eccesso di sebo accumulato durante la notte (olio elimina olio). Si può utilizzare un olio detergente o un burro/balsamo. Entrambi si applicano su pelle asciutta con movimenti circolari e delicati (il prodotto si trasformerà quindi in una crema delicata) per poi sciacquarli con acqua.

Prodotto consigliato: burro struccante ai frutti rossi di Biofficina Toscana

Step 2: pulizia con detergente schiumoso

Il secondo passaggio prevede un secondo lavaggio con un detergente a base acquosa per rimuovere tutti i residui. Può essere quindi un detergente in gel, schiumoso, in crema ma anche un detergente solido, purché non troppo aggressivo e specifico per il viso. Va scelto ovviamente in base al tipo di pelle ed alla stagione.

Prodotti consigliati: gel detergente lemongrass di Garnier Bio, crema detergente bio di Burt’s Bees, sapone all’argilla per pelli impure di Negozio Leggero

garnier bio detergente recensione

Detergente viso Garnier Bio

Step 3: esfoliazione

Il terzo passaggio della skincare coreana è l’esfoliazione, necessaria per favorire il rinnovo cellulare e rendere la pelle più ricettiva ai trattamenti successivi. L’esfoliazione in verità non va fatta tutti i giorni ma 2-3 volte la settimana. A seconda del tipo di pelle si può usare uno scrub (il classico prodotto con micro-granuli), un gommage (normalmente più delicato), oppure con un prodotto a base di acido salicilico (indicato in particolare per le pelli con imperfezioni).

L’esfoliante si applica sulla pella asciutta per un’azione decisa, oppure dopo averla bagnata per un massaggio più delicato.

Prodotto consigliato: scrub viso con olio di Argan di Omia

Step 4: applicazione del tonico

Il tonico va sempre applicato dopo la detersione per riequilibrare il PH della pelle, ma non solo. Il tonico è anche un primo, vero trattamento di bellezza. Va scelto anch’esso in base al tipo di pelle. Si applica di norma con un dischetto di cotone, ma può essere picchettato sul viso anche con i polpastrelli (alternativa totalmente zero waste).

Prodotto consigliato: tonici eco-bo di Madara Cosmetics

Step 5: Essence

Si tratta del prodotto che più di ogni altro identifica la skincare coreana, cui noi siamo ancora poco abituati. Con Essence si intende un cosmetico a metà strada tra il tonico e il siero. Una sorta di acqua di bellezza ricca di principi attivi che aiuta a mantenere la pelle luminosa e compatta.

Step 6: Siero

Il siero viso è uno step di bellezza indispendabile anche in tutto il resto del mondo, non solo in Corea. Lo conosciamo benissimo anche noi donne italiane e fa parte ormai da molti anni delle nostre abitudini di bellezza. Il siero è un concentrato di principi attivi che regala una vera sferzata di energia al nostro viso.

Si applica prima della crema idratante ed ha una consistenza fluida e molto leggera.

Prodotto consigliato: per pelli miste Siero Sebo Lift anti-imperfezioni di Domus Olea Toscana, siero viso coreano al tè verde di Innisfree

innisfree siero

Siero viso coreano Innisfree

Step 7: Maschera

La maschera per il viso è il passaggio più rilassante e piacevole di tutta la skincare coreana. La maschera viso coreana è rigorosamente in tessuto (cotone, gel o cellulosa), imbevuta di siero ricchissimo di principi attivi, da tenere in posa 15-20 minuti. Una volta rimossa sul viso rimarranno molti residui di prodotto che non vanno lavati via, ma massaggiati fino a completo assorbimento.

Io adoro le maschere in tessuto, sono fresche, profumate e molto piacevoli. Si possono applicare ogni qualvolta se ne senta il bisogno, ma non è necessario usarle per forza ogni giorno.

Prodotto consigliato: maschere in tessuto Innisfree

maschere innisfree

La selezione di maschere in tessuto coreane Innisfree

Step 8: Contorno occhi

La crema per il contorno occhi è un prodotto cosmetico largamente utilizzato anche in Italia, ma resta un passaggio fondamentale anche della skincare coreana. Praticamente obbligatorio dopo i 30 anni, si può usare anche prima per rinfrescare lo sguardo e dimunire borse ed occhiaie. Va applicato mattina e sera picchettando il prodotto, non spalmandolo.

Prodotto consigliato: Crema contorno occhi detox anti-inquinamento di Naobay Cosmetics

Step 9: Idratante viso

Caposaldo di qualsiasi routine di bellezza, la crema idratante per il viso è lo step (quasi) finale e fondamentale anche per le donne coreane. La scelta è altamente soggettiva e dipende naturalmente dal tipo di pelle e dalla stagione. Rientrano in questa categorie le classiche creme, ma anche gel e fluidi idratanti.

La sera sarà opportuno applicare un prodotto specifico per la notte.

Prodotto consigliato: crema viso idratante con olio di Argan di Omia, crema viso Natura Siberica Aralia Mandhurica, Khiel’s Ulta Facial Cream

natura siberica crema viso

Crema viso Natura Siberica

Step 10: Protezione solare

Se c’è una caratteristica che accomuna le donne asiatiche è la perfezione dell’incarnato. Luminoso, chiarissimo e totalmente privo di macchie. La protezione solare è indispensabile per preservare la pelle dalle macchie solari ed è un elemento che anche noi dovremmo sempre ricordarci di applicare, anche in inverno.

Personalmente non amo utilizzare una crema solare dopo l’idratante perché ho la pelle mista. Preferisco quindi utilizzare una crema viso con fattore di protezione. In questo caso gli ultimi due step della skincare coreana si uniscono e si risparmia anche un po’ di tempo.

Prodotto consigliato: Age-Defying Face Sunscreen SPF30 di Madara Cosmetics